5 errori del giardiniere durante la fruttificazione dei peperoni che possono costare il raccolto

 5 errori del giardiniere durante la fruttificazione dei peperoni che possono costare il raccolto

I peperoni hanno bisogno di cure adeguate in tutte le fasi della crescita, compreso il momento della fruttificazione. Molti residenti estivi perdono di vista questa sfumatura e commettono errori tipici che li privano di un buon raccolto.

Spesso annaffiato

I peperoni preferiscono annaffiature moderate e non troppo frequenti. Se il terreno è impregnato d'acqua, può portare alla comparsa di marciume radicale, che distruggerà rapidamente l'intero raccolto. Le annaffiature vanno effettuate non più di 1 volta a settimana, spendendo 10-12 litri di acqua per ogni mq di terreno.

Se il clima è caldo e secco, la frequenza delle annaffiature può essere raddoppiata e durante le piogge, al contrario, può essere dimezzata.

Per mantenere a lungo il livello di umidità richiesto, è meglio pacciamare il terreno attorno alle piante. La paglia, l'erba appena tagliata e la segatura sono un ottimo pacciame. Inoltre, non dimenticare che si consiglia di utilizzare solo acqua calda stabilizzata per annaffiare i peperoni.

Non legare

Quando i frutti iniziano a maturare, lo stress sullo stelo aumenta notevolmente. Se in questo momento il cespuglio non è legato, le piante inizieranno a piegarsi o semplicemente a rompersi. Nel primo caso, il raccolto sarà, ma molto peggio, e nel secondo il cespuglio morirà rapidamente.Il pepe deve essere legato correttamente. È meglio farlo al momento del trapianto di giovani piante in piena terra. Un piolo viene guidato a 2-3 cm da ciascun cespuglio (20 cm sopra il gambo), a cui è attaccato il peperone.

Cerca di fare tutto in modo ordinato. Lega più vicino alla parte superiore della pianta senza stringere eccessivamente lo stelo.

Spago, filo metallico, pezzi di tessuto e altro materiale adatto sono adatti per il fissaggio.

Smetti di nutrire

Durante il periodo di fruttificazione, è imperativo usare il fertilizzante, perché con una mancanza di nutrienti, i frutti non si formeranno bene.

La medicazione superiore viene applicata ogni due settimane a partire dal momento in cui compaiono i primi germogli e termina 10-14 giorni prima dell'ultimo raccolto.

Durante questo periodo, i peperoni hanno bisogno di potassio (favorisce la crescita di frutti forti e dolci), fosforo (stimola la capacità della pianta di assorbire i nutrienti), calcio (avvia i processi metabolici) e oligoelementi come magnesio, boro, iodio, manganese e rame ( rafforza il sistema immunitario, accelera la maturazione e migliora l'appetibilità del frutto) .Per non essere confusi con le proporzioni, acquistare una miscela di fertilizzanti equilibrata adatta ai peperoni.

Non rimuovere i germogli inferiori

Affinché i frutti abbiano abbastanza nutrienti, dopo il loro aspetto, è necessario sbarazzarsi dei germogli inferiori. In questo caso, la pianta sarà in grado di dare abbastanza energia per formare peperoni sani e forti.

Dovrai anche rimuovere tutti i germogli laterali che non hanno formato peduncoli, perché toglieranno forza al cespuglio, senza portare alcun beneficio.

In caso contrario, i peperoni diventeranno piccoli e deformi.

Allentando in profondità

Affinché l'umidità raggiunga liberamente l'apparato radicale e il suo eccesso evapori senza problemi dopo l'irrigazione, il terreno attorno ai cespugli deve essere allentato. Lo fanno prima di annaffiare, e talvolta dopo (in tempo asciutto o, al contrario, piovoso). Inoltre, l'allentamento migliora il flusso di aria e calore alle radici (che accelera la crescita dei peperoni) e aiuta anche a sbarazzarsi di erbacce. È importante ricordare che le radici della pianta si trovano vicino alla superficie del suolo, quindi è necessario allentarlo il più attentamente possibile, senza andare più in profondità di 10 cm.

