9 motivi principali per cui il prato diventa giallo e si asciuga sul sito

 9 motivi principali per cui il prato diventa giallo e si asciuga sul sito

Il prato può ingiallire e diventare sottile, e questo non è raro. Per correggere la situazione, è necessario identificare ed eliminare la causa del deterioramento delle condizioni dell'erba.

Nessun taglio di capelli preventivo

Il motivo principale è la mancanza di tagli di capelli preventivi. La falciatura regolare con l'aiuto di attrezzature speciali garantisce non solo un aspetto ordinato, ma crea anche le condizioni per la libera circolazione dell'aria. Se il prato è ricoperto di vegetazione, l'acqua si annida in esso, che non evapora nel tempo.

L'eccessiva umidità è una condizione favorevole per la moltiplicazione di malattie e infezioni.

Per evitare l'ingiallimento del prato è necessario falciare regolarmente (ogni 4-5 giorni), soprattutto d'estate, l'erba. Anche se non ci sono segni di secchezza, il taglio di capelli non dovrebbe essere abbandonato.

Poca umidità

Un altro fattore che contribuisce all'aspetto malsano dell'erba è l'irrigazione rara o l'umidità insufficiente. Il prato necessita di un'irrigazione regolare. I proprietari esperti di appezzamenti con prati consigliano di annaffiarli almeno una volta ogni 3-5 giorni.

Con tempo asciutto, la frequenza delle annaffiature aumenta e, in caso di piogge prolungate, vengono sospese.

Puoi controllare quanto è secca la terra e se è necessaria l'irrigazione con un bastoncino. Con esso perforano il terreno ed esaminano il legno: lo sporco su di esso mostrerà a quale profondità inizia il terreno umido.

Infestazione di oidio sul prato

L'appassimento dell'erba può essere causato da una malattia in cui appare un rivestimento bianco sugli steli e sulle foglie. L'elevata umidità e l'aria stagnante contribuiscono allo sviluppo di un'infezione fungina: l'oidio.

Se appare una placca, allora devi combattere la malattia con mezzi speciali. Per fare ciò, si consiglia di trattare il prato con una soluzione fungicida (Fundazol, Topaz, Skor) o liquido bordolese all'1%.

Come preparare adeguatamente la soluzione è indicato sulla confezione di ciascun farmaco. Pochi giorni dopo il trattamento, il prato viene pettinato con un rastrello a ventaglio.

La sconfitta dell'erba dalla ruggine

Con questa malattia, appare un rivestimento arrugginito sulla parte superiore delle foglie. Non fa molto male, ma influisce sull'aspetto: le macchie rosse sul tappeto del prato sembrano brutte.L'aspetto di una tale placca indica che gli steli e le foglie mancano di azoto. La medicazione superiore con fertilizzanti Nitrofoska o Urea aiuterà a correggere la situazione.

Carenza di ossigeno

L'apporto limitato di ossigeno è il motivo successivo per appassire l'erba. La conduzione dell'aria è importante per la crescita ottimale delle colture da prato. Se l'accesso dell'ossigeno alle radici è insufficiente (a causa di acqua stagnante, terreno duro e croccante), gli steli non ricevono un'alimentazione adeguata, appassiscono e si seccano.

Per evitare l'appassimento del prato, è possibile utilizzare la procedura di aerazione - perforando il terreno.

Questo viene fatto per ammorbidire la crosta terrestre, facilitare l'accesso all'ossigeno. Per l'aerazione, utilizzare un forcone, dispositivi speciali o sandali a spillo.

Basso contenuto di sostanze nutritive

Se il prato non piace con un colore verde brillante e non si trovano segni della malattia, la concimazione con fertilizzanti azotati darà l'impulso necessario per la crescita e lo sviluppo dell'erba.Oltre all'azoto, il nitrato di ammonio (5- 10 g per 1 m²) è adatto. È importante annaffiare abbondantemente il prato prima di concimare.

Danni al sistema di root

L'apparato radicale delle colture da prato è poco profondo - circa 5-7 cm I danni accidentali provocati da animali selvatici o domestici provocano l'appassimento dell'erba.

Per evitare ciò, è necessario limitare l'accesso degli animali domestici alla radura, assicurarsi che non scavino buche e si trovino nell'erba.

Se gli animali selvatici entrano nel sito o vengono introdotti parassiti che vivono sottoterra, è necessario liberare l'area dalla loro presenza in modi umani.

Esposizione a sostanze chimiche

L'erba può appassire rapidamente dopo essere stata esposta a sostanze chimiche. Le ustioni sono provocate dalla fuoriuscita accidentale di soluzioni concentrate di fertilizzanti per l'alimentazione, detergenti, prodotti chimici per la casa e per automobili, che bruciano le zone calve del prato. Ci vorrà molto tempo per ripristinare la copertura. Se l'irrigazione e la medicazione superiore non riescono a correggere la situazione, l'erba rovinata può essere dissotterrata e al suo posto possono essere seminati nuovi semi, che daranno giovani germogli sani.

Attività all'aperto sull'erba

Camminare costantemente, giochi attivi, picnic portano al calpestio dell'erba. Il rivestimento decorativo non è destinato al relax, quindi è meglio organizzare un posto speciale per parchi giochi, altalene, tavoli.

Se non è presente un'area libera, si consiglia di scegliere piante da prato resistenti alle influenze esterne. Uno di questi è il loglio, che viene piantato per coprire i campi di calcio.

Il rivestimento decorativo richiede un'attenta manutenzione: irrigazione regolare, aerazione, taglio di capelli. Conoscendo le cause principali dell'avvizzimento dell'erba del prato, è possibile evitare problemi. Se ciò non è stato fatto, c'è sempre la possibilità di ripristinare le aree danneggiate.


Perché una pera si secca

Ciao cari amici!

