Scilla

Scilla

Pianta bulbosa scilla (Scilla) è una pianta perenne e appartiene alla famiglia dei gigli (Liliaceae). In natura, possono essere trovati nelle regioni temperate dell'Asia, in Europa, nell'Africa meridionale e centrale. Questa pianta è spesso utilizzata nel giardinaggio ornamentale. Queste piante sono resistenti all'inverno e di solito vengono coltivate all'aperto o per forzatura. Ma ci sono varietà che hanno paura del gelo e vengono coltivate solo a casa.

Questa pianta differisce dalla maggior parte delle altre piante bulbose in quanto i suoi internodi sono leggermente allungati e il fusto è abbastanza longevo e man mano che cresce diventa un sottile rizoma, sul quale si trovano i bulbi in gran numero. I fiori possono essere rosa, blu e talvolta bianchi.

Tipi principali

Scilla peruviana

Questa pianta bulbosa è una pianta perenne. La sua cipolla è abbastanza grande. Foglie lucide e finemente ciliate lungo il bordo fanno parte delle rosette e hanno un colore verde scuro. I fiori a forma di stella sono dipinti in un colore blu scuro.

Le varietà più apprezzate sono:

  • "Albida" - il colore dei fiori è azzurro;
  • "Alba" - fiori bianchi.

Viola di Scilla (Scilla violacea)

O ledeburia pubblica (Ledebouria socialis): l'altezza di questa pianta bulbosa sempreverde, che è una pianta perenne, può essere pari a 15-20 centimetri. Una lampadina lucida di colore viola, di regola, sporge sopra la superficie del terreno. I bulbi hanno molti germogli laterali, a seguito dei quali può formarsi un intero gruppo in breve tempo. I piatti fogliari lanceolati a picciolo corto hanno un colore spettacolare. In lunghezza, possono raggiungere da 3 a 5 centimetri e in larghezza da 1,5 a 2 centimetri. La loro superficie inferiore è dipinta di un colore viola intenso o verde (a seconda della varietà), e sulla superficie superiore, su fondo argenteo, sono presenti macchioline trasversali verde scuro. Le infiorescenze paniculate portano 10-20 pezzi di fiori verde chiaro con antere viola.

Scilla si prende cura di casa

Illuminazione

È necessaria un'illuminazione piuttosto intensa. Tuttavia, in estate dovrà essere protetto dai cocenti raggi diretti del sole di mezzogiorno.

Regime di temperatura

In primavera e in estate la pianta predilige soprattutto una temperatura dai 22 ai 25 gradi. Dall'inizio del periodo autunnale, la temperatura dell'aria dovrebbe essere gradualmente ridotta. In inverno, ha bisogno di freschezza (da 10 a 12 gradi), ma se lo svernamento è caldo, i germogli della scilla diventeranno molto allungati.

Umidità

Si sente abbastanza a suo agio con una bassa umidità dell'aria e non dovrebbe essere ulteriormente umidificato. Per motivi igienici, le lastre di lamiera devono essere pulite regolarmente con una spugna umida.

Come innaffiare

In primavera e in estate, l'irrigazione dovrebbe essere moderata, il che aiuterà a prevenire la formazione di marciume del bulbo e delle radici. In inverno, l'irrigazione dovrebbe essere ridotta, soprattutto durante lo svernamento freddo, ma assicurarsi che il fogliame non cada. L'irrigazione deve essere eseguita con acqua dolce e ben stabilizzata a temperatura ambiente.

Top vestirsi

La medicazione superiore viene eseguita in primavera e in estate 1 volta in 2 settimane e per questo viene utilizzato il fertilizzante per le piante grasse. In autunno vengono nutriti meno spesso e in inverno è vietato applicare fertilizzanti al terreno.

Caratteristiche del trapianto

Il trapianto viene eseguito solo se necessario, dopo che la cipolla si è ristretta nella pentola. Durante la semina, il bulbo deve essere interrato per un terzo nel substrato. Il terreno sciolto dovrebbe consentire all'aria di passare bene. Per preparare la miscela di terreno, è necessario unire 1 parte di humus e 2 parti di terra fogliare. Il terreno succulento acquistato è adatto per la semina. Non dimenticare di creare un buon strato di drenaggio sul fondo del contenitore.

