Ciclo di vita del fitoplasma - Cos'è la malattia da fitoplasma nelle piante

Ciclo di vita del fitoplasma - Cos'è la malattia da fitoplasma nelle piante

A cura di: Bonnie L. Grant, Certified Urban Agriculturist

Le malattie nelle piante possono essere molto difficili da diagnosticare a causa del numero quasi infinito di agenti patogeni. La malattia da fitoplasma nelle piante è generalmente vista come "giallo", una forma di malattia comune a molte specie di piante. Cos'è la malattia da fitoplasma? Bene, prima devi capire il ciclo di vita del fitoplasma e come si diffondono. Nuovi studi indicano che gli effetti del fitoplasma sulle piante possono imitare i danni mostrati dagli insetti psillidi o dal virus del rotolamento delle foglie.

Ciclo di vita del fitoplasma

I fitoplasmi infettano piante e insetti. Sono diffusi dagli insetti attraverso la loro attività di alimentazione che iniettano l'agente patogeno nel floema delle piante. L'agente patogeno provoca una serie di sintomi, la maggior parte dei quali potenzialmente dannosi per la salute delle piante. Il fitoplasma vive nelle cellule del floema di una pianta e di solito, ma non sempre, causa i sintomi della malattia.

Questi minuscoli parassiti sono in realtà batteri senza parete cellulare o nucleo. In quanto tali, non hanno modo di immagazzinare i composti necessari e devono rubarli dal loro ospite. Il fitoplasma è parassitario in questo modo. Il fitoplasma infetta gli insetti vettori e si riproduce all'interno del loro ospite. In una pianta, sono limitati al floema dove si replicano a livello intracellulare. Il fitoplasma causa cambiamenti nei loro ospiti di insetti e piante. I cambiamenti nelle piante sono definiti come malattie. Esistono 30 specie di insetti riconosciute che trasmettono la malattia a varie specie di piante.

Sintomi del fitoplasma

La malattia da fitoplasma nelle piante può assumere diversi sintomi. Gli effetti del fitoplasma più comuni sulle piante assomigliano ai comuni "gialli" e possono interessare oltre 200 specie di piante, sia monocotiledoni che dicotiledoni. Gli insetti vettori sono spesso cicaline e causano malattie come:

  • Aster gialli
  • Giallo pesca
  • Grapevine gialli
  • Scope delle streghe al lime e arachidi
  • Gambo viola di soia
  • Acrobazia ai mirtilli

L'effetto visibile principale sono foglie ingiallite, fogliame stentato e arrotolato e germogli e frutti non maturi. Altri sintomi di infezione da fitoplasma potrebbero essere piante rachitiche, un aspetto da "scopa delle streghe" sulla crescita terminale di nuove gemme, radici rachitiche, tuberi aerei e persino la morte di intere porzioni della pianta. Nel tempo, la malattia può causare la morte nelle piante.

Gestione della malattia da fitoplasma nelle piante

Il controllo delle malattie del fitoplasma di solito inizia con il controllo degli insetti vettori. Questo inizia con buone pratiche di rimozione delle erbe infestanti e spazzole per la pulizia che possono ospitare insetti vettori. I batteri in una pianta possono diffondersi anche ad altre piante, quindi spesso è necessaria la rimozione di una pianta infetta per contenere il contagio.

I sintomi compaiono tra la metà e la fine dell'estate. Possono essere necessari dai 10 ai 40 giorni affinché le piante mostrino l'infezione dopo che l'insetto si è nutrito di essa. Controllare le cicaline e altri insetti ospiti può aiutare a controllare la diffusione della malattia. Il clima secco sembra aumentare l'attività delle cicaline, quindi è importante mantenere la pianta annaffiata. Una buona cura e pratiche culturali aumenteranno la resistenza e la diffusione delle piante.

Questo articolo è stato aggiornato l'ultima volta il

Maggiori informazioni sulle malattie delle piante


Genotipizzazione multilocus di "Candidatus Phytoplasma aurantifolia "associato alla malattia delle ginestre delle streghe in Agrumi spp.