Lo stato instabile della pera può verificarsi per diversi motivi. Scopriamolo perché la pera si secca nel tuo giardino? Così:

• L'essiccazione di piccoli rami indica spesso problemi alle radici. L'acqua stagnante in un terreno pesante e argilloso potrebbe iniziare il processo di decomposizione delle radici. Ciò significa che è necessario eseguire lavori per drenare il sito e posare un lievito - humus o torba - nel terreno a una profondità accessibile.

Al contrario, in terreni sabbiosi o torbosi, il sistema radicale potrebbe seccarsi in inverno. Ciò può accadere non solo a temperature molto basse, ma anche durante una brusca transizione dal disgelo alle gelate. La soluzione al problema è il lavoro preventivo sotto forma di abbondante irrigazione invernale. Quando il terreno si congela, l'acqua incatena le radici in un "bozzolo" di ghiaccio e le protegge in modo affidabile dall'asciugarsi.

• La pera si secca a causa delle talpe che hanno fatto scoppiare i loro tunnel lungo le radici. I vuoti risultanti non forniscono adesione al terreno, il che significa che le radici mancano di sostanze nutritive. In questo caso, in primo luogo, è necessario annaffiare abbondantemente la zona del tronco e abbattere le gallerie. Lo stretto contatto con il terreno umido nutrirà l'apparato radicale e l'intero albero nel suo insieme. In secondo luogo, vale la pena prendere misure drastiche contro i parassiti sotterranei - scavare nel "noisemaker". Questi possono essere gadget acquistati in negozi specializzati o giradischi fatti in casa su bastoncini che faranno rumore al minimo soffio di vento. Alle talpe non piace vivere in luoghi rumorosi. Leggi in quale altro modo puoi sbarazzarti delle talpe sul sito.

• Il motivo dell'essiccazione della pera può essere nascosto nell'esposizione del colletto della radice - il punto in cui la radice passa nel tronco (non il luogo dell'innesto). Normalmente, il collo dovrebbe essere coperto con uno strato di terra, ma non in profondità. L'esposizione si verifica quando si pianta in modo improprio o quando il terreno ghiacciato spinge fuori l'albero e la base del tronco si apre. In questo caso, non aspettarti che la tua pera cresca e dia buoni frutti. Cosa dovrebbe essere fatto? Ispezionare attentamente il collo, cospargerlo di terra se necessario, lubrificare il danno esistente con pece da giardino o una miscela in proporzioni uguali di argilla e letame.

• La pera si secca a causa di un'infezione fungina. Le spore di funghi possono essere introdotte durante la potatura dei rami se hai dimenticato di disinfettare lo strumento con una soluzione di vetriolo. Metodo di trattamento: tagliare i rami infetti su tessuto sano. Il taglio dovrebbe essere uniforme, liscio, senza formazione di canapa. Deve essere ben lubrificato con vernice da giardino per chiudere l'accesso all'aria e all'acqua.

• E l'ultimo - ci sono casi in cui è impossibile determinare i motivi dell'essiccazione della pera. È solo che l'albero si è rivelato debole e non ha potuto realizzare le sue potenzialità date dalla natura. Ma questo è estremamente raro.

Spero che tu abbia trovato la risposta alla domanda. perché la pera si secca in giardino, e ora puoi resistere all'essiccazione del tuo albero preferito. Ci vediamo!


Perché l'erba del prato diventa gialla?

La perdita di un piacevole colore verde da parte del prato è solitamente causata dalla violazione delle regole di irrigazione e falciatura. Ma cosa succede se il prato diventa giallo nonostante tutte le istruzioni? Il prato è stato probabilmente attaccato da parassiti o malattie. Fortunatamente, i metodi per affrontare la maggior parte delle disgrazie sono stati a lungo sviluppati e implementati con successo. Ma affinché il trattamento sia efficace, devi determinare con cosa esattamente dovrai combattere.

Fusarium

L'agente eziologico di questa malattia è disperso nell'aria. Un sintomo distintivo del fusarium è come se aree d'erba incollate. Sembra che il prato sia coperto di neve. Da qui il secondo nome della malattia: muffa della neve. Per il trattamento, è necessario spruzzare con liquido bordolese o solfato di rame all'1%. La prevenzione aiuterà ad evitare problemi, che includono procedure come

  • aerazione
  • pettinare il feltro
  • levigatura.

Inoltre, è molto importante assicurarsi che ci sia molto calcio nei fertilizzanti autunnali.

SULL'IMMAGINE: Il prato di Fusarium si presenta sotto forma di dossi "nevosi". Certo, la foto è un caso trascurato: di solito non si vede una fioritura biancastra, tuttavia l'erba ingiallita si mostrerà sicuramente dopo.

SULL'IMMAGINE: Diverse opzioni per fusarium ravvicinato e di medie dimensioni. Come per qualsiasi fungo, lo sviluppo inizia dal centro fino alla periferia del sito. Il centro del danno si asciuga per primo.

Muffa polverosa

Nei mesi estivi, sul prato appare una fioritura simile alla lana: questa è muffa polverosa. Presto cambia colore da bianco a nero. L'erba colpita dalla malattia muore. Al primo segno, dovresti ridurre l'irrigazione e ridurre al minimo la fertilizzazione azotata. Buoni risultati si ottengono con l'uso di fungicidi. I fertilizzanti complessi per il prato, correttamente selezionati per la stagione, sono riconosciuti come la migliore prevenzione di questa malattia.

SULL'IMMAGINE: Il prato infestato dall'oidio sembra essere coperto di polvere.

SULL'IMMAGINE: A differenza del fusarium, l'oidio colora la foglia di un colore argenteo (il fusarium è un "tappo" di farina o neve sul prato). Con un aumento, puoi vedere una densa pubescenza biancastra, come se fosse cosparsa di farina.

Ruggine

Macchie rotonde e allungate di colore giallastro, rosso o nero sono segni di ruggine. L'erba impoverita muore rapidamente. Pertanto, è urgente trattare le aree colpite con fungicidi (come "Skor") e falciare il prato il più spesso possibile. Per evitare la malattia, è necessario nutrire il prato in primavera e in estate con fertilizzanti complessi, in autunno - con fertilizzanti fosforo-potassio.

