X Malattia delle ciliegie - Cos'è la malattia della pelle di daino della ciliegia

X Malattia delle ciliegie - Cos'è la malattia della pelle di daino della ciliegia

Di: Liz Baessler

La malattia di X delle ciliegie ha un nome minaccioso e una reputazione minacciosa da eguagliare. Chiamata anche malattia della pelle di daino della ciliegia, la malattia X è causata dal fitoplasma, un patogeno batterico che può colpire ciliegie, pesche, prugne, nettarine e chokecherries. Non è molto comune, ma una volta colpito, è facilmente spalmabile, difficile da estirpare e può significare la fine di molti dei tuoi alberi di ciliegio (anche dell'intero frutteto). Continua a leggere per saperne di più sui sintomi della malattia X e su come trattare la malattia del ciliegio X.

X Malattia nei ciliegi

I sintomi della malattia X sono i più facili da individuare quando l'albero sta fruttificando. Il frutto sarà piccolo, coriaceo, pallido e piatto e appuntito invece che rotondo. È probabile che solo le parti di un albero infetto mostrino sintomi, forse anche solo un singolo ramo di frutta.

Le foglie di alcuni rami possono anche diventare screziate, quindi arrossarsi e cadere prima che normalmente farebbero. Anche se il resto dell'albero sembra sano, l'intera cosa è infetta e smetterà di produrre in modo sostenibile entro pochi anni.

Come trattare la malattia del ciliegio X.

Sfortunatamente, non esiste un buon metodo per trattare la malattia X nei ciliegi. Se un albero mostra i sintomi della malattia X, dovrà essere rimosso, insieme al suo ceppo, per prevenire la crescita di nuove infezioni.

L'agente patogeno è trasportato dagli insetti cicaline, il che significa che una volta che è entrato in un'area, è molto difficile sradicarlo completamente. Dovresti rimuovere ogni possibile host entro 500 metri dal tuo frutteto. Questo include pesche selvatiche, prugne, ciliegie e chokecherries. Inoltre, rimuovi eventuali erbacce come il dente di leone e il trifoglio, poiché possono anche ospitare l'agente patogeno.

Se molti alberi nel tuo frutteto sono infetti, potrebbe essere necessario sparire tutto. Anche gli alberi che sembrano sani potrebbero ospitare la malattia X delle ciliegie e la diffonderanno ulteriormente.

Questo articolo è stato aggiornato l'ultima volta il

Maggiori informazioni sui ciliegi


Identificazione e controllo delle malattie del ciliegio

Tutti sanno quanto sono deliziose le ciliegie da mangiare fresche o in torte, crostate e marmellate. Purtroppo, molti parassiti e malattie degli alberi amano anche banchettare con i ciliegi e i loro frutti. Mentre i ciliegi sono naturalmente suscettibili a una serie di problemi di salute, questi problemi peggiorano se selezioni la cultivar sbagliata per la tua regione di coltivazione o non ti prendi cura adeguatamente dell'albero.

Identificazione delle malattie comuni del ciliegio

Le malattie del ciliegio sono causate da batteri e virus che attaccano le radici, le foglie, i rami o i frutti dell'albero. I più comuni di questi problemi sono:

