Suggerimenti per la cura di piante e fiori nella stagione calda

Suggerimenti per la cura di piante e fiori nella stagione calda

Quando il tempo improvvisamente sale alle stelle con temperature superiori a 85 F. (29 C.), molte piante subiranno inevitabilmente effetti negativi. Tuttavia, con un'adeguata cura delle piante all'aperto in condizioni di calore estremo, gli effetti dello stress termico sulle piante, comprese le verdure, possono essere ridotti al minimo.

Come le piante affrontano il calore

Quindi come fanno le piante a far fronte al calore una volta che le temperature iniziano a salire? Mentre alcune piante, come le piante grasse, sono ben attrezzate per gestire il calore conservando l'acqua nelle loro foglie carnose, la maggior parte delle piante non ha questo lusso. Pertanto, normalmente soffriranno di calore in un modo o nell'altro.

Generalmente, lo stress da calore di una pianta si manifesta con l'appassimento, che è un segno sicuro che si è verificata una perdita d'acqua. Se questo viene ignorato, la condizione peggiorerà, poiché le piante alla fine si seccheranno, diventando un marrone croccante prima di morire. In alcuni casi può verificarsi l'ingiallimento delle foglie.

Lo stress da calore di una pianta può essere riconosciuto anche dalla caduta delle foglie, specialmente sugli alberi. Molte piante in realtà perdono parte del loro fogliame nel tentativo di conservare l'acqua. In un clima eccessivamente caldo, molte colture orticole hanno difficoltà a produrre. Piante come pomodori, zucca, peperoni, meloni, cetrioli, zucche e fagioli di solito lasciano cadere i loro fiori ad alte temperature, mentre i raccolti della stagione fredda, come i broccoli, si abbatteranno. La putrefazione dei fiori è anche comune durante la stagione calda e prevalente in pomodori, peperoni e zucca.

Come prendersi cura delle piante quando fa caldo

La cura di piante e fiori nella stagione calda è praticamente la stessa, ad eccezione delle piante in vaso o di quelle che sono state piantate di recente. Naturalmente, l'irrigazione aggiuntiva è un dato di fatto, con piante nuove e in vaso che richiedono ancora più irrigazione. Oltre ad annaffiare più spesso, le piante di pacciamatura possono aiutare a conservare l'umidità e mantenere le piante più fresche. Può essere utile anche l'uso di coperture ombreggianti, specialmente su colture orticole.

Le piante portacontainer richiedono annaffiature giornaliere, anche due volte al giorno ad alte temperature. Queste piante dovrebbero essere messe a bagno fino a quando non si vede l'acqua che fuoriesce dai fori di drenaggio. Anche mettere i granuli d'acqua nelle pentole aiuta. Poiché questi assorbiranno gradualmente l'acqua in eccesso, nei periodi di siccità, i granuli rilasceranno lentamente parte di questa acqua nel terreno. Si consiglia inoltre di spostare le piante in vaso in un luogo più ombreggiato durante il caldo della giornata.


Mantenere le colture fresche durante la stagione calda: 13 modi per combattere il caldo

Scopri come mantenere fresche le colture durante la stagione calda, come proteggere le tue colture dalle incessanti radiazioni del vecchio sol, oltre a semplici tecniche di fine estate per un abbondante raccolto autunnale.


Come gli alberi restano freschi

Mentre gli effetti dell'eccessivo caldo estivo non sono così evidenti o immediati sugli alberi come lo sono negli esseri umani, gli alberi possono anche subire lesioni e persino la morte a causa di un'ondata di caldo. Sebbene gli alberi non abbiano la possibilità di immergersi in un edificio climatizzato, bere un bicchiere di acqua fredda o stare di fronte a un ventilatore che soffia, hanno un modo per dissipare il calore: si chiama traspirazione.

Gli alberi (e altre piante nel tuo paesaggio del New Jersey) assorbono l'acqua dal suolo attraverso le loro radici. Quell'acqua si diffonde in tutto l'albero e, a temperature elevate, viene rilasciata sotto forma di vapore acqueo dalle foglie. Questo processo evaporativo raffredda la superficie fogliare e l'aria circostante (ecco perché spesso è di qualche grado più fresco sotto un albero).