SULL'IMMAGINE: La mancanza di nutrienti può portare alla ruggine del prato.

SULL'IMMAGINE: La ruggine può essere facilmente distinta da altri tipi di funghi patogeni dal colore marrone dei corpi fruttiferi e delle spore. Le scarpe sono spesso macchiate di spore se cammini sull'erba malata.

Filatura rossa

Nella tarda primavera o all'inizio dell'autunno, sull'erba possono apparire macchie rosse. Se guardi da vicino, puoi vedere cosa ha formato le loro spore filiformi. Di norma, i prati indeboliti che non hanno ricevuto la medicazione superiore si ammalano. È necessario trattare immediatamente le aree colpite con un fungicida sistemico. In futuro, prestare attenzione alla prevenzione: aerazione, scarificazione, alimentazione. È importante assicurarsi che il taglio di capelli non sia troppo corto.

SULL'IMMAGINE: Gli isolotti di erba secca con macchie rossastre sono segni di un prato rosso e filiforme.

SULL'IMMAGINE: Non tutti possono determinare immediatamente la filosità rossa e ancor più distinguerla da altre malattie. Tuttavia, se vedi fili rosso chiaro sul tuo prato, come nel collage sopra, sappi che questa è una malattia.

Antracnosi

Tutte queste malattie colpiscono il prato a livello locale. Ma perché l'erba del prato diventa gialla in tutto il sito? Molto probabilmente, una malattia estremamente pericolosa, l'antracnosi, diventa il colpevole.

È interessante notare che i segni della malattia si manifestano in modi diversi a seconda delle condizioni meteorologiche. Quando la temperatura dell'aria è superiore a + 25 ° C, sulle piante si formano macchie impressionanti dal giallo chiaro al marrone scuro. Quando fa più freddo, la dimensione delle macchie è molto più piccola e le foglie dell'erba acquisiscono un colore giallo-arancio. Contemporaneamente a un cambiamento di colore, il sistema di root muore. Sulle piante puoi vedere tutti i componenti del fungo: il micelio e il corpo fruttifero.

SULL'IMMAGINE: Numerosi punti calvi sul prato indicano la natura su larga scala della malattia. Se guardi da vicino i fili d'erba, puoi vedere cerchi neri su di essi con un centro secco e screpolato. Questo è il "biglietto da visita" dell'antracnosi.

Le erbe indebolite e denutrite sono suscettibili alla malattia. I fattori che aumentano il rischio includono un taglio di capelli eccessivamente corto, eccesso o mancanza di umidità. Per prevenire la malattia, è necessario

  • calce il terreno prima di seminare le erbe
  • applicare fertilizzanti al fosforo
  • non superare il tasso di fertilizzanti azotati.

Se, nonostante le misure adottate, l'infezione persiste, è urgente irrorare il prato con "Carbendazim".

Punto del dollaro (punto del dollaro)

Malattia del parterre prato. Il più indifeso contro il disturbo è la festuca rossa. Piccole macchie appaiono per prime sull'erba, simili a un dollaro d'argento. Il ritardo nel trattamento porta alla fusione di queste formazioni in isolotti disordinati. Aiutare il prato - irrorazione con "Carbendazim". Misure di prevenzione delle malattie:

  • aerazione
  • scarificando (perforando il prato)
  • applicazione primaverile di fertilizzanti azotati.

SULL'IMMAGINE: I punti luminosi di dimensioni simili al dollaro sono segni della malattia del punto del dollaro.


Oppure piantiamo di nuovo il prato

Tuttavia, se le macchie gialle sul prato sono troppo estese o, ad esempio, sono sorte a causa di semi di scarsa qualità o piantagione impropria, è consigliabile ricreare il prato verde. E fare di tutto per evitare gli errori fin qui commessi.

Il momento ottimale per piantare l'erba del prato o stendere un prato in rotoli va da metà aprile all'inizio di ottobre. Inoltre, la temperatura media del suolo dovrebbe essere inferiore a 10 gradi. Il consumo ottimale di semi è di almeno 30 grammi per metro quadrato.

  1. Prima di seminare l'erba, il terreno deve essere preparato, perché quindi nulla può essere riparato. Per questo, il sito viene scavato fino alla profondità della baionetta della pala. Il terreno troppo grasso e di terra nera prima di scavare richiede l'aggiunta di uno strato di sabbia (fino a 5 cm). La sabbia eviterà che il terreno si spezzi quando si asciuga.
  2. Il terreno scavato viene livellato con un rullo a mano.
  3. Le scanalature sono realizzate con un rastrello, i semi vengono piantati a una profondità di 0,5 cm.
  4. Dopo la semina, il terreno viene nuovamente rotolato.
  5. Il primo mese dopo la semina, il terreno viene annaffiato molto spesso, fino a tre volte al giorno.
  6. Dopo che le piante sono state allungate fino a un'altezza di 7-8 cm, viene eseguito il primo taglio di capelli. Questo aiuterà l'accrescimento. In generale, il prato non può essere tagliato sotto i 4-5 cm.
  7. I fertilizzanti vengono applicati in modo tempestivo e nei giusti dosaggi.
  8. Se necessario, il prato viene trattato con prodotti chimici.

Se tutto è fatto correttamente, la questione dell'ingiallimento del prato non dovrebbe più sorgere.

Voglio sapere di più? Chiedi ai nostri specialisti. Riceverai tutte le informazioni e un aiuto professionale. State tranquilli, le macchie gialle sul prato rimarranno solo un ricordo spiacevole.


Perché l'ovaia dei cetrioli diventa gialla e cade: ragioni

Secondo gli esperti, l'ovaia dei cetrioli inizia a ingiallire e cadere per diversi motivi principali, vale a dire, come:

  • 1) Violazione del regime leggero
  • 2) Violazione del regime di temperatura del suolo e dell'aria
  • 3) Violazione della nutrizione minerale
  • 4) Alta resa di ibridi
  • 5) Carenza o eccesso di umidità nel terreno
  • 6) Cattivo lavoro delle api dovuto a tempo nuvoloso o, al contrario, molto caldo.