  • Marciume radicale di Armillaria (Armillaria mellea)
    Il primo segno di questa malattia fungina si nota spesso sulle foglie che appassiscono e diventano gialle e dall'aspetto opaco. La fonte del problema, tuttavia, è un fungo longevo che cresce all'interno del sistema radicale. Cerca un fungo piatto bianco o giallo che cresce nella corteccia. A volte, è possibile impedire a questo fungo di uccidere l'albero scavando un buco attorno alla base del tronco ed esponendo e seccando il fungo.
  • Marciume bruno (Monilinia fructicola)
    Questa è un'altra malattia fungina comune ai ciliegi e ad altre drupacee. Il clima caldo e umido primaverile consente al fungo di crescere e diffondersi, infettando fiori e frutti, ma non uccidendo l'albero. Cerca fiori che diventano marroni, ma non cadono dall'albero e macchie depresse su ramoscelli e fiori con una linfa appiccicosa che trasuda da loro. Inoltre, la muffa appare sui fiori e sui piccoli rami e la malattia si sposta fino a colpire il frutto. Controlla il marciume bruno iniziando con un albero resistente a questa malattia, piantandolo in un terreno ben drenato, potando i rami e diradando il raccolto di frutta ogni anno.
  • XMalattia Conosciuta anche come malattia della pelle di daino della ciliegia, questa malattia del ciliegio è trasmessa da un organismo parassitario trasmesso dalle cicaline. Le foglie si arricciano e diventano gialle e sulle foglie compaiono macchie viola o rossastre seguite da fori che si sviluppano nel fogliame. Foglie e frutti cadono dall'albero e i frutti hanno un aspetto coriaceo e irregolare e non maturano correttamente. Controlla la malattia X rimuovendo la pianta ospite alternativa, aronia, dall'area, tenendo le erbacce basse e non annaffiando o concimando troppo.
  • Oidio (Specie Podosphaera)
    Questa è un'altra malattia fungina che compare con tempo umido e caldo. Un'oidio bianco o grigio appare su boccioli di fiori, foglie, piccoli rami e le foglie possono arricciarsi e incresparsi. Una corretta irrigazione, la rimozione dei germogli d'acqua e l'applicazione di spray a base di zolfo possono controllare questo problema.

Prevenire le malattie del ciliegio

La cura adeguata dei ciliegi dalla semina per tutta la vita è il modo migliore per prevenire le malattie. La selezione di una varietà di ciliegie più adatta alla tua zona climatica USDA aiuta anche a ridurre la possibilità di problemi di malattia.


Sintomo: declino generale

Se i primi sintomi che vedi includono appassimento o declino dei rami in primavera, il tuo ciliegio potrebbe essere influenzato dalla putrefazione della corona o delle radici. I marciumi della corona e delle radici sono causati dai funghi Phytophthora, specie di muffe acquatiche. Un'altra causa di deperimento o declino dei rami nei ciliegi è la putrefazione delle radici di Armillaria, un'altra malattia fungina, che causa anche avvizzimento, debolezza generale, caduta prematura delle foglie e, infine, collasso. Gli alberi di portinnesto "Mahaleb", un comune portinnesto di ciliegio dolce, collassano sopra l'innesto e mostrano un improvviso avvizzimento attraverso l'albero quando infettati dalla pelle di daino di ciliegio.


Malattie batteriche

La macchia fogliare e il cancro del ramoscello sono due malattie causate da batteri che penetrano attraverso le ferite del ciliegio. La macchia batterica delle foglie provoca la comparsa di macchie secche rossastre sulle foglie. Con il progredire della malattia batterica, le macchie cadono e fanno sì che la foglia abbia un aspetto bucato. Gli ulcera causano la comparsa di lesioni impregnate d'acqua sulla corteccia infetta. La migliore difesa contro le malattie batteriche è mantenere in salute il ciliegio Yoshino e fornire tutti i requisiti di crescita necessari. Se l'albero viene infettato da una malattia batterica, rimuovere e distruggere immediatamente i rami infetti e fertilizzare l'albero.


Come identificare il nodo nero

Sintomi del ramo

Le galle del nodo nero sono più evidenti durante l'autunno e l'inverno dopo che tutte le foglie sono cadute.

Crescite nere nodose e gonfie chiamate galle crescono lungo la lunghezza di steli e rami.

All'inizio dell'estate, le galle giovani o le nuove aree di crescita sui bordi delle galle più vecchie sono ricoperte da spore vellutate di colore verde oliva.

Queste galle diventano nere e dure entro la fine dell'estate.

I rami infetti possono piegarsi su un lato a causa della crescita del fiele.

Ci possono essere ovunque da poche galle a centinaia di galle all'interno della chioma dell'albero.