Malattia della scopa delle streghe (WBDL), associata a "Candidatus Phytoplasma aurantifolia ", è una grave malattia della calce acida nell'Iran meridionale. Al fine di caratterizzare "Circa. Ceppi di P. aurantifolia ', è stato sviluppato un protocollo di analisi della sequenza multilocus basato su diversi loci genomici, inclusi 16S rRNA, 16S-23S rRNA intergenic spacer (IS), ribosomal protein genies rpl22 e rps3, proteina di divisione cellulare e gene maturo / trascrittasi inversa introne di gruppo II, in 46 ceppi di fitoplasma. Le analisi di RFLP virtuale, filogenetica e identità di sequenza del DNA di 16S rRNA di ceppi di fitoplasma iraniani associati a piante di agrumi sintomatici hanno indicato che i ceppi iraniani sono stati classificati nel sottogruppo ribosomiale 16SrII-B. In totale, sono stati riconosciuti tre genotipi sulla base dei profili RFLP virtuali 16Sr. Analisi filogenetica basata sul rp e ftsH le sequenze geniche hanno mostrato il raggruppamento di tutti i ceppi come un unico gruppo. La sequenza comparativa e l'analisi filogenetica dei geni degli introni del gruppo II hanno indicato la più alta differenziazione di "Circa. Ceppi correlati a P. aurantifolia in quattro genotipi. Il polimorfismo della trascrittasi inversa dell'introne del gruppo II / frammentazione dei geni maturi fornisce una differenziazione più fine di "Circa P. aurantifolia 'e rivela una maggiore diversità genetica rispetto a quanto riportato in precedenza.

Questa è un'anteprima dei contenuti in abbonamento, accesso tramite il tuo istituto.


Problemi di fitoplasma e virus nelle colture di soia e mungo

Foto 1 e 2: baccelli minuscoli, immaturi e sterili sulla soia di Darling Downs.

Una malattia devastante è stata osservata in diversi paddock di colture di soia nell'area di Branchview dei Darling Downs nel tardo autunno 2016. Quasi il 100% delle piante è stato colpito in alcuni paddock. Le piante colpite non producevano baccelli pieni o pochissimi e invece hanno avuto una proliferazione di minuscoli baccelli immaturi, come mostrato nelle foto 1 e 2. Le piante sono rimaste verdi anche mentre le colture non affette maturavano e si sono brunite come normalmente previsto.

I raccolti gravemente colpiti avevano così pochi baccelli pieni che erano antieconomici da raccogliere. L'agronomo di Darling Downs, Matthew Holding, ha riferito che le perdite di rendimento sono state molto elevate in due aziende agricole. Con i sintomi che si aggravavano solo alla fine del ciclo colturale, la maggior parte dei costi di input delle colture, come l'irrigazione e il controllo delle infestanti, era già stata destinata alle colture prima che il danno fosse evidente, con conseguenti perdite economiche significative. Il signor Holding ha avvertito il Dipartimento dell'Agricoltura e della Pesca del Queensland e i patologi vegetali e gli entomologi dell'Università del Queensland meridionale del problema a maggio, ma non è stato trovato alcun collegamento con danni da insetti, malattie virali o fungine. Tuttavia, circa il 70% delle piante colpite è risultato positivo alla presenza di un fitoplasma utilizzando la diagnostica molecolare di laboratorio. I fitoplasmi sono batteri specializzati che sopravvivono all'interno delle piante e gli insetti succhiatori di linfa che li trasportano, cicaline e planthopper. Questi insetti succhiatori di linfa sono gli unici insetti in grado di trasmettere fitoplasmi e possono raccogliere l'agente patogeno dagli ospiti infestanti vicini prima di spostarlo nelle colture. Esiste una vasta gamma di fitoplasmi e causano una varietà di sintomi in diversi ospiti, ma le colture di leguminose mostrano spesso piccoli sintomi fogliari e sterilità dei fiori.

I sintomi del pod osservati dai Darling Downs erano simili ai tipici sintomi del fitoplasma, ma la mancanza di sintomi di piccole foglie era inaspettata e l'entità del danno su interi paddock non era stata osservata prima. Sebbene non siamo ancora stati in grado di dimostrare che l'agente patogeno rilevato può causare i sintomi osservati in condizioni controllate, riteniamo che il fitoplasma sia stato la causa dei focolai di malattia nei Darling Downs. I risultati dei test di laboratorio indicano che il fitoplasma è strettamente correlato al fitoplasma a foglia piccola di pisello piccione, che è stato precedentemente rilevato in Australia nel pisello piccione e nello stylosanthes.

Foto 3: Potenziale vettore di fitoplasma - la tramoggia fogliare marrone (Orosius orientalis).