Proviamo più in dettaglio a considerare ciascuno dei suddetti motivi per cui le ovaie sui cetrioli si seccano.

1) Violazione del regime leggero

Come sapete, i cetrioli sono piante estremamente esigenti per la luce, la cui mancanza ha un effetto dannoso sulla loro crescita e sviluppo. Pertanto, se intendi coltivare questo raccolto in condizioni di serra, anche nella fase di costruzione di un impianto di coltivazione, familiarizza con come posizionare correttamente una serra in un sito in modo che l'edificio sia completamente illuminato.

La mancanza di luce può essere dovuta anche all'abbondanza di spazi verdi coltivati ​​in serra. Spesso, i giardinieri alle prime armi cercano di piantare quante più piante possibile nello spazio della serra, perdendo completamente di vista il fatto che dopo un po 'inizieranno a ombreggiarsi a vicenda. Pertanto, prima di iniziare a coltivare cetrioli per piantine, prova a calcolare con la massima precisione quanto sarà necessario, aggiungendo circa il 10% in più cosiddetto alla quantità risultante. Cespugli "assicurativi".

Non dimenticare che i moderni ibridi di cetriolo (in particolare ibridi partenocarpici) hanno un sistema vegetativo sviluppato, quindi dovrebbero essere piantati tenendo conto dell'area nutritiva raccomandata per ogni singola pianta. Quindi, gli ibridi partenocarpici vengono piantati una (meno spesso - due) piante per 1 mq. m, e ibridi impollinati dalle api - 2-3 piante per 1 mq. Senza osservare la frequenza prescritta di semina, è possibile in futuro provocare il fatto che le piante coltivate si ombreggeranno a vicenda e le ovaie di cetriolo formate inizieranno a ingiallire e cadere.

L'assenza di pizzicature periodiche, grazie alle quali viene eseguita la corretta formazione del cespuglio, può anche portare all'essiccazione delle ovaie. Se non presti attenzione a questo in modo tempestivo, i germogli laterali ramificati, espandendosi, si ombreggeranno a vicenda. È necessario pizzicare la parte superiore dei germogli, non permettendo alla loro lunghezza di superare i 20-25 cm (germogli così lunghi indeboliscono la pianta nel suo insieme e provocano il fatto che le ovaie sui cetrioli iniziano a ingiallire e cadere) .

Il processo di formazione di un cespuglio di cetriolo inizia con il cosiddetto. procedure per "accecare" le ascelle delle foglie, in cui si trovano i rudimenti di fiori, antenne e germogli laterali. Man mano che crescono, queste parti della pianta richiederanno sempre più nutrimento, il che porterà ad un indebolimento del cespuglio madre. La rimozione tempestiva degli elementi embrionali che si nascondono nelle ascelle delle foglie aiuterà a garantire che il cespuglio madre non sprechi le sue risorse per lo sviluppo di germogli non necessari e sarà in grado di sviluppare un forte sistema vegetativo.

Il numero di seni "accecati" dipende dalla varietà - quindi, in relazione alla coltivazione in serre a film, si raccomanda che le varietà impollinate dalle api ne abbiano almeno tre (su un esemplare) e almeno otto su quelle partenocarpiche.

2) Violazione del regime di temperatura del suolo e dell'aria

La temperatura ottimale dell'aria per la coltivazione di varietà partenocarpiche prima della loro fruttificazione è considerata l'intervallo +22 .. + 24 ° con tempo sereno, + 20 ... + 22 ° - con tempo nuvoloso e + 17 ° ... + 18 ° - di notte. Quando le piante iniziano ad entrare nella fase di fruttificazione, questi indicatori dovrebbero aumentare a circa + 23 ... + 26 °, + 21 ° ... + 23 ° e + 18 ° ... + 20 °, rispettivamente. A loro volta, per la coltivazione di varietà impollinate dalle api, gli indicatori di temperatura presentati aumentano di circa 1-3 ° per entrambe le fasi.

La temperatura del suolo più confortevole per la coltivazione di questa coltura è considerata un intervallo di + 22 ° ... + 24 °. Il punto critico è l'intervallo + 13 ... + 15 ° - se il terreno si raffredda a questa temperatura, le ovaie di cetriolo teneri diventeranno gialle e cadranno.

Qui è necessario parlare del motivo per cui le ovaie di cetriolo si seccano e cadono nelle serre dei film. Molto spesso, ciò si verifica a causa del surriscaldamento delle piantagioni e degli sbalzi di temperatura che si verificano a causa del fatto che il rivestimento in polietilene trasmette perfettamente il calore, a seguito del quale lo spazio interno della serra può riscaldarsi fino a 40 ° (e più in alto) nella stagione calda. Di notte il film di rivestimento rilascia calore, che porta ad un forte raffreddamento dell'aria all'interno della struttura, e questo porta inevitabilmente alla caduta delle ovaie.

3) Violazione della nutrizione minerale

L'ovaia dei cetrioli può ingiallire e cadere a causa di una violazione della nutrizione minerale, e questo motivo potrebbe risiedere non solo nella carenza di alcuni elementi, ma anche nel loro rapporto errato. Inoltre, ciò potrebbe essere dovuto a una violazione della temperatura, del regime aria-gas e dell'umidità dell'aria e / o del suolo.

Le varietà e gli ibridi partenocarpici dipendono maggiormente da questo fattore, poiché sviluppando un potente sistema vegetativo, necessitano di abbondanti annaffiature, che a loro volta possono provocare la lisciviazione di potassio e azoto dal terreno. Con una carenza acuta di questi elementi nelle varietà partenocarpiche e negli ibridi di cetrioli, le ovaie iniziano a ingiallire, seccare e cadere. Pertanto, durante il periodo di fruttificazione, non dimenticare di nutrire periodicamente le piantagioni con fertilizzanti azotati-potassici.