Sintomi fogliari

Le foglie rimangono sane e verdi anche sui rami con galle negli alberi tolleranti ai nodi neri.

Le foglie appassiscono, diventano marroni e muoiono sui rami con galle negli alberi che sono altamente suscettibili al nodo nero.

Le foglie marroni e appassite all'estremità dei rami sono spesso sparse in tutto l'albero su alberi altamente sensibili.

Sintomi del tronco

Ampie aree di ruvida corteccia nera gonfia si formano sul tronco dell'albero principale.

I nodi neri sui tronchi sono spesso incrinati e possono trasudare liquido appiccicoso.

I funghi della decomposizione del legno possono entrare nel tronco attraverso le crepe causate dai nodi neri e causare la putrefazione del legno.

Alberi colpiti dal nodo nero nel Minnesota

Più suscettibile (è probabile che venga danneggiato da un nodo nero)

Prugna americana (P. americana)

Prugna canadese, tra cui "Princess Kay" (P. nigra)

Chokecherry, tra cui: "Shubert" e "Canada Red" (P. virginiana)

Ciliegia europea (P. padus)

Prugna europea, tra cui: "Stanley" (P. domestica)

Prugna dalle foglie viola (P. cerasifera)

Meno suscettibile (può essere infetto ma spesso tollera il nodo nero)

Ciliegia di Nanchino (P. tomentosa)

Pin ciliegia (P. pensylvanica)

Ciliegia Sargent (P. sargentii)

Ciliegio di sabbia occidentale (P. purmila var. besseyi), tra cui: ciliegia sabbia foglia viola Prunus x cistena

Raramente colpito

Chokecherry dell'Amur (P. maacki)

Mandorla in fiore (P. triloba)


Western X e Cherry Virus

Informazioni dal Dr. Ken Eastwell, Specialità fitosanitarie riassunte da Tianna DuPont, WSU Tree Fruit Extension. Aprile, 2017.

Con la preoccupazione per la piccola malattia del ciliegio, i coltivatori stanno testando e trovando una serie di altri virus della ciliegia nei loro frutteti. Il dottor Ken Eastwell ha parlato della Western X e dei virus della ciliegia durante i WSU Extension Fruit Days di quest'anno a Wenatchee. Ecco alcuni punti salienti.

Anche se i virus non sempre uccidono i tuoi alberi immediatamente, stanno tutti privando i tuoi alberi di energia. Ciò influisce sulla resa e talvolta sulla qualità dei frutti. Sebbene il virus Little Cherry 2 fosse il patogeno più comune associato alla malattia della piccola ciliegia nei test recenti, è stato riscontrato frequentemente anche Western X. In un recente sondaggio, il virus Little Cherry 1 è stato riscontrato raramente e si è verificato solo in combinazione con altri agenti associati alla malattia della piccola ciliegia. Sono stati trovati anche molti altri virus.

Fitoplasma X occidentale

Western X non è un virus. È un tipo speciale di batteri chiamato fitoplasma. Il fitoplasma dell'X occidentale vive nel sistema vascolare dell'albero e ostruisce il sistema, bloccando il movimento di acqua e sostanze nutritive. I sintomi includono spesso una maturazione irregolare dei frutti. Nello stesso grappolo, puoi avere frutti normali proprio accanto a frutti che non hanno la giusta dimensione o colore. In contrasto con gli effetti del virus Little Cherry 2, dove la frutta ha spesso poco sapore, la frutta degli alberi infetti dall'X occidentale ha generalmente un sapore amaro. Oltre ai sintomi del frutto, si noterà una riduzione della crescita e dell'estensione degli arti infetti, che a volte portano all'affollamento delle foglie in fitti grappoli (chiamati rosette). I primi alberi infetti in un frutteto di solito si verificano entro uno o due alberi dal bordo dei blocchi del frutteto e spesso adiacenti alle aree di artemisia o steppe. La diffusione secondaria agli alberi più in là nel blocco continua da questi siti di infezione iniziale.

