Baynesia

Baynesia

Baynesia è un genere di piante in famiglia Apocynaceae, originario della Namibia. Contiene una sola specie, Baynesia lophophora. Lo ha pubblicato nel 2000.

Clicca sulla foto o sul nome della pianta succulenta per la quale desideri vedere maggiori informazioni.

Torna a Sfoglia piante grasse per genere.
Puoi anche sfogliare le piante grasse per nome scientifico, nome comune, famiglia, zona di resistenza USDA, origine o cactus per genere.


Benvenuti a Bay Gardens Resorts

Situata in posizione centrale nel cuore della capitale del divertimento di St. Lucia, Rodney Bay Village, la famiglia di hotel Bay Gardens Resorts offre invitanti sistemazioni ispirate all'isola.

Per rendere la pianificazione della tua vacanza a St. Lucia facile e senza problemi, Bay Gardens Resorts offre un'esperienza all-inclusive che include un trattamento termale gratuito al giorno, cucina e cocktail premium, accesso al nostro "programma Dine Around", che offre pasti presso otto ristoranti aggiuntivi nel Rodney Bay Village, pass gratuiti illimitati per Splash Island Water Park e molti altri vantaggi aggiuntivi. Scopri di più su questo pacchetto all-inclusive visitando la nostra pagina delle offerte speciali.

Sia che tu vada all-in per l'esperienza all-inclusive o che tu scelga per una vacanza "a la carte", il meglio di St. Lucia ti aspetta al Bay Gardens Resorts.


Parliamo di fiori ...

I fiori delle piante grasse a stelo di Asclepiad sono sia insoliti che spettacolari, di dimensioni variabili da pochi millimetri fino a un vasto diametro di 16 pollici (40 cm). All'estremità superiore della scala, il file Stapelia gigantea le specie hanno i fiori succulenti più grandi di tutto il mondo succulento.

Indipendentemente dalle dimensioni, tutti hanno corolle simili a forma di stella, comunemente con cinque punte. Tutti i petali di un fiore sono noti collettivamente come la "corolla". Il genere Stapeliad ha più di pochi esempi di corolla unici e notevoli, di cui parleremo un po 'più tardi.

Gli splendidi asterie di Stapelia

Alcuni generi hanno fiori profumati, (sebbene non spesso di un odore molto gradevole). Altri hanno odori meno offensivi, ma ciò che hanno tutti in comune è che usano la loro forma e fragranza del fiore per raggiungere l'obiettivo finale dell'impollinazione e quindi della riproduzione.


Contenuti

Per definizione, le piante succulente sono piante resistenti alla siccità in cui le foglie, il fusto o le radici sono diventati più carnosi del solito a causa dello sviluppo di tessuti che immagazzinano l'acqua. [3] Altre fonti escludono le radici come nella definizione "una pianta con fusti e / o foglie spessi, carnosi e rigonfi, adattati ad ambienti asciutti". [4] Questa differenza influisce sulla relazione tra piante grasse e "geofite" - piante che sopravvivono a stagioni sfavorevoli come gemme a riposo su un organo sotterraneo. [5] Questi organi sotterranei, come bulbi, cormi e tuberi, sono spesso carnosi con tessuti che immagazzinano acqua. Pertanto, se le radici fossero incluse nella definizione, molte geofite sarebbero classificate come piante grasse. Vengono definite piante adatte a vivere in ambienti asciutti come le piante grasse xerofite. Tuttavia, non tutte le xerofite sono piante grasse, poiché ci sono altri modi per adattarsi alla carenza di acqua, ad esempio sviluppando piccole foglie che possono arrotolarsi o avere foglie coriacee piuttosto che succulente. [6] Né tutte le piante grasse sono xerofite, poiché piante come Crassula helmsii sono sia succulente che acquatiche. [7]

Alcuni che coltivano piante grasse come hobby possono usare il termine in modo diverso dai botanici. Nell'uso orticolo, il termine succulenta esclude regolarmente i cactus. Ad esempio, i tre volumi di Jacobsen Manuale di piante succulente non include cactus. [8] Molti libri che trattano la coltivazione di queste piante includono "cactus e piante grasse" come titolo o parte del titolo. [9] [10] [11] Tuttavia, nella terminologia botanica, i cactus sono piante grasse, [3] ma non il contrario poiché molte piante succulente non sono cactus. I cactus hanno spine vere e appaiono solo nel Nuovo Mondo (l'emisfero occidentale), e attraverso un'evoluzione parallela piante dall'aspetto simile si sono evolute in famiglie di piante completamente diverse nel Vecchio Mondo senza spine, una struttura di organi distinta.

Un'ulteriore difficoltà per l'identificazione generale è che le famiglie di piante (il genere) non sono né l'uno né l'altro succulentanon succulenta e contengono entrambi. In molti generi e famiglie c'è una gradazione continua da piante con foglie sottili e fusti normali a quelle con foglie o fusti molto nettamente ispessiti e carnosi, quindi il succulenta caratteristica diventa priva di significato per la divisione delle piante in generi e famiglie. Fonti diverse possono classificare la stessa specie in modo diverso. [12]

Gli orticoltori seguono spesso convenzioni commerciali e possono escludere altri gruppi di piante come le bromelie, che scientificamente sono considerate piante grasse. [13] Una definizione orticola pratica è diventata "una pianta succulenta è qualsiasi pianta del deserto che un collezionista di piante succulente desidera coltivare", senza alcuna considerazione delle classificazioni scientifiche. [14] Le presentazioni commerciali di piante "succulente" presenteranno quelle che i clienti comunemente identificano come tali. Le piante offerte in commercio allora come "piante grasse", includeranno meno spesso geofite (in cui l'organo di stoccaggio gonfio è interamente sotterraneo), ma includeranno piante con un caudex, [15] che è un organo gonfio fuori terra a livello del suolo, formato da uno stelo, una radice o entrambi. [5]

L'immagazzinamento dell'acqua spesso conferisce alle piante succulente un aspetto più gonfio o carnoso rispetto ad altre piante, una caratteristica nota come succulenza. Oltre alla succulenza, le piante succulente hanno variamente altre caratteristiche di risparmio idrico. Questi possono includere:

  • metabolismo degli acidi crassulacei (CAM) per ridurre al minimo la perdita di acqua
  • foglie assenti, ridotte o da cilindriche a sferiche
  • riduzione del numero di stomi
  • steli come il sito principale della fotosintesi, piuttosto che le foglie
  • forma di crescita compatta, ridotta, simile a un cuscino, colonnare o sferica
  • nervature che consentono un rapido aumento del volume della pianta e la diminuzione della superficie esposta al sole
  • superficie esterna cerosa, pelosa o spinosa per creare un microhabitat umido intorno alla pianta, che riduce il movimento dell'aria vicino alla superficie della pianta e quindi riduce la perdita d'acqua e può creare ombra
  • radici molto vicino alla superficie del terreno, quindi sono in grado di assorbire l'umidità da docce molto piccole o anche da forte rugiada
  • capacità di rimanere paffuto e pieno d'acqua anche con temperature interne elevate (ad esempio, 52 ° C o 126 ° F) [16]
  • cuticola esterna molto impermeabile (pelle) [16]
  • sostanze mucillaginose, che trattengono abbondantemente l'acqua [16]

Oltre all'Antartide, le piante grasse possono