4) Alta resa di ibridi

Gli ibridi moderni sono caratterizzati da rese elevate, in particolare partenocarpici. Nelle ascelle di quasi tutte le foglie hanno un'ovaia (a volte anche diverse), ed è naturale che una pianta che spende tutte le sue risorse per il pieno sviluppo delle ovaie si sbarazzi del carico in eccesso. Per influenzare questo processo, è necessario rimuovere le ovaie in modo tempestivo, anche prima che i fiori sboccino.

5) Carenza o eccesso di umidità nel terreno

Quando si coltivano i cetrioli, si deve tenere presente che il contenuto di umidità del terreno prima della fruttificazione dovrebbe essere leggermente inferiore rispetto al periodo di fruttificazione. Durante l'intera fase di maturazione dei frutti, il terreno dovrebbe essere saturo di umidità il più possibile. Tuttavia, non dimenticare che è assolutamente impossibile annaffiare le piante con acqua fredda (10 ° -15 °), altrimenti ciò porterà a una massiccia caduta delle ovaie.

A proposito di irrigazione, si dovrebbe menzionare un trucco tecnologico, che viene spesso utilizzato per aumentare il numero di fiori femminili: per questo, durante il periodo di formazione dei fiori, i cetrioli non annaffiano i cetrioli per diversi giorni per asciugare il terreno.

6) Cattivo lavoro delle api a causa di condizioni meteorologiche sfavorevoli

Spesso, le ovaie di cetriolo si seccano e cadono a causa del cattivo lavoro delle api, che non volano con tempo nuvoloso, e quando fa caldo volano raramente in una serra soffocante riscaldata al sole. A temperature superiori ai 35 °, anche se l'insetto trasferisce il polline al fiore, diventerà sterile. Di conseguenza, l'ovaia di cetriolo non fecondata si seccherà e cadrà.

Ti è piaciuto l'articolo? Clicca sui pulsanti e condividi con i tuoi amici!


Vari insetti nocivi

I parassiti degli insetti infliggono danni annuali ai proprietari di orti. I più comuni sono: wireworm, scarabeo delle pulci della patata, "coccinella" a 28 punte, cicaline, ecc.

Compreso il coleottero della patata del Colorado

Il parassita più pericoloso delle patate è lo scarabeo della patata del Colorado (la sua controparte dell'Estremo Oriente è la "coccinella" a 28 punte). L'insetto è di colore giallo-arancio, la parte posteriore è rivestita con strisce nere nella quantità di 10 pezzi. Questo coleottero è in grado di effettuare voli a lunga distanza grazie alle sue ali ben sviluppate. Le femmine di insetti depongono la prole all'interno delle foglie di patata. I giovani coleotteri si nutrono attivamente della parte verde della pianta, motivo per cui i cespugli di ortaggi iniziano a ingiallire, seccare e appassire. Le uova sono gialle, di forma oblunga. Larve dai toni marrone scuro all'arancio e rosa con macchie scure sui lati. Larve e coleotteri sono in grado di distruggere tutte le cime in breve tempo.

Metodi di protezione: raccolta, distruzione di larve e coleotteri a mano, piantare colture accanto a patate - calendula, fagioli, fagioli; distruzione di un insetto per infezione batterica (bitoxibacillina, boverina); uso di preparati velenosi per scopi speciali.


Attività di parassiti e parassiti

Le malattie virali e fungine non sono l'unico motivo di preoccupazione. Spesso le cime delle patate si asciugano e appassiscono sullo sfondo dell'attività degli insetti nocivi. Nematoda: vive nel terreno. La principale fonte di nutrienti per lei è il succo del sistema radicale. Più attivamente mangia i parassiti, più velocemente le cime delle patate si asciugano e diventano gialle. Non appena il residente estivo ha visto segni di un problema imminente, è necessario agire immediatamente, altrimenti si rischia di perdere la maggior parte del raccolto.

Piantare segale, lupini, calendule accanto alle patate aiuterà a prevenire sviluppi negativi. Il secondo metodo di prevenzione è il trattamento del suolo prima di piantare i tuberi. Per fare questo, usa l'urea - 1 kg di sostanza per ogni "trama". Un altro parassita, la cui attività porta al fatto che le foglie si seccano e cadono, è lo scarabeo della patata del Colorado. Puoi distruggere un ospite indesiderato trattando le colture con preparazioni speciali:

  • "Scintilla"
  • "Bankol"
  • "Comandante".

Il primo trattamento viene effettuato con l'inizio della fase attiva della stagione di crescita. Il punto finale sarà la raccolta diretta. Il risultato dipende in gran parte dal corretto livello di concentrazione della soluzione. Non appena il giardiniere ha notato le foglie cadute, entra immediatamente in azione. Ogni cespuglio richiede fino a 70-80 g della sostanza, diluito in 1 litro d'acqua. Per la prevenzione, si consiglia di piantare piante con un odore pronunciato vicino al cespuglio:

Lo scarabeo della patata del Colorado non tollera questo sapore.


Cause di ingiallimento degli aghi nelle conifere

Nelle conifere, gli aghi a volte possono ingiallire o addirittura seccarsi completamente. Perché gli aghi sull'albero di Natale diventano gialli e come aiutare l'albero?

In primo luogo, uno dei motivi per l'ingiallimento degli aghi nelle conifere potrebbe essere il freddo. In alcune conifere, i rami possono ingiallire in inverno. Ad esempio, tali piante includono il microbiota, il ginepro comune delle varietà Plumosa e Depressa Aurea, pseudo-tempo libero verde e altre piante. Ma questo non è fondamentale, poiché con l'inizio della primavera i rami acquisiranno nuovamente il loro colore verde.

In secondo luogo, gli aghi possono ingiallire anche con gelate lievi. E tutto perché non tutte le conifere sono resistenti al gelo. Ad esempio, questi includono le seguenti conifere: stupido cipresso, ginepro vergine, pseudo-svago verde e orientale, cipresso di Lawson, tuia gigante. Se vuoi coltivare queste piante nella corsia centrale, dovresti assolutamente prendere in considerazione le peculiarità di prendertene cura in inverno e sapere se devi coprirle per questo periodo.