3. Promuove un'elevata umidità.

Le piante che amano l'umidità, come felci, zenzero, ibisco e orecchie di elefante, dovrebbero essere appannate frequentemente durante i periodi di clima caldo e secco. Le impostazioni "fiore" o "lavaggio morbido" sull'ugello sono perfette per erogare uno spruzzo d'acqua delicato e uniforme a queste piante che amano l'umidità.

Se è particolarmente ventilato, potrebbe essere necessario nebulizzarli un paio di volte al giorno e dare al giardino una seconda annaffiatura nel tardo pomeriggio per aumentare l'umidità.

Le piante portacontainer dovrebbero essere raggruppate insieme per aumentare l'umidità e traggono vantaggio soprattutto dall'essere posizionate sotto la chioma di piante o alberi più grandi.


Caratteristiche di annaffiare le piante in una serra

Le piante piantate in piena terra sono preferibili all'acqua la sera e in serra al mattino. L'acqua per l'irrigazione in una serra dovrebbe essere più calda di quella per i terreni aperti. Ciò è dovuto al fatto che la temperatura nello spazio chiuso è più alta che nella strada. Non dimenticare di mettere barili aperti, secchi d'acqua accanto alle piante da serra, questo creerà un microclima favorevole.

Nelle giornate estive particolarmente calde, il materiale di copertura aiuterà ad abbassare la temperatura nella serra. Può essere tirato e fissato sul tetto, appeso sotto forma di tende all'interno. L'idea è creare una barriera alla luce solare diretta. Tenere aperte le porte e le finestre della serra per non creare un effetto termoisolante del thermos.

Puoi usare un metodo meno budget: tratta la superficie esterna della serra con una soluzione di acqua e gesso nel rapporto di 8 litri di acqua per 200 g di gesso. Queste azioni possono ridurre il rendimento della luce solare. Quando la necessità di una tale calce scompare, sarà sufficiente lavarla via con acqua.

In un clima particolarmente caldo e calmo, molti residenti estivi mettono i fan sul pavimento della serra.


Colture con clima fresco

Queste piante non tollerano il caldo.

  • Broccoli
  • Cavolo rapa
  • cavolo cinese
  • cavoletti di Bruxelles
  • Carote
  • Ravanelli
  • cavolo
  • bietola
  • Cavolfiore
  • Lattuga e altre verdure per insalata
  • Spinaci
  • Piselli

Nell'orto, sono i raccolti del clima fresco - lattuga, spinaci, rucola, broccoli, cavoli, cavolfiori, piselli, coriandolo - che soffrono quando fa caldo. (Vedere Colture in clima fresco, a destra.) Anche con una fornitura abbondante e costante di acqua, quando le temperature superano gli 80 gradi, queste piante tendono a smettere di crescere, a seminare o semplicemente a rinunciare al fantasma.

Le colture per il clima fresco dovrebbero essere coltivate su entrambi i lati del caldo di mezza estate. Le piante saranno molto più sane e avranno anche un sapore migliore. Cerca varietà che si adattino bene alla produzione primaverile o autunnale. Pianifica di seminare insalata ogni due settimane per mantenere una fornitura costante di foglie di alta qualità. Per saperne di più sulla semina in successione, leggi Raddoppia il raccolto con una seconda semina.

Nella stagione calda, le colture sensibili al calore vogliono protezione sia dal calore che dal sole. La rete ombreggiante aiuta queste piante in diversi modi. Soprattutto, mantiene la temperatura del suolo e dell'aria fino a 10 gradi più fresca (i semi di lattuga germinano male a una temperatura del suolo superiore a 70 gradi). La rete ombreggiante protegge anche il fogliame tenero dall'essere bruciato dalla luce solare intensa e riduce la perdita di umidità.

Per ottenere i migliori risultati, sospendi la rete ombreggiante a diversi centimetri sopra le tue colture, lasciandola riposare su un filo metallico o su cerchi in acciaio regolabili o su un telaio di legno.


Guarda il video: ROSE MERAVIGLIOSE TRUCCHI E SEGRETI