Quali errori fatali commettono i residenti estivi durante la pacciamatura

 Quali errori fatali commettono i residenti estivi durante la pacciamatura

Il pacciame è un buon aiuto per i giardinieri nella lotta per un ricco raccolto. Protegge le radici delle piante dal surriscaldamento e dalle basse temperature, inibisce la crescita delle erbe infestanti, trattiene bene l'umidità nel terreno e lo arricchisce di sostanze nutritive. Ma se usi il rivestimento in modo errato, puoi ottenere l'effetto opposto.

Non rimuovere il pacciame dell'anno scorso

Devi cambiare il pacciame ogni primavera. Anche se sembra ancora presentabile. In esso potrebbero svernare agenti patogeni di varie malattie che, con l'arrivo del caldo, si faranno sentire. Pertanto, è meglio non rischiare, raccogliere e bruciare lo strato di copertura.

Pacciame di piantine

È necessario eseguire la pacciamatura solo quando le piantine o le piantine si alzano dal suolo di 10 cm o più. Una precedente copertura del terreno impedirà la crescita non solo delle erbacce, ma anche delle piante coltivate immature: non avranno abbastanza luce solare.

Non allentare il terreno

Affinché il pacciame funzioni - per proteggere il terreno dall'essiccazione, dal surriscaldamento, migliorare lo scambio di aria e umidità in esso - deve essere posato solo sul terreno preparato. Pertanto, il terreno viene preliminarmente allentato. Il mancato rispetto di questa regola minaccia problemi con lo sviluppo delle piante, l'accumulo di umidità tra il terreno e il pacciame, che può portare alla comparsa di un fungo.

Lay in uno spesso strato

Un altro errore comune che i giardinieri commettono è uno strato molto sottile o, al contrario, troppo spesso. Uno spessore insufficiente del materiale di copertura non protegge il terreno dal surriscaldamento, dall'essiccamento o dalle erbacce. A sua volta, un eccesso di copertura manterrà l'umidità in eccesso nel terreno e questo minaccia la decomposizione delle radici. Qui devi concentrarti sulla struttura del suolo. Con terreno leggero, lo spessore ottimale del pacciame è fino a 7 cm, su terreno pesante - fino a 4 cm.

Non ridurre l'irrigazione

Le piante da pacciame devono essere annaffiate meno frequentemente. Lo strato di copertura trattiene l'acqua nel terreno. Se il regime di irrigazione non viene modificato, l'umidità in eccesso può rallentare la crescita delle piante o addirittura portarle alla morte.

Se si verificano ancora ristagni d'acqua, lo strato di pacciame deve essere rimosso e asciugato. Puoi rimetterlo a posto solo dopo pochi giorni, dopo che l'umidità in eccesso è evaporata dal terreno.

L'irrigazione delle piantine piantate viene eseguita rigorosamente prima della pacciamatura. Altrimenti, le giovani piantine possono ammalarsi rapidamente. Come regola generale, il pacciame dovrebbe essere asciutto e il terreno sottostante dovrebbe essere umido.

Pacciamatura troppo presto

La pacciamatura primaverile può essere eseguita solo dopo che il terreno si è riscaldato. Se ricopri il terreno subito dopo lo scioglimento della neve, la temperatura in profondità rimarrà bassa come prima. Le piante piantate in tale terreno si svilupperanno male, le loro radici possono marcire. Pertanto, è ottimale attendere che compaiano le prime erbacce, eliminarle e stendere uno strato protettivo.

Pacciamata con erbacce in fiore

Il materiale di copertura più comune è l'erba. Le erbe infestanti che sono state estirpate sono disponibili e utili: arrostendo, arricchiscono il terreno di sostanze nutritive. Tuttavia, devi usarli con saggezza: prendi solo quelli che non sono ancora sbocciati. Altrimenti, i semi delle infestanti si disperderanno, germineranno e il danno da tale pacciame sarà più che buono.A proposito, le radici dell'erba devono essere rimosse e l'erba stessa deve essere asciugata: molte erbacce germinano facilmente di nuovo, anche da un pezzo di radice.

Scegliere il pacciame sbagliato

La scelta del pacciame è necessaria non solo tenendo conto della disponibilità o dell'aspetto, ma anche dell'effetto sul terreno. Ad esempio, la segatura di conifere o la corteccia di pino aumentano l'acidità del terreno. Non dovrebbero essere usati nelle aiuole, specialmente sotto i pomodori. Ma un simile rivestimento va bene per lamponi, mirtilli, pastinache, lo stesso vale per altri tipi di pacciame: ognuno di loro per le "loro" piante. Un'opzione universale è, forse, solo l'erba del prato falciata.