Inoltre, gli aghi di abete rosso spesso diventano gialli sotto l'influenza del calore. Con una prolungata mancanza di umidità, le seguenti conifere possono seccarsi: metasequoia cinese, cipresso giapponese, piselli, palude e altri. Tutte queste piante hanno paura della primavera troppo calda, che arriva immediatamente dopo il gelo. In autunno, devono essere annaffiati abbondantemente in modo che possano fornire una scorta di umidità per un lungo periodo.

Con una mancanza di minerali, gli aghi possono anche acquisire una tinta gialla. Ciò è particolarmente vero per la mancanza di magnesio quando si alimentano le conifere. Pertanto, è necessaria una tale selezione di fertilizzanti minerali, che contiene tutti i minerali necessari e potrebbe escludere l'ingiallimento degli aghi.

Gli aghi dell'albero diventano gialli sotto l'influenza di parassiti e malattie. Pertanto, gli aghi ingialliti devono essere attentamente esaminati e prestati attenzione al fatto che abbiano placca, macchie o eventuali parassiti. Se necessario, le piante devono essere trattate con preparati appropriati.

L'urina del cane è anche dannosa per le conifere. I segni lasciati da questi animali portano all'essiccazione dei rami che devono essere tagliati e la pianta stessa, se possibile, per proteggersi da tali invasioni.

Se hai comprato una pianta di conifere in una mostra o in un negozio e hai notato che i suoi aghi ingialliscono, o hai un pino o una tuia che cresce a lungo in campo aperto, ma a un certo punto noti che su un lato in particolare , o in generale, l'intera corona inizia a ingiallire, quindi portiamo alla tua attenzione 5 motivi principali, e probabilmente gli unici, da cui gli aghi ingialliscono nelle conifere. L'importante è reagire in tempo per salvare la pianta. Alcuni motivi non sono fatali, mentre altri possono danneggiare gravemente l'efedra e dovrai "ansimare" su di essa.

Il primo motivo è perché gli aghi diventano gialli . La causa più comune è la mancanza di irrigazione. Nel negozio ci sono conifere in vaso, contenitori, i loro aghi sono verdi ... E i venditori inesperti raramente possono annaffiarli, gli aghi non appassiscono e ne vale la pena! Ricorda, il tuo albero di Capodanno o pino è rimasto in piedi per così tanto tempo, cioè dal suo aspetto non è del tutto possibile capire se ha abbastanza acqua o meno.

Qui hanno asciugato un pezzo di terra nel negozio, poi si sono ricordati, lo hanno versato. Ma le piccole radici che assorbono l'umidità di più e più velocemente sono morte. E così che l'industria ha bisogno di aiutare la pianta con fertilizzanti o acceleratori di crescita, periodicamente innaffiala in tempo.

Pertanto, quando acquisti un'efedra in un negozio o in un vivaio, lasciati guidare dalla coscienza del venditore piuttosto che dall'aspetto del terreno. Anche se è annaffiato, può significare che è stato annaffiato solo oggi e la pianta di conifere è rimasta asciutta per una settimana. E quando porti a casa l'efedra, in una settimana i suoi aghi potrebbero diventare gialli.

È meglio, ovviamente, conoscere in anticipo la qualità dell'azienda o del venditore, potrebbe essere necessario, se un negozio o un vivaio non è lontano da te, visitare periodicamente e osservare le piante, come vengono curate. Conifere in vaso foto:

Se hai acquistato una pianta così "sott'acqua" e gli aghi hanno iniziato a ingiallire a casa tua, se vuoi piantare la pianta in piena terra, ti consigliamo di non piantare tali malati in terreno sabbioso asciutto, in particolare calce, con uno strato fertile poco profondo. Saranno malati per molto tempo. In questo caso, devi preparare appositamente una fossa per la semina in modo che ci sia abbastanza terreno fertile e devi piantarla insieme a un nodulo in modo da non strappare le radici già deboli.

La seconda ragione è perché gli aghi diventano gialli . Questo è un atterraggio tardivo inappropriato. Come si suol dire, "l'avidità ha ucciso la friggitrice". Se hai piantato un'efedra nel tardo autunno e non ha avuto il tempo di mettere radici, attecchirà, cioè presto è arrivato l'inverno, le gelate, il terreno si è congelato, quindi la pianta di conifere avrà aghi gialli, poiché le radici no assorbono l'umidità, dormono e gli aghi continuano ad evaporare l'umidità. Sì, le conifere in inverno, specialmente nelle giornate limpide, fanno evaporare l'umidità dagli aghi. Di conseguenza, la pianta si disidrata, gli aghi ingialliscono e cadono.

Per salvare la pianta:

1.- ripararlo dal gelo e dal sole

2.-sgombrare la neve intorno all'efedra in modo che formi un lato attorno al tronco e almeno a giorni alterni innaffia l'efedra con acqua abbastanza calda (60 gradi). Quando l'acqua viene assorbita nella terra fredda, prenderà la temperatura desiderata. E il lato innevato creerà anche una zona protettiva in modo che le correnti d'aria non congelino il terreno in modo più forte. Piantare conifere nella foto del tardo autunno:

La terza ragione è perché gli aghi diventano gialli . Sunburn. Molto spesso in inverno e all'inizio della primavera, quando la neve non si è ancora sciolta, i raggi del sole, riflettendosi sul bianco della neve, creano ancora più illuminazione vicino alla pianta, quasi 2 volte più intensa. Pertanto, gli aghi diventano gialli e cadono. Dopotutto, c'è poca umidità nel terreno e le scorte d'acqua degli aghi iniziano a evaporare sempre di più dalla luce solare. Certo, le conifere non hanno bisogno di essere annaffiate per tutto l'inverno.