Il fitoplasma Western X si replica nel tessuto floema dell'albero. Ha un ciclo di vita interessante. Si ritiene che il fitoplasma muoia nelle parti aeree dell'albero mentre i rami rimangono dormienti durante i mesi invernali, ma il fitoplasma vivente sverna nelle radici. In primavera, le porzioni aeree dell'albero si infettano nuovamente quando il fitoplasma risale il floema dell'albero, seguendo solitamente lo stesso percorso generale dell'anno precedente. Di conseguenza, potresti vedere i sintomi in un arto per un anno o più, ma alla fine i sintomi appariranno in altri arti. La rimozione di un arto sintomatico non elimina il fitoplasma poiché è già nel sistema radicale prima che compaiano i sintomi.

Le cicaline sono il vettore di Western X. Una volta che una cicalina viene infettata, viene infettata per tutta la vita. Esistono due specie di cicaline (Colladonus reductus e C. geminatus) che sono i più diffusi nei frutteti di Washington e che portano il fitoplasma X occidentale. In un sondaggio, dal 33% al 36% di queste cicaline trasportava il fitoplasma Western X. C. geminatus infettato da Western X è molto probabilmente trovato all'inizio della stagione (fine aprile e inizio maggio), mentre C. reductus con Western X si trova solitamente più avanti nella stagione (fine luglio e inizio agosto). Sono in corso ulteriori studi per seguire le popolazioni di cicaline infette più avanti nella stagione e per verificare la loro capacità di trasmettere il fitoplasma.

Western X non è un problema nuovo. Fu identificato per la prima volta nei ciliegi dello Stato WA nel 1946. In un'indagine del 1947, circa l'1% dei ciliegi fu infettato. Il test per Western X è diventato possibile a partire da 20 anni fa, quando è stato sviluppato un test di laboratorio basato su regioni conservate del genoma. Da allora, i test sono migliorati in modo significativo e attualmente sono state identificate regioni di DNA uniche per Western X che possono essere utilizzate in vari sistemi di analisi di laboratorio. Sono stati apportati importanti miglioramenti al sistema di analisi nel 2015 e di nuovo nel 2016 e probabilmente continueranno ogni anno con la raccolta di più dati.

Campionamento: Esiste un'ampia gamma di tipi di campioni e tempi in cui possono essere prelevati. Prova uno dei due:

  • Foglie di legno vecchio: 2 mesi dopo la fioritura
  • Germogli verdi: dopo la raccolta dei frutti
  • Corteccia: in qualsiasi momento (1 mese dopo la fioritura è meglio)
  • Steli di fiori: tessuto fresco in qualsiasi momento disponibile
  • Petali di fiori: tessuto sempre fresco disponibile
  • Gambi di frutta: carta velina fresca sempre disponibile

Contatta il tuo laboratorio diagnostico preferito per coordinare i test. Questo è importante in modo che i campioni possano essere testati non appena vengono inviati e mentre sono ancora freschi.

Raccomandazioni per la gestione di Western X:

  • Inizia con un brodo di semina pulito.
  • Esamina e contrassegna gli arti sintomatici per il test una settimana prima del raccolto.
  • Torna dopo il raccolto per raccogliere i campioni.
  • Non dimenticare di guardare e campionare i blocchi abbandonati nelle vicinanze.
  • Rimuovi gli alberi infetti.
  • Gestisci il vettore della cicalina.

La rimozione degli alberi infetti è importante: In uno studio iniziale, nei frutteti in cui gli alberi infetti sono stati rimossi non appena sono stati osservati, l'incidenza della malattia è rimasta inferiore al 2% ed è diminuita nel tempo. I frutteti in cui i coltivatori hanno lasciato alberi infetti fintanto che sono stati in grado di raccogliere alcuni frutti hanno registrato un drammatico aumento dell'incidenza di alberi malati. Potrebbe essere straziante, ma sii aggressivo e rimuovi gli alberi infetti. Gli alberi infetti sono una fonte della malattia che si diffonderà attraverso il resto del blocco dalle cicaline.

Per gestire le cicaline: Evita gli spray indiscriminati. Scegli come target l'inizio e la fine della stagione. Aiuta a identificare quale cicalina hai presente in modo da poter eliminare uno spruzzo se possibile. Gestisci gli ospiti alternativi del fitoplasma e delle cicaline: trifogli, denti di leone, ricciola, amarena, chokecherry. Le erbacce a foglia larga sono difficili da eliminare da un frutteto, ma sopprimendole, il tuo frutteto diventa meno attraente per i vettori delle cicaline.

Virus del rotolo di foglie di ciliegio

Rilevata per la prima volta a Washington nel 1997, ogni anno vengono rilevate nuove infezioni da virus del rotolo di foglie di ciliegio. I sintomi includono maturazione tardiva (da 3 a 10 giorni a seconda del tempo) e colore scadente. Se gli alberi sono infettati da virus aggiuntivi, i sintomi possono includere escrescenze (enazioni) sul lato inferiore delle foglie. La distribuzione del virus nell'albero è irregolare e, come tale, è fondamentale testare solo gli arti che sono sintomatici. Il virus del rotolo di foglie di ciliegio si trasmette per germogliamento, innesto e innesto di radici. Può anche essere trasmesso dal polline alle piantine, il che è importante se si utilizza un portainnesto. Si ritiene che possa essere trasmesso dal polline ai destinatari del polline a bassa frequenza. Se gli alberi vengono rimossi immediatamente dopo aver visto per la prima volta i sintomi, è ragionevolmente facile eliminare questo virus dal tuo frutteto. Ma se aspetti che più alberi vengano infettati, il controllo diventa molto difficile.

Cherry Raspleaf Virus

I sintomi più caratteristici del virus Cherry raspleaf sono enazioni pronunciate sulle foglie degli arti inferiori. Riduce la crescita e la produzione di frutta e provoca un appiattimento della frutta sia nella ciliegia che nella mela. Il virus Cherry raspleaf può spostarsi in un frutteto su materiale vegetale infetto. Il vettore primario del virus è il nematode pugnale (Xifenema specie), una pianta che si nutre di nematodi. La coltivazione e altri movimenti del terreno contenente nematodi infetti possono spostarlo attraverso un frutteto o da un frutteto all'altro. I denti di leone e il sambuco blu nativo sono anche ospiti del virus Cherry raspleaf. I semi delle piante infette hanno il potenziale per spostare il virus in nuove aree.

Rusty Mottle

Il gruppo screziato arrugginito è una raccolta diversificata di virus. Poco si sa di questi virus, compreso il modo in cui si diffondono, a parte l'uso di piante infette. I sintomi fogliari possono essere piuttosto diversi, ma tutti riducono la resa degli alberi. Tutti i virus di questo gruppo causano una maturazione tardiva dei frutti e una ridotta qualità dei frutti.

Macchia arrugginita necrotica. Foto K. Eastwell.

Cherry Mottle Leaf

Le foglie pezzate sono il sintomo principale del virus delle foglie di Cherry mottle. Anche i ceppi gravi causano lo sviluppo di foglie simili a cinghie. Il virus ritarda la crescita degli alberi e, se grave, il frutto può mancare di sapore e maturare più tardi. Il virus delle foglie di ciliegia screziata viene trasmesso da acari eriophyidi in germoglio, innesto e microscopici. Questi acari portatori del virus sono trasportati sui vestiti e dalle correnti del vento, invadendo spesso i frutteti lungo il bordo dei canyon dal ciliegio amaro, il loro ospite nativo.

Prunus Necrotic Ringspot Virus (PNRSV) e Prune Dwarf Virus (PDV)

Poiché questi virus sono trasmessi dal polline, sono relativamente comuni nei frutteti più vecchi dello stato di WA. Tuttavia, il loro maggiore impatto è sulla crescita dei giovani alberi, quindi è importante iniziare con un ceppo di semina pulito anche se gli alberi possono essere infettati più tardi nella loro vita produttiva. Ci sono circostanze in cui questi virus causano danni significativi. Alcuni ceppi di PNRSV interagiscono con applicazioni gibberelliche per causare una malattia denominata frutto brutto. Questa cicatrice è particolarmente evidente sulle ciliegie a polpa chiara. La malattia può essere gestita riducendo la concentrazione di spray di acido gibberellico o dai tempi degli spray. I sintomi di PNRSV e PDV possono variare, a volte appaiono come macchie necrotiche che si sviluppano in buchi o mosaico rugoso. Questi virus interagiscono anche con altri virus che possono essere presenti e generalmente rendono lo sviluppo della malattia molto più grave.

Molti dei nuovi portinnesti ibridi sviluppati per l'industria dei ciliegi sono ipersensibili a uno o entrambi questi virus. In questi casi, se un albero viene infettato, gli alberi moriranno all'unione dell'innesto. Questo non è necessariamente un cattivo risultato in quanto elimina la fonte di diffusione del virus. Fai i tuoi compiti! Impara le caratteristiche di qualsiasi portainnesto che consideri e le possibili conseguenze. Determina la pressione del virus nel tuo frutteto particolare.

Strategie di base per la gestione dei virus

  • Pianta alberi testati contro i virus.
  • Identifica l'agente patogeno in modo da poter apprendere la sua biologia.
  • Ridurre le popolazioni di vettori come appropriato.
  • Ridurre le fonti di infezione: da alberi da frutteto, erbacce, vegetazione autoctona all'interno e all'esterno del frutteto.
  • Modificare la gestione del frutteto per ridurre l'impatto.
    • Esempi:
      • Riduci la concentrazione di acido gibberellico per ridurre i frutti brutti.
      • Non coltivare frutteti con virus trasmessi dai nematodi.
      • Ridurre le infestanti a foglia larga che fungono da serbatoi di virus e vettori.
  • Rimozione dell'albero
    • Gli agenti patogeni esistono nelle radici, quindi:
  • Applicare un erbicida sistemico sui ceppi appena tagliati per uccidere il sistema radicale e identificare gli alberi adiacenti che potrebbero essere infettati dall'innesto delle radici.
    • SUGGERIMENTO: applicare un diserbante SOLO sui ceppi di alberi sintomatici.
      • Rimuovere con attenzione quanto più materiale radicale possibile.
      • Lasciare il punto libero a riposo per 1 anno, se possibile, e trattare eventuali polloni / piantine che emergono con erbicida.

Test antivirus presso Clean Plant Center Northwest, Washington State University-IAREC, Prosser

Informazioni sui contatti:

Chiama il laboratorio prima raccolta e spedizione dei campioni, per garantire che i campioni possano essere analizzati e che i campioni siano attesi.

Laboratorio di analisi PCR: 509-786-9372

Laboratorio ELISA: 509-786-9382

Istruzioni di spedizione:

  1. Includere un elenco di imballaggio che indichi chiaramente i test specifici richiesti, le informazioni di fatturazione e le informazioni di contatto nel caso in cui sorgano domande sui test. Spedisci con espresso notturno a:

Clean Plant Center Northwest - Laboratorio PCR / ELISA

WSU– IAREC, 24106 North Bunn Road

Telefono: 509-786-9372 o 206-786-9382

  1. Spedire all'inizio della settimana (dal lunedì al mercoledì) in modo che i campioni non rimangano bloccati durante il fine settimana. In condizioni climatiche estremamente calde, è meglio spedire i campioni in un contenitore isolato con impacchi di ghiaccio (ma non permettere alle foglie di entrare in contatto direttamente con l'impacco di ghiaccio - si congeleranno).

Risorse per ulteriori informazioni

Contatti


Guarda il video: AFIDI sul MELO. Trattamento bio con EFFETTO IMMEDIATO