Piante di pacciame

Molti giardinieri dimenticano che non sono le piante che devono essere coperte, ma il terreno intorno a loro. Pertanto, la collina intorno alla piantina è un errore. Sicuramente non aggiungerà salute alla pianta. Al contrario, può trasformarsi in marciume delle sue radici e morte. Posare lo strato di pacciame in modo che non tocchi il gambo. Dovrebbe esserci spazio libero intorno ad esso.

[Voti: 2 Media: 5]


I giardinieri che praticano l'agricoltura naturale sostengono ardentemente che l'irrigazione artificiale consuma solo le piante. C'è una logica in questi pensieri, poiché l'eccesso di umidità può fermare lo sviluppo del sistema radicale dei pomodori. Se c'è poca umidità nel terreno, l'apparato radicale si sviluppa più attivamente alla ricerca dell'acqua.

Ma è tutto così roseo? Per evitare che i pomodori necessitino di annaffiature, devono essere soddisfatte diverse condizioni:

1) I pomodori devono essere coltivati ​​all'aperto o sotto un riparo permeabile all'acqua. È importante che le piante abbiano accesso all'acqua piovana.

2) Le piante dovrebbero crescere in letti caldi o terreno fertile. Dimenticando la concimazione e il controllo costante, non ha senso parlare di un buon raccolto.

3) Non fare a meno di pacciamare i letti. Il pacciame dovrebbe essere alto almeno 5 centimetri e coprire completamente il terreno.

Quanti residenti estivi sono disposti a spendere così tanti sforzi per creare le condizioni naturali per la crescita? È molto più facile effettuare annaffiature regolari e monitorare le condizioni dei pomodori, adottando misure tempestive se compaiono determinate malattie o problemi di crescita.


Possibili errori durante la pacciamatura del terreno

I benefici della pacciamatura non devono essere sottovalutati: questa importante procedura non solo aiuta a trattenere l'umidità nel terreno e sopprimere la crescita delle erbe infestanti, ma aiuta anche a proteggere le radici delle piante dagli effetti dannosi di temperature troppo basse o surriscaldamento, non meno distruttivi per loro. Sembrerebbe, cosa può essere difficile nella pacciamatura? Tuttavia, alcuni giardinieri commettono ancora errori! Quali sono questi errori e come evitarli?

Lasciando il pacciame dell'anno scorso

Con l'inizio della primavera, il pacciame che proteggeva la vegetazione in inverno deve essere sostituito con uno nuovo a colpo sicuro. Questo vale anche per il pacciame che è riuscito a ruotare completamente! Altrimenti, tale pacciame può facilmente diventare una fonte di riproduzione di vari parassiti e non meno pericolosi agenti patogeni di tutti i tipi di disturbi, sia virali che fungini. E il vecchio pacciame impedisce anche al terreno di riscaldarsi correttamente in primavera. Ecco perché ogni primavera il giardino deve essere ripulito dal pacciame "esaurito" e il materiale di copertura utilizzato deve essere bruciato. È particolarmente importante sbarazzarsi tempestivamente del pacciame sulle piante bulbose (sui crochi, sui tulipani con i narcisi e così via) - se i loro germogli, essendo sotto un impressionante strato di pacciame, iniziano a sperimentare una mancanza di sole, cresceranno fragile e pallido. E le piante perenni sotto il pacciame possono facilmente iniziare a marcire!

Tempismo errato

Anche la pacciamatura, come quasi tutti gli altri lavori di giardinaggio, ha i suoi tempi. Di norma, viene effettuato in primavera e con l'inizio dell'autunno. Tuttavia, in primavera, il pacciame non deve essere posato immediatamente dopo che la neve si scioglie, ma solo quando il terreno ha il tempo di riscaldarsi. Se il terreno viene triturato troppo presto, non sarà in grado di scongelarsi completamente (e durante gli inverni rigidi si congela su distanze piuttosto lunghe nell'entroterra!), E la sua microflora semplicemente non avrà il tempo di svegliarsi. Un risultato molto deplorevole di questo errore sarà un significativo rallentamento dello sviluppo della vegetazione, inoltre, l'aumento dell'umidità del suolo può portare al graduale decadimento di molte colture. Pertanto, è meglio attendere prima la comparsa di alcune erbacce annuali, quindi eliminarle e coprire immediatamente il terreno con pacciame. Ma in autunno, è importante avere il tempo di pacciamare il terreno prima che inizi a gelare: questo approccio prolungherà il periodo di veglia della microflora del suolo e proteggerà anche la vegetazione dal maltempo e dalle forti gelate.