Metodi di riproduzione

Per la riproduzione, di regola, vengono utilizzati i bulbi della figlia. Possono essere staccati quando necessario, indipendentemente dalla stagione. Va ricordato che le radici appariranno gradualmente nei bulbi che non hanno un apparato radicale. Nel caso in cui il bulbo smetta di crescere e questo duri dalle 4 alle 8 settimane, è in questo momento che crescono le radici. Per accelerare la formazione delle radici, si consiglia di posizionare la pianta in un luogo caldo (da 20 a 25 gradi) e ben illuminato. Acqua con moderazione. Quando si formano le foglie, è necessario iniziare ad annaffiare più forte.

Parassiti e malattie

Squame e afidi possono depositarsi sulla pianta. Può ammalarsi e persino morire a causa di un vaso di fiori di grandi dimensioni, irrigazione eccessiva o terreno di torba. Se ti prendi cura della pianta correttamente, è resistente a malattie e parassiti.

Possibili difficoltà

  • Le foglie appassite diventano allungate, come internodi - scarsa illuminazione.
  • Fogliame che cade - scarsa irrigazione.
  • Marciume radicale o bulboso - Irrigazione eccessiva.

Cura del crisalidocarpo a casa

Posizione e illuminazione

Abituata al sole tropicale, la pianta del crisalidocarpo tollera bene il calore e la luce intensa. I vasi per piante possono essere tranquillamente posizionati sulle finestre sud e sud-est, ma in estate è meglio ripararli dal caldo di mezzogiorno.

Un'illuminazione eccessiva può danneggiare le foglie, iniziano a piegarsi e ad arricciarsi e dalle ustioni risultanti ingialliscono e muoiono. I giovani palmi sono particolarmente sensibili alla luce eccessiva, ma dopo i sei anni i crisalidocarpi sono più resistenti e reagiscono solo con le foglie ingiallite.

Per mantenere la simmetria, 1-2 volte al mese, la palma deve essere ruotata attorno al proprio asse di 180 gradi.

Temperatura

La migliore è l'aria calda di 22-25 gradi nei mesi estivi, in inverno è leggermente inferiore - circa 18-23 gradi, ma non inferiore a 16 gradi. Più la pianta è vecchia, più reagisce con calma ai cambiamenti o alle temperature più basse. Tuttavia, le bozze dovrebbero essere evitate.

Umidità dell'aria

L'umidità nella stanza con il crisalidocarpo in crescita dovrebbe essere alta. Durante i mesi estivi, assicurati che la pianta venga regolarmente spruzzata con acqua dolce e pulita e pulisci le foglie con un panno umido o una spugna. In inverno e in autunno non è necessario spruzzare.

Irrigazione

Per una buona crescita e sviluppo di una palma, deve essere annaffiata abbastanza abbondantemente, ma non permettendo l'eccesso di umidità. È inaccettabile utilizzare acqua dura e clorata, solo sedimentata o imbottigliata. Nel periodo autunno-inverno l'irrigazione è ridotta, lasciando asciugare il substrato, ma non asciugando eccessivamente.

Il suolo

Il terreno per il crisalidocarpo dovrebbe essere acido o neutro, ben drenato. Questa è una miscela di terra di argilla (2 parti), foglia di humus (2 parti), torba (1 parte) con l'aggiunta di sabbia grossolana (1 parte) e carbone (1 parte). Anche il terreno acquistato in negozio per le palme funzionerà.

Top condimento e fertilizzanti

Il crisalidocarpo dovrebbe essere fertilizzato durante tutto l'anno. In primavera e in estate, 2 volte al mese con fertilizzanti speciali per palme o fertilizzanti ordinari per piante decidue decorative. In autunno e in inverno - meno spesso, una volta al mese è sufficiente. La medicazione fogliare aggiuntiva con microelementi viene eseguita mensilmente durante la stagione di crescita.

Trasferimento

Per un trapianto di successo, è necessario mantenere una palla di terra, alcune delle radici possono essere tagliate con un coltello affilato per un migliore posizionamento in una nuova pentola. Il drenaggio viene sostituito, parte della terra viene riempita. Il momento migliore per il trapianto è la metà della primavera. I giovani palmi vengono ricaricati ogni anno, gli esemplari più vecchi - una volta ogni 3-4 anni.


Guarda il video: Kakageste lyrics by Scilla