L'entità dei danni causati da questo focolaio non era tipica e invitiamo i coltivatori e gli agronomi a prestare attenzione a questi sintomi nella prossima stagione. Non è certo che la malattia riapparirà nella prossima stagione, ma se lo farà, dovremo continuare le indagini tra cui quale specie di insetti è responsabile della trasmissione, la sua gamma di ospiti e le possibili opzioni di controllo. Un potenziale vettore è la tramoggia di foglie marroni Orosius orientalis (Foto 3).

Mentre gli afidi della soia erano presenti nelle colture Downs colpite, è estremamente improbabile che fossero responsabili perché gli afidi non sono vettori di fitoplasma e non è mai stato osservato che l'attacco di afide della soia porti ai piccoli sintomi di baccelli a grappolo visti sui Downs. Tuttavia, anche pesanti infestazioni da afidi di soia possono ritardare la maturità delle colture (Foto 4).

Foto 5: Tipici sintomi di danno da afide nei semi di soia in fiore che mostrano comprese nuove foglie distorte appiccicose di rugiada di miele. Vedi anche le pelli bianche versate dalle ninfe afidi in muta.

Foto 4: inverdimento delle colture dovuto agli afidi della soia. Le piante di soia non spruzzate più vicine allo spettatore, mostrano una maturità ritardata (piante verdi), in contrasto con il raccolto principale pronto per il raccolto che è stato spruzzato per gli afidi di soia.

Foto 6: Afide della soia adulta e ninfe.

Coltivatori e consulenti dovrebbero monitorare i semi di soia per questo parassita sin dalle prime fasi vegetative in poi. Si dovrebbe intervenire se le popolazioni superano la soglia durante la fioritura, la soglia è di 250 afidi per pianta. Come regola generale, gli afidi sono al di sopra della soglia se gli afidi possono essere visti sullo stelo della pianta. Cerca anche nuove foglie di crescita distorte con rugiada di miele appiccicosa (foto 5), piccoli afidi verde brillante e le loro pelli sminuzzate perdute dalle ninfe in muta (foto 6), così come le coccinelle predatrici, che sono buoni indicatori di afidi (foto 7) .

Figura 7. Coltivazione di soia infestata da afidi con coccinelle facilmente visibili ma non così evidenti.

Se l'irrorazione è giustificata, l'opzione preferita è il pirimicarb per il quale è in attesa di rinnovo del permesso (in precedenza PER 13451). Il pirimicarb è l'opzione preferita perché non ha alcun impatto sui principali predatori di afidi, comprese le coccinelle e le larve di hoverfly.

Più o meno nello stesso periodo delle epidemie della malattia da fitoplasma sui Darling Downs, diverse colture di mungbean nelle regioni di Springsure e Gindi del Queensland centrale avevano un numero elevato di piante che mostravano i tipici sintomi del fitoplasma con foglie piccole (o talvolta chiamate scopa delle streghe) e sterilità dei fiori (Foto 8). Ciò ha comportato perdite significative nelle colture con un'elevata incidenza delle piante colpite. Non è chiaro se fosse lo stesso fitoplasma a causare i focolai della malattia nel Queensland centrale e sui Darling Downs, ma forse c'erano condizioni diffuse favorevoli alle cicaline per raccogliere il patogeno dagli ospiti infestanti e spostarsi tra le colture in entrambe le regioni.

Foto 8: Sintomi tipici del fitoplasma su mungbean dalle colture del Queensland centrale.

Un recente rilevamento di Virus della chiazza lieve del fagiolo dall'occhio nella soia e nel fagiolo francese nel Queensland sudorientale ha anche causato notevole preoccupazione per i coltivatori di fagioli. Ha causato perdite diffuse ai coltivatori di fagioli francesi nella valle di Fassifern e, in modo allarmante, è stato anche segnalato che ha causato perdite significative nei raccolti di soia all'estero. Si tratta di un nuovo virus in Australia, trasmesso dalla mosca bianca foglia d'argento e nel seme di alcuni ospiti. Non è chiaro da quanto tempo sia stato in Australia o se causerà focolai di malattie nelle aree di produzione di soia, ma i coltivatori e gli agronomi sono invitati a tenere d'occhio questo virus. I sintomi della soia includono foglie distorte con chiazze evidenti (Foto 9).

Foto 9. Foglie distorte e sintomi di screziature del virus delle chiazze lievi del fagiolo dall'occhio sulla soia proveniente dal raccolto della Lockyer Valley.