Nessun allentamento

Prima di procedere con la pacciamatura del terreno, deve essere completamente allentato - non dimenticare che dopo un lungo inverno, così come dopo piogge o annaffiature, sulla superficie del terreno appare una crosta abbastanza densa. E se questa crosta non viene allentata, l'umidità sarà molto scarsamente assorbita nel terreno, a causa della quale potrebbero apparire tutti i tipi di problemi con lo sviluppo di animali domestici verdi. E un eccessivo ristagno può portare ad un attacco dei disturbi fungini più pericolosi. La pacciamatura del terreno precedentemente allentato avrà un effetto eccezionalmente benefico su di esso: nutrirlo, migliorarne significativamente la struttura, fornirgli una protezione affidabile contro l'erosione e anche mantenere la scioltezza del suolo, rispettivamente, l'aria scorrerà liberamente alle radici del piante, che è anche importante.

E le piantine e le piantine sottodimensionate?

Non dovresti affrettarti a pacciamare le piantine appena apparse o le piantine piantate di recente: in questo caso, il pacciame ostacolerà la crescita e lo sviluppo non solo delle erbe infestanti, ma anche delle colture piantate, perché le bloccherà in gran parte dalla luce! Quindi prima devi aspettare che le piantine con le piantine diventino più forti e si allunghino un po ', cioè crescano almeno da cinque a dieci centimetri, e solo allora ha senso iniziare la pacciamatura!

Spessore dello strato

Uno strato di pacciame eccessivamente spesso comporta la decomposizione delle piante e, attraverso uno strato troppo sottile, non solo le erbacce sfondano facilmente, ma l'umidità evapora molto rapidamente. Pertanto, è importante osservare la misura in tutto: lo spessore ottimale dello strato di pacciamatura è considerato nell'intervallo da tre a sette centimetri. Allo stesso tempo, su terreni pesanti, uno strato di tre centimetri sarà abbastanza, e su terreni leggeri, puoi tranquillamente posare uno strato di sei o sette centimetri di spessore. E, naturalmente, è sempre molto importante monitorare la composizione del pacciame: questo ti consentirà di ottenere il miglior effetto di pacciamatura!


Regole per l'organizzazione del giardino

Di lato, i letti per i pigri hanno poca somiglianza con la semina tradizionale: puoi vedere le differenze nella foto. Sui letti normali, le verdure vengono piantate in file e le corsie vengono calpestate strettamente nel tempo. Dai un'occhiata più da vicino e vedi che in un orto tradizionale, solo un terzo dell'area è utilizzato per le piante. È necessario interrompere la pratica dello spreco di energia e andare all'uso dei letti, che sono costantemente collocati in un posto. Il nostro pianerottolo dovrebbe essere di dimensioni tali che sia possibile raggiungere il centro del campo dal suo bordo. Cioè, non è necessario camminare tra le file. Inoltre, devono essere rispettate le seguenti condizioni:

  1. Si consiglia di dotare letti pigri lungo i bordi esterni. Puoi usare tutto ciò che trovi a portata di mano: legno, mattoni, pietre, pezzi di ardesia e plastica. Condizione indispensabile: i letti devono rimanere nello stesso posto.
  2. È possibile migliorare la resa con l'aiuto del compost, che viene generosamente alimentato al terreno. Lo stesso vale per i giardini. Tuttavia, non tutti hanno l'opportunità di utilizzare il letame, quindi ha senso cercare di aggiungere quanta più materia organica possibile al terreno. Ad esempio, usa il concime verde, che viene piantato prima e dopo la coltivazione degli ortaggi, e pacciame regolarmente.

I Siderata sciolgono il terreno e sono un ottimo fertilizzante

  • Il proprietario di aiuole intelligenti non dimentica di usare fertilizzanti organici. Questa è una tesi innegabile: le piante coltivate con fertilizzanti danno la migliore resa. Allo stesso tempo, l'attenzione ai letti richiede molto meno.
  • Idealmente, se al posto del terreno si usa il compost, con l'aggiunta di segatura, paglia, foglie, per dare alle piante più nutrienti. Per iniziare a piantare sul compost, è necessario distribuirlo sul letto del giardino e cospargerlo con un po 'di terra. Dopo circa un mese, puoi iniziare a piantare colture sul sito preparato.