Certo, è consigliabile annaffiare almeno una volta al mese, ma le conifere salveranno i ripari dal sole. Puoi coprirlo con carta spessa, tela, un materiale di rivestimento speciale, che ora può essere acquistato in qualsiasi negozio di giardinaggio, o con gli stessi rami di abete rosso di conifere. Foto di scottature di conifere:

Il quarto motivo è perché gli aghi diventano gialli . I funghi, cioè le malattie fungine, possono causare l'ingiallimento e la caduta degli aghi. Questi sono i funghi che più spesso causano malattie delle conifere come diversi tipi di shute e una varietà di ruggine. I funghi possono apparire da una cura delle piante impropria, piantagioni frequenti, in cui non ci sono luoghi ventilati, ombra costante.Per le conifere, eseguire un trattamento preventivo, poiché i funghi possono essere ovunque nel suolo e nell'aria. Per la profilassi, è adatto l'irrorazione con il fondotinta (10 grammi per 10 litri di acqua con un intervallo di 10 giorni).

Se gli aghi sono già diventati gialli e non hai identificato altri motivi, quindi, molto probabilmente che questi siano i vini dei funghi, allora tratta le conifere con prodotti biologici - Fitosporin - M, Alirin, Gamair. Questi prodotti biologici combattono contro i funghi, ma per rafforzare l'immunità della pianta stessa, quindi trattare le conifere con Zircon ed Epin - farmaci extra. Ruggine dell'ago:

Il quinto motivo è perché gli aghi diventano gialli ... Le conifere hanno abbastanza parassiti a cui piace rovinare l'aspetto delle piante, o addirittura portare completamente alla morte. Per esempio, afide di tuia o afide di abete rosso Sitka. Molto spesso, gli afidi attaccano i pini thuja, sitka, spinosi e serbi.

Posiziona una foglia bianca sotto il ramo e picchietta sul ramo con la mano. Se le "capre" scure sono cadute su una foglia, le tue conifere vengono "mangiate" dagli afidi. Puoi sbarazzarti degli afidi sulle conifere se spruzzi spesso le piante con sapone di potassio, forte infuso di aglio, assenzio o altre erbe.

Un altro parassita delle conifere può essere una falena: una suora, o piuttosto voraci bruchi di un colore bianco sporco, grigio. Se hai alcune conifere e noti perfettamente i bruchi, la maggior parte di essi può essere raccolta e distrutta, ma tieni presente che questi bruchi colpiscono gli aghi in modo che i rami rimangano nudi. Pertanto, inoltre, è meglio spruzzare le conifere con Bitoxibacillina o altri preparati di Decis, Karate.

Inoltre, le tue conifere possono essere rovinate da acari e vermi di foglie di abete rosso. Quando le piante sono colpite dal verme, gli aghi ingialliscono, appare una ragnatela abbastanza evidente e all'interno sono visibili piccoli bruchi che mangiano gli aghi.Se si inizia a notare la ragnatela sugli aghi, allora prima si intraprende la lavorazione meccanica.

Indossiamo i guanti, copriamo delicatamente il ramo con le mani e, per così dire, estraiamo la ragnatela da loro nella direzione della crescita degli aghi. Puoi ruotare, scuotere i ramoscelli. Quindi elaboriamo le piante con zolfo colloidale, forte infusione di dente di leone o aglio.

Se i rami sono gravemente colpiti, li trattiamo con una soluzione di sapone liquido in modo che gli insetti si attacchino e soffocino, quindi rimuoviamo questi rami. Se hai molte conifere e tutti hanno iniziato a essere mangiati dai parassiti insieme, allora ti consigliamo di non perdere tempo, ma usa preparati insetticidi chimici, nel qual caso salverai sicuramente le tue piante.

Se hai comprato una pianta di conifere in una mostra o in un negozio e hai notato che i suoi aghi ingialliscono, o hai un pino o una tuia che cresce a lungo in campo aperto, ma a un certo punto noti che su un lato in particolare , o in generale, l'intera corona inizia a ingiallire, quindi portiamo alla tua attenzione 5 motivi principali, e probabilmente gli unici, da cui gli aghi ingialliscono nelle conifere. L'importante è reagire in tempo per salvare la pianta. Alcuni motivi non sono fatali, mentre altri possono danneggiare gravemente l'efedra e dovrai "ansimare" su di essa.

Il primo motivo è perché gli aghi diventano gialli. La causa più comune è la mancanza di irrigazione. Nel negozio ci sono conifere in vaso, contenitori, i loro aghi sono verdi ... E i venditori inesperti raramente possono annaffiarli, gli aghi non appassiscono e ne vale la pena! Ricorda, il tuo albero di Capodanno o pino è rimasto in piedi per così tanto tempo, cioè dal suo aspetto non è del tutto possibile capire se ha abbastanza acqua o meno.

Qui hanno asciugato un pezzo di terra nel negozio, poi si sono ricordati, lo hanno versato. Ma le piccole radici che assorbono l'umidità di più e più velocemente sono morte. E così che l'industria ha bisogno di aiutare la pianta con fertilizzanti o acceleratori di crescita, periodicamente innaffiala in tempo.

Pertanto, quando acquisti un'efedra in un negozio o in un vivaio, lasciati guidare dalla coscienza del venditore piuttosto che dall'aspetto del terreno. Anche se è annaffiato, può significare che è stato annaffiato solo oggi e la pianta di conifere è rimasta asciutta per una settimana. E quando porti a casa l'efedra, in una settimana i suoi aghi potrebbero diventare gialli.

È meglio, ovviamente, conoscere in anticipo la qualità dell'azienda o del venditore, potrebbe essere necessario, se un negozio o un vivaio non è lontano da te, visitare periodicamente e osservare le piante, come vengono curate. Conifere in vaso foto:

Se hai acquistato una pianta così "sott'acqua" e gli aghi hanno iniziato a ingiallire a casa tua, se vuoi piantare la pianta in piena terra, ti consigliamo di non piantare tali malati in terreno sabbioso asciutto, in particolare calce, con uno strato fertile poco profondo. Saranno malati per molto tempo. In questo caso, devi preparare appositamente una fossa per la semina in modo che ci sia abbastanza terreno fertile e devi piantarla insieme a un nodulo in modo da non strappare le radici già deboli.