Se hai visto sintomi di Virus della chiazza lieve del fagiolo dall'occhio o fitoplasma e vivi nel Queensland segnalalo al Biosecurity Queensland il 13 25 23. Immagini e testo possono essere inviati a [email protected]. Per tutte le altre aree contattare la hotline nazionale per insetti nocivi per piante esotiche al numero 1800 084 881.

Collaboratori dell'articolo: Murray Sharman, Hugh Brier, Fiona Filardo, Sue Thompson, Matthew Holding, Denis Persley


Dopo aver acquisito l'agente patogeno, alcuni insetti possono trasmettere APP per il resto della loro vita.

Anche la temperatura sembra avere un impatto significativo sullo sviluppo dei sintomi, con uno sviluppo ottimale dei sintomi che si verifica tra 21-24 ° C.

I sintomi includono quanto segue:

Rami
Scopa delle streghe: lo sviluppo di gemme ascellari produce una proliferazione di germogli secondari, che crea un aspetto simile a una scopa all'estremità del ramo colpito (vedi Figura 1).

Le foglie
Rosette fogliari: una rosetta di foglie terminali può svilupparsi verso la fine della stagione alla fine dei germogli al posto delle normali gemme terminali, oppure le punte dei germogli possono morire (vedi Figura 2).

Stipole fogliari: le foglie, in particolare sulle scope delle streghe e sulle rosette delle foglie, hanno spesso stipole fogliari allargate e piccioli fogliari accorciati (vedi Figura 3).


Sintomi della galleria del fitoplasma della malattia X e del virus della ciliegia

  • Bing con fitoplasma della malattia X.
    • Bing con fitoplasma della malattia X.
    • Bing con fitoplasma della malattia X.
    • Bing con fitoplasma della malattia X.
    • Bing con fitoplasma della malattia X.
    • Cristalina con fitoplasma della malattia X.
    • Cristalina con fitoplasma della malattia X.
    • Bing con fitoplasma della malattia X e virus Little Cherry 2
    • Cristalina con fitoplasma della malattia X.
    • Bing con fitoplasma della malattia X.
    • Rainier con fitoplasma della malattia X.
    • Tesoro con fitoplasma della malattia X e Little Cherry Virus 1
    • Bing con il virus Little Cherry 2
    • Fitoplasma della malattia X e virus della ciliegia 1 a Skeena
    • Fitoplasma della malattia X in Rainier
    • Fitoplasma della malattia X nella nettarina
    • Fitoplasma della malattia X nella nettarina
    • Fitoplasma della malattia X in Cristalina.
    • Fitoplasma della malattia X in Cristalina
    • Fitoplasma della malattia X in Cristalina
    • Fitoplasma della malattia X in Bing
    • Fitoplasma della malattia X a Benton
    • La malattia X e la pera riducono il fitoplasma nella pesca
    • Fitoplasma della malattia X nella nettarina
    • Fitoplasma della malattia X nella nettarina
    • Fitoplasma della malattia X nella nettarina
    • Fitoplasma della malattia X nella pesca
    • Fitoplasma della malattia X nella pesca

  • Canapa (Cannabis sativa) -Scope delle streghe

    Causa È causato da un fitoplasma diffuso dalle cicaline e il fitoplasma specifico coinvolto dipende dalla regione. Il tipo predominante di fitoplasma rilevato nella canapa, incluso in Oregon, è l'agente di virescenza trasmesso da Beet Leafhopper (BLTVA - gruppo VI), ma possono essere presenti altri tipi. Questa malattia può colpire patate e pomodori e si verifica anche su sedano, ravanello e cavolo cinese. Il fitoplasma sverna sulle erbacce o su altri ospiti delle colture. La malattia segue la migrazione delle cicaline

    Sintomi Può svilupparsi una serie di sintomi, a seconda del fitoplasma coinvolto. Le piante infette sono tipicamente rachitiche e hanno steli multipli e altamente ramificati a causa dei germogli che si sviluppano dalle ascelle delle foglie. Le foglie possono essere piccole, distorte e clorotiche.

    • Controlla le piante infestanti.
    • Controlla i vettori delle cicaline

    Controllo chimico La gestione delle cicaline può essere autorizzata a determinate condizioni. Vedere il manuale sulla gestione degli insetti PNW per i dettagli.


    Guarda il video: Prevenzione delle malattie protezione dagli insetti rafforzamento naturale delle piante di pomodoro