  • Come pacciamare i pomodori: tipi di pacciamatura e applicazione

    I principi generali della pacciamatura come metodo agrotecnico sono applicabili anche per la coltivazione del pomodoro, non esiste una pacciamatura speciale “pomodoro”. Tuttavia, quando si utilizzano materiali generalmente accettati, è necessario tenere conto di alcune sfumature.

    L'uso di materiali di copertura sintetici

    I più comuni sono film e non tessuti. Consideriamoli in dettaglio.

    Film in polietilene

    La pellicola per pacciamatura del pomodoro dovrebbe essere rossa, opaca e forte per soffocare la crescita delle erbacce. Copri strettamente il terreno sotto i pomodori, questo aumenterà la temperatura del suolo di 1-2 ° C.

    Quando si utilizza tale materiale nelle serre, l'umidità dell'aria viene notevolmente ridotta a causa della bassa evaporazione dell'umidità dal suolo. Ciò impedisce lo sviluppo di malattie fungine.

    Nutri le piante con fertilizzante composto o compost prima di posare il film.

    Tieni presente che il film non consente il passaggio dell'aria, nella stagione calda il terreno si surriscalda, il che può portare alla morte delle piante. Pertanto, il film viene rimosso di volta in volta per ventilare i letti.

    Non tessuti

    I tessuti non tessuti (spunbond, lutrasil) sono considerati "traspiranti", lasciano passare aria e acqua, ma allo stesso tempo trattengono perfettamente il calore e proteggono le piante dal gelo. Il materiale è scelto in nero. Se utilizzato in serra, durerà dai 3 ai 5 anni, proteggendo i pomodori da erbe infestanti, parassiti e malattie fungine.

    Utilizzo di materiali organici

    I materiali organici per pacciamatura si sono dimostrati efficaci nella coltivazione del pomodoro. Sono economici (e spesso gratuiti) e abbastanza convenienti. Consideriamo alcuni di loro.

    Cannuccia

    La paglia è un ottimo isolante termico, durante le notti fredde protegge la superficie del suolo dal gelo. Il terreno è umido e sciolto sotto il pacciame di paglia. Uno strato di paglia nei letti è una buona prevenzione delle malattie del pomodoro: marciume precoce, antracnosi, macchia fogliare. Inoltre, decomponendosi lentamente, la paglia contribuisce alla fertilità del suolo.

    Lo svantaggio del pacciame di paglia è che roditori e parassiti iniziano in uno spesso strato. Pertanto, la paglia deve essere rimossa e rinnovata di volta in volta.

    Compost

    La pacciamatura dei pomodori con il compost è molto efficace. Qualsiasi tipo di rifiuto organico è adatto a lui. Per la pacciamatura è sufficiente uno strato di compost di 3 cm.

    Tuttavia, il compost deve essere maneggiato con cura. È meglio mescolarlo con altri tipi di pacciame, poiché viene rapidamente elaborato dai vermi.

    Erba o fieno appena tagliato

    L'erba appena tagliata e le giovani erbacce estirpate vengono spesso utilizzate per coprire il terreno. L'erba si decompone velocemente, quindi lo strato deve essere spesso in modo che dopo l'assestamento la sua altezza sia di almeno 5 cm In questo caso il terreno si arricchisce abbondantemente di azoto e microelementi. Il processo di decomposizione attira i vermi, inoltre allentano il terreno.

    Lo svantaggio di questo tipo di pacciame è la rapida decomposizione, lo strato d'erba dovrà essere aggiornato frequentemente.

    Prima di sdraiarsi sui letti, le erbacce e l'erba devono essere asciugate al sole per sbarazzarsi degli insetti parassiti.

    Segatura

    La segatura di legno è un altro pacciame disponibile. La segatura fresca trattiene l'umidità nel terreno e ne migliora la struttura. La segatura impiega molto tempo a decomporsi, è ottimale usarla quando si mescola con il compost.

    Più in dettaglio sulla possibilità di pacciamare i pomodori in una serra con segatura, lo diremo nelle seguenti sezioni dell'articolo.