La seconda ragione è perché gli aghi diventano gialli. Questo è un atterraggio tardivo inappropriato. Come si suol dire, "l'avidità ha ucciso la friggitrice". Se hai piantato un'efedra nel tardo autunno e non ha avuto il tempo di mettere radici, attecchirà, cioè presto è arrivato l'inverno, le gelate, il terreno si è congelato, quindi la pianta di conifere avrà aghi gialli, poiché le radici no assorbono l'umidità, dormono e gli aghi continuano ad evaporare l'umidità. Sì, le conifere in inverno, specialmente nelle giornate limpide, fanno evaporare l'umidità dagli aghi. Di conseguenza, la pianta si disidrata, gli aghi ingialliscono e cadono.

Per salvare la pianta:

1.- ripararlo dal gelo e dal sole

2.-sgombrare la neve intorno all'efedra in modo che formi un lato attorno al tronco e almeno a giorni alterni innaffia l'efedra con acqua abbastanza calda (60 gradi). Quando l'acqua viene assorbita nella terra fredda, prenderà la temperatura desiderata. E il lato innevato creerà anche una zona protettiva in modo che le correnti d'aria non congelino il terreno in modo più forte. Piantare conifere nella foto del tardo autunno:

La terza ragione è perché gli aghi diventano gialli. Sunburn. Molto spesso in inverno e all'inizio della primavera, quando la neve non si è ancora sciolta, i raggi del sole, riflettendosi sul bianco della neve, creano ancora più illuminazione vicino alla pianta, quasi 2 volte più intensa. Pertanto, gli aghi diventano gialli e cadono. Dopotutto, c'è poca umidità nel terreno e le scorte d'acqua degli aghi iniziano a evaporare sempre di più dalla luce solare. Certo, le conifere non hanno bisogno di essere annaffiate per tutto l'inverno.

Certo, è consigliabile annaffiare almeno una volta al mese, ma le conifere salveranno i ripari dal sole. Puoi coprirlo con carta spessa, tela, un materiale di rivestimento speciale, che ora può essere acquistato in qualsiasi negozio di giardinaggio, o con gli stessi rami di abete rosso di conifere. Foto di scottature di conifere:

Il quarto motivo è perché gli aghi diventano gialli. I funghi, cioè le malattie fungine, possono causare l'ingiallimento e la caduta degli aghi. Questi sono i funghi che più spesso causano malattie delle conifere come diversi tipi di shute e una varietà di ruggine. I funghi possono apparire da una cura delle piante impropria, piantagioni frequenti, in cui non ci sono luoghi ventilati, ombra costante. Per le conifere, eseguire un trattamento preventivo, poiché i funghi possono essere ovunque nel suolo e nell'aria. Per la profilassi, è adatto l'irrorazione con il fondotinta (10 grammi per 10 litri di acqua con un intervallo di 10 giorni).

Se gli aghi sono già diventati gialli e non hai identificato altri motivi, quindi, molto probabilmente che questi siano i vini dei funghi, allora tratta le conifere con prodotti biologici - Fitosporin - M, Alirin, Gamair. Questi prodotti biologici combattono contro i funghi, ma per rafforzare l'immunità della pianta stessa, quindi trattare le conifere con Zircon ed Epin - farmaci extra. Ruggine dell'ago:

Il quinto motivo è perché gli aghi diventano gialli... Le conifere hanno abbastanza parassiti a cui piace rovinare l'aspetto delle piante, o addirittura portare completamente alla morte. Per esempio, afide di tuia o afide di abete rosso Sitka. Molto spesso, gli afidi attaccano i pini thuja, sitka, spinosi e serbi.

Posiziona una foglia bianca sotto il ramo e picchietta sul ramo con la mano. Se le "capre" scure sono cadute su una foglia, le tue conifere vengono "mangiate" dagli afidi. Puoi sbarazzarti degli afidi sulle conifere se spruzzi spesso le piante con sapone di potassio, forte infuso di aglio, assenzio o altre erbe.

Puoi leggere di più sugli insetticidi a base di erbe e sulla loro preparazione sul nostro sito web. Comunque, non chimica ...

Foto di afidi sugli aghi:

Un altro parassita delle conifere può essere una falena: una suora, o piuttosto voraci bruchi di un colore bianco sporco, grigio. Se hai alcune conifere e noti perfettamente i bruchi, la maggior parte di essi può essere raccolta e distrutta, ma tieni presente che questi bruchi colpiscono gli aghi in modo che i rami rimangano nudi. Pertanto, inoltre, è meglio spruzzare le conifere con Bitoxibacillina o altri preparati di Decis, Karate.

Inoltre, le tue conifere possono essere rovinate da acari e vermi di foglie di abete rosso. Quando le piante sono colpite dal verme, gli aghi ingialliscono, appare una ragnatela abbastanza evidente e all'interno sono visibili piccoli bruchi che mangiano gli aghi.Se si inizia a notare la ragnatela sugli aghi, allora prima si intraprende la lavorazione meccanica.

Indossiamo i guanti, copriamo delicatamente il ramo con le mani e, per così dire, estraiamo la ragnatela da loro nella direzione della crescita degli aghi. Puoi ruotare, scuotere i ramoscelli. Quindi elaboriamo le piante con zolfo colloidale, forte infusione di dente di leone o aglio.

Se i rami sono gravemente colpiti, li trattiamo con una soluzione di sapone liquido in modo che gli insetti si attacchino e soffocino, quindi rimuoviamo questi rami. Se hai molte conifere e tutti hanno iniziato a essere mangiati dai parassiti insieme, allora ti consigliamo di non perdere tempo, ma usa preparati insetticidi chimici, nel qual caso salverai sicuramente le tue piante.


Guarda il video: Visualizzare - Lezione 3:Volumi di Riempimento