L'allentamento più profondo è possibile solo se il tuo sito ha un terreno pesante. Se dimentichi queste regole, puoi facilmente danneggiare le radici, il che porterà alla morte della pianta.

Osservando il regime di irrigazione e alimentazione dei peperoni, oltre a tenere presente l'allentamento e la legatura tempestivi dei cespugli, puoi coltivare un ricco raccolto. Soprattutto, non dimenticare che è necessaria un'adeguata cura della pianta in tutti i periodi del suo sviluppo.


I peperoni, come gli alberi, hanno un colletto di radice. Pertanto, non può essere approfondito. Deve essere piantato nello stesso modo in cui è cresciuto in un vivaio. È molto importante nel periodo della piantina non permettere lo stiramento delle piante di peperone. Le piantine prolungate non possono essere piantate sdraiate, come con i pomodori. Il peperone viene seppellito non più in basso delle foglie di cotiledone. Ed è meglio non approfondire affatto: quindi le piantine non "si siederanno" a lungo in un poro.

Nonostante il fatto che i peperoni piantati da vicino si sostengano a vicenda dall'alloggio, devono comunque essere legati. Altrimenti, durante la pioggia, il vento abbatterà i grani di pepe, tanto che le radici risulteranno.

La giarrettiera è un must per tutte le varietà, e soprattutto per gli ibridi forti. Una giarrettiera urgente è necessaria quando i rami si rompono quando vengono toccati leggermente.


Peperoni: errori di coltivazione comuni

Nonostante l'abbondante selezione di varietà adatte alla coltivazione in varie condizioni climatiche, è tutt'altro che sempre possibile ottenere un buon raccolto di pepe.

E il problema sta molto spesso nelle azioni sbagliate durante la coltivazione delle piantine, nel trapiantarle nel terreno, nonché nella cura impropria delle piantagioni.

Errori durante la coltivazione di peperoni dolci:

1. Semina prematura di semi per piantine. Si consiglia di piantare in piena terra piante germogliate 2 mesi fa. È importante che dopo aver piantato le piantine, la temperatura dell'aria durante la notte non scenda sotto i 15 gradi, perché il pepe è una cultura amante del calore.

2. L'irrigazione delle piante giovani dovrebbe essere fatta con acqua estremamente calda. Può essere raccolto in contenitori, posto al sole in modo che l'acqua si riscaldi.

3. Le piantine dovrebbero crescere in un luogo caldo senza correnti d'aria, dove la temperatura dell'aria è di almeno 25 gradi, altrimenti la crescita sarà notevolmente inibita.

4. Il pepe ama il sole aperto e non tollera l'ombra, cresce male in ombra parziale, quindi i letti devono essere posizionati in un luogo aperto.

5. Infestazione di erbe infestanti, semina troppo ravvicinata - una delle ragioni della morte della cultura. Quando compaiono le erbacce, i letti devono essere puliti e la distanza tra i cespugli dovrebbe essere di 25-30 cm.

6. Non è desiderabile immergersi nelle piantine, poiché la coltura tollera i trapianti in modo molto doloroso. È meglio seminare il materiale di piantagione in vasi di torba separati e poi piantarli direttamente nei letti.

7. È importante non seppellire il peperone durante la semina nel terreno. Dovrebbe rimanere allo stesso livello di quando si coltiva in vaso. Altrimenti, la cultura smetterà semplicemente di svilupparsi.

8. Terreno nutriente insufficiente, mancanza di oligoelementi nel terreno influisce negativamente sulla pianta, pertanto, i letti devono essere arricchiti con materia organica, ogni 2 settimane per nutrire l'ortaggio con fertilizzanti minerali.

9. Condizioni di disagio portano rapidamente alla morte di una coltura vegetale. Il pepe non tollera l'umidità elevata, la siccità, il caldo, il freddo. Se qualcosa non gli piace, i fiori cadranno.

10. L'allentamento profondo può essere dannoso per la semina. Da un lato l'ortaggio predilige il terreno sciolto, ma dall'altro non lo sopporta quando viene toccato il suo apparato radicale, che è vicino alla superficie.

Se non è possibile prestare particolare attenzione al peperone dolce, è meglio non provare a coltivare questo raccolto, poiché la sua capricciosità porterà alla perdita del raccolto.

La ristampa di questo materiale è vietata.


Gli errori principali durante la coltivazione di piantine

Tali errori includono: inosservanza del regime di temperatura, raccolta delle piantine, mancanza di illuminazione, alimentazione impropria delle piantine, ecc. Come possono essere evitati?

Per ottenere piantine amichevoli, il terreno deve essere costantemente inumidito e la sua temperatura deve essere mantenuta entro + 25-30 gradi dal momento della semina fino alla comparsa delle piantine. Dopo l'emergere di germogli di massa nella fase di cotiledoni ben sviluppati, la temperatura può essere ridotta a + 15-18 gradi (indurimento) per 1-2 giorni. In futuro, si consiglia di osservare il regime di temperatura entro + 22-250 ° C.

Conoscendo le speciali esigenze di calore del pepe, i giardinieri spesso posizionano contenitori con semi anche su batterie di riscaldamento. Poiché i contenitori per la germinazione in casa sono piccoli, il terreno al loro interno si asciuga istantaneamente e dopo due (!) Ore questo porta alla morte dei semi che si sono appena schiusi. Se allenti il ​​terreno, nel primo caso potresti non vedere affatto i semi e nel secondo saranno visibili solo i loro gusci secchi.

Si consiglia di escludere la raccolta e la semina immediata in vasi di torba (il pepe ha una debole rigenerazione dell'apparato radicale). Di conseguenza, puoi vincere 15-20 giorni necessari per la rigenerazione.

Nelle prime fasi di sviluppo, le piantine di peperone devono passare attraverso la fase di vernalizzazione, che consiste in un certo regime di temperatura e intensità luminosa. Pertanto, un'ulteriore illuminazione supplementare (la durata della giornata è di almeno 12 ore) ha un effetto benefico sullo sviluppo delle piantine. Il pepe non tollera l'ombreggiatura, questo fa allungare le piantine e in futuro influenzerà sicuramente il raccolto (soprattutto nella parte iniziale - i boccioli potrebbero cadere).

Affinché le piantine “non si depositino” è necessario concimare con nitrato di ammonio già nella fase di 1-2 foglie vere. Due settimane prima di piantare nel terreno, è necessaria la concimazione con fertilizzante contenente NPK. Puoi utilizzare il fertilizzante AVA (per piantine) o la serie di fertilizzanti uniflor (crescita, micro).

Afidi, acari e misurini sono i principali parassiti del pepe. È necessario monitorare il loro aspetto e elaborare le piantine nel tempo, che possono essere piantate nel terreno solo in uno stato sano.

Se non commetti errori, una piantina cresciuta correttamente avrà 12-15 foglie vere e intensamente verdi all'età di 55-60 giorni, uno stelo denso e raggiungerà un'altezza di 20-25 cm.


Il miglior condimento di pepe dopo la semina nel terreno: un raccolto chic è garantito!

Un buon raccolto di peperoni può essere raccolto in qualsiasi estate. La cosa principale a cui prestare attenzione sono 3 fattori:

  • nutrire il pepe dopo aver piantato nel terreno,
  • buone piantine,
  • la formazione di un cespuglio di pepe.

Come vengono nutriti i peperoni:

  1. Due settimane dopo la semina nel terreno, viene eseguita la prima alimentazione (un cucchiaino con un tubercolo di urea, due cucchiaini con un tubercolo di perfosfato per 10 litri di acqua, un litro per ogni cespuglio).
  2. La seconda medicazione superiore è durante il periodo di fioritura di massa: un cucchiaino con un tubercolo di urea, una scatola di fiammiferi di perfosfato e un cucchiaino di sale di potassio o solfato di potassio. Tutto questo viene sciolto in 10 litri di acqua e annaffiato con 1 litro sotto la boscaglia.
  3. La terza alimentazione di peperoni in piena terra o in serra avviene quando i frutti sul primo ramo hanno raggiunto la maturità tecnica, al ritmo di due cucchiaini con un tubercolo di perfosfato e due cucchiaini di sale di potassio o solfato di potassio.

Se le piantine sono in ritardo nella crescita dopo l'alimentazione, ogni mattina o sera per una settimana fai l'alimentazione fogliare con l'urea al ritmo di due o tre cucchiaini da tè per 10 litri di acqua. Se non è possibile nutrire quotidianamente piantine di peperone, viene eseguita una o due poppate al ritmo di 30 g di urea per 10 litri di acqua da uno spruzzatore o da un annaffiatoio con una griglia.

Per fare in modo che i frutti si solidifichino, aggiungi 2 g di perfosfato (per ogni radice) a ogni condimento superiore.

Nota che i peperoni producono più raccolti se nutriti con urea piuttosto che con verbasco.

Formare un cespuglio di pepe per un buon raccolto

Figliastri appena apparsi e fiori che si formano nella parte inferiore della pianta prima della sua prima ramificazione vengono costantemente tagliati. Ritardano lo sviluppo della parte superiore del cespuglio, su cui avviene la principale formazione dei frutti.

Pizzicare, cioè pizzicare la parte superiore e rimuovere i fiori in eccesso su peperoni di varietà come New Gogoshary, Golden Jubilee, Gold Medal, Gift of Moldova, viene eseguito non appena vengono legati 7-10 frutti e 12-15 su Kolobok. Quindi ogni peperone riceverà in pieno il calore, la luce, i nutrienti "dovuti" ad esso. Se lasci l'intera ovaia, quasi l'80 percento andrà sprecato in autunno, poiché i frutti non saranno in grado di maturare. Vengono rimossi anche i rami extra - portano anche via molto nutrimento dalla pianta.

È meglio tenere i peperoni sotto il lutrasil per tutta l'estate. Con qualsiasi tempo, mantiene un microclima ideale nella serra, salva dal caldo e dal freddo e non lascia asciugare il terreno.

Gli errori principali quando si coltivano piantine di pepe

Tali errori includono: inosservanza del regime di temperatura, raccolta delle piantine, mancanza di illuminazione, alimentazione impropria delle piantine, ecc. Come possono essere evitati?

Per ottenere piantine amichevoli, il terreno deve essere costantemente inumidito e la sua temperatura deve essere mantenuta entro + 25-30 gradi dal momento della semina fino alla comparsa delle piantine. Dopo l'emergere di germogli di massa nella fase di cotiledoni ben sviluppati, la temperatura può essere ridotta a + 15-18 gradi (indurimento) per 1-2 giorni. In futuro, si consiglia di osservare il regime di temperatura entro + 22-250 ° C.

Conoscendo le speciali esigenze di calore del pepe, i giardinieri spesso posizionano contenitori con semi anche su batterie di riscaldamento. Poiché i contenitori per la germinazione in casa sono piccoli, il terreno al loro interno si asciuga istantaneamente e dopo due (!) Ore questo porta alla morte dei semi che si sono appena schiusi. Se allenti il ​​terreno, nel primo caso potresti non vedere affatto i semi e nel secondo saranno visibili solo i loro gusci secchi.

Si consiglia di escludere la raccolta e la semina immediata in vasi di torba (il pepe ha una debole rigenerazione dell'apparato radicale). Di conseguenza, puoi vincere 15-20 giorni necessari per la rigenerazione.

Nelle prime fasi di sviluppo, le piantine di peperone devono passare attraverso la fase di vernalizzazione, che consiste in un certo regime di temperatura e intensità luminosa. Pertanto, un'ulteriore illuminazione supplementare (la durata della giornata è di almeno 12 ore) ha un effetto benefico sullo sviluppo delle piantine. Il pepe non tollera l'ombreggiatura, questo fa allungare le piantine e in futuro influenzerà sicuramente il raccolto (soprattutto nella parte iniziale - i boccioli potrebbero cadere).

Affinché le piantine “non si depositino” è necessario concimare con nitrato di ammonio già nella fase di 1-2 foglie vere. Due settimane prima di piantare nel terreno, è necessaria la concimazione con fertilizzante contenente NPK. Puoi utilizzare il fertilizzante AVA (per piantine) o la serie di fertilizzanti uniflor (crescita, micro).

Afidi, acari e misurini sono i principali parassiti del pepe. È necessario monitorare il loro aspetto e elaborare le piantine nel tempo, che possono essere piantate nel terreno solo in uno stato sano.

Se non commetti errori, una piantina cresciuta correttamente avrà 12-15 foglie vere e intensamente verdi all'età di 55-60 giorni, uno stelo denso e raggiungerà un'altezza di 20-25 cm.


Errori commessi quando si piantano semi di pepe per piantine

Non tutti i semi acquistati, e ancor di più, i semi raccolti autonomamente sono adatti alla semina. I semi di pepe devono essere rigorosamente vagliati prima della semina per eliminare gli esemplari vuoti e difettosi. Dopo la selezione, i semi di pepe devono essere trattati con una soluzione disinfettante e uno stimolante della crescita. I migliori risultati si ottengono se i semi germinati vengono piantati sulle piantine. Leggi di più sulla preparazione dei semi di pepe per la semina qui.

Per coltivare i peperoni, è necessario selezionare la miscela di terreno corretta. L'opzione più adatta è un terreno fertile leggero con un pH compreso tra 6 e 6,6. Per coltivare il pepe, non è possibile prelevare terreno da aree in cui sono cresciuti patate, pomodori, melanzane, physalis, tabacco e il peperone stesso.

  • Piantare semi troppo presto o troppo tardi per le piantine

Di solito i semi di pepe vengono piantati per le piantine nella seconda metà di febbraio - inizio marzo, ma forse prima. Una data di semina più specifica è determinata dalla varietà di peperone.

Se i semi vengono seminati in anticipo, il pepe diventerà troppo grande e i frutti inferiori inizieranno a essere legati sul cespuglio. Poiché l'illuminazione delle piantine è spesso insufficiente, di conseguenza, la pianta può essere esaurita. Quando vengono piantate nel terreno, le piantine troppo cresciute di solito mettono radici peggio del solito e la fruttificazione del pepe si verifica più tardi.

Piantare semi troppo tardi porta al fatto che le piantine non hanno il tempo di crescere abbastanza e diventare più forti nel momento in cui vengono piantate nel terreno. I risultati sono gli stessi del caso della semina prematura: scarso tasso di sopravvivenza in un nuovo luogo, fruttificazione ritardata.

Informazioni dettagliate sulla piantagione di semi di pepe per piantine possono essere trovate qui.

Errori commessi durante la cura delle piantine di pepe

  • Illuminazione insufficiente delle piantine

Il pepe è una pianta che ama la luce, quindi, quando si coltivano piantine, è importante garantire un livello sufficiente di illuminazione delle piante. La mancanza di luce porta allo stiramento delle piantine e alla scarsa fruttificazione in futuro. In condizioni di scarsa luce naturale, le piantine di pepe possono essere integrate con un phytolamp.

  • Condizioni di temperatura non corrette

Il pepe è una pianta termofila e non tollera il freddo, le correnti d'aria e gli sbalzi di temperatura. La temperatura ottimale per la crescita e lo sviluppo del peperone è di 21 - 28 ° C, a 13 ° C il peperone smette di crescere. Se la temperatura del suolo è troppo bassa, i semi di peperone impiegheranno più tempo a germogliare. A una temperatura troppo alta c'è un alto rischio di seccare il terreno. È particolarmente pericoloso posizionare contenitori con raccolti su batterie di riscaldamento centralizzato calde.

  • Danni alle radici del pepe durante una raccolta

Il pepe non tollera la raccolta, quindi è meglio seminare i semi per le piantine in tazze individuali, cassette o vassoi con divisori e non in una scatola comune. Se pianti i semi in una scatola, l'ulteriore raccolta delle piantine deve essere eseguita con molta attenzione, poiché anche piccoli danni alle radici possono influire negativamente sulle condizioni delle piante. L'apparato radicale del peperone si riprende lentamente e, di conseguenza, il tempo di crescita delle piantine può aumentare.

  • Irrigazione impropria delle piantine

La prima vera irrigazione delle piantine viene effettuata 5 giorni dopo la germinazione. Fino a quel momento, se si asciuga, inumidisco la terra con uno spruzzatore. Le piantine di pepe innaffiate devono essere moderate, usando acqua calda e stabilizzata con una temperatura di 25-28 ° C. In nessun caso il terreno deve essere lasciato asciugare.

  • Mancanza di nutrienti

Affinché le piantine crescano e si sviluppino normalmente, è necessario fornire loro una corretta alimentazione. Le sostanze contenute nel terreno non sono sufficienti, quindi, prima di piantare le piantine nel terreno, il peperone va somministrato almeno 2 volte: 2 settimane dopo la raccolta e 2 settimane dopo la prima alimentazione.

  • Elaborazione prematura di piantine con controllo dei parassiti

Sfortunatamente, nessuno è immune dalla comparsa di parassiti. Se i parassiti si sono arricciati sulle piantine, è necessario identificarli in tempo e spruzzare le piante.

Molte informazioni utili sulla coltivazione di piantine di pepe a casa possono essere trovate qui.


5. Il suolo povero non funzionerà

L'inosservanza cieca di tutti i consigli, anche sulla fertilizzazione per paura dell'accumulo di nitrati nei frutti o semplicemente per la speranza del caso, non è affatto una via d'uscita dalla situazione. Ad esempio, se semini semi di cetriolo in un terreno povero, è improbabile che tu ottenga piante a tutti gli effetti e un buon raccolto. Il terreno deve essere fertilizzato utilizzando sia materia organica che fertilizzanti minerali complessi. Ad esempio, è meglio preparare il terreno per i cetrioli in autunno, aggiungere 2-3 kg di letame o humus ben decomposto per metro quadrato per scavare il terreno, 250-300 g di cenere di legno e un cucchiaio di nitroammophoska.


Errore quindici. Mezzi di protezione? Per che cosa?!

Anzi, perché, poiché i frutti possono essere colti verdi, non appena le piante sono "coperte" dalla peronospora e cercano di maturare, avendo ricevuto "miracoli bordeaux" di gusto mediocre. Seriamente, però, i pomodori devono essere lavorati ogni 10-12 giorni sia in serra che in piena terra. È fantastico se per questo usi agenti biologici in grado di proteggere le piante senza danneggiare l'ambiente.

Nello stesso caso, se i preparati biologici non si salvano più, è possibile utilizzare vari rimedi popolari o preparati a base di rame e, se ciò non aiuta, ricorrere all'aiuto di fungicidi e insetticidi, assicurarsi di seguire le istruzioni sulla confezione , non superare la dose e non violare il tempo di elaborazione.

Conclusione. Ecco, infatti, tutti gli errori che si possono commettere quando si coltivano pomodori, se hai ancora domande, scrivici nei commenti, proveremo a rispondere in dettaglio.


Guarda il video: Compost fai da te rispondo alle domande più frequenti