    Caratteristiche della pacciamatura con segatura

    Sono disponibili molti materiali organici per pacciamatura. In considerazione dello sviluppo dell'agricoltura, la segatura viene spesso utilizzata per la pacciamatura. Nonostante il suo basso costo, il materiale è di grande beneficio. La segatura viene utilizzata sia in inverno che in estate. Non consentono alle radici delle colture di congelarsi. Basta stenderli sui letti e tamponarli. Per evitare che la segatura svolazzi al vento, lo sterco di vacca viene aggiunto al pacciame.

    Il terreno per l'inverno viene triturato a metà ottobre o all'inizio di novembre. Sulle aiuole viene steso uno strato fino a 3 cm, ma la pacciamatura con segatura non è adatta a tutte le piante e tipi di terreno. Fai attenzione con la segatura di quercia e pino! Lo spessore dello strato di pacciamatura è selezionato per diverse colture:

    • per tulipani, aglio e cipolle è di 6 cm
    • per fragole e carote - fino a 4-5 cm.


    Il pacciame non viene rimosso dai letti di fragole e fragole tutto l'anno.
    Sono simili nelle loro caratteristiche al fieno e alla segatura di paglia.


    Cosa non può pacciamare i pomodori in una serra

    I pomodori nella serra non devono essere pacciamati con materiali che, una volta decomposti, formano sostanze nocive, ad esempio il materiale del tetto.

    Non utilizzare lucidi in quanto non bloccheranno i raggi del sole e le erbacce continueranno a crescere. Sotto la pellicola trasparente, il terreno si surriscalda notevolmente, il che può portare alla morte dei pomodori.

    Cartone, giornali, carta sono troppo leggeri e si asciugano rapidamente. Il loro uso nelle serre è indesiderabile.

    Il letame fresco può "bruciare" le radici delle piante o portare a una rapida crescita della massa verde a scapito del frutto.

    Importante! È categoricamente impossibile usare la corteccia di pino: la sua resina distrugge i pomodori.

    L'uso della torba pura per la pacciamatura dei pomodori è sconsigliato, in quanto ossida fortemente il terreno.


    Pacciamatura della corteccia di pino

    Il terreno viene triturato in primavera e in autunno. Si consiglia di eseguire la procedura quando la terra si riscalda bene. Il momento più adatto è maggio: non è consigliabile pacciamare prima, poiché lo strato di corteccia impedirà al terreno di riscaldarsi. Se il terreno è umido, la procedura deve essere posticipata fino a quando non si asciuga. Altrimenti, il terreno diventerà troppo denso.

    In autunno, la pacciamatura viene eseguita all'inizio della stagione, a settembre. Questo periodo è più adatto per la conservazione di microrganismi benefici nel suolo. In alcuni casi, il terreno viene triturato in inverno per proteggere le colture da forti gelate.

    Per prima cosa devi ripulire l'area da detriti, erbacce e foglie cadute. Se la superficie del terreno è asciutta, spruzzala con acqua. Quindi applica il fertilizzante. Le miscele di nutrienti vengono introdotte nel terreno ad una profondità di 15-20 cm, livello che corrisponde all'attività vigorosa delle radici. Con l'applicazione superficiale della medicazione superiore (1–2 cm), le piante non saranno in grado di assorbire i nutrienti.

    Il letame di cavallo o mucca marcio è considerato il fertilizzante organico più efficace. Si applica rispettivamente in ragione di 3-4 kg e 5-8 kg ha di 1 m² di terreno. Puoi anche usare torba o terriccio (2,5 kg e 5 kg per 1 m²). I fertilizzanti minerali vengono utilizzati anche prima della pacciamatura. Su 10 m² vengono applicati 300 g di composti azotati (urea, carbammide o nitrato di ammonio), 250 g di fosforo e 200 g di sostanze di potassio.

    Quindi la corteccia viene versata in uno strato di 2-8 cm, il suo spessore dipende dalla densità del terreno. La copertura su terreni argillosi pesanti non deve superare i 2 cm Su terreno sciolto leggero si può versare uno strato da 5 a 8 cm.

    È necessario mantenere una certa distanza tra le piante e il pacciame. Per gli arbusti è 40-50 cm, per gli alberi - 70-80 cm Il terreno viene triturato con corteccia ogni 2-3 anni.


    Guarda il video: PACCIAMATURA: è facile con i consigli di Nick! - Il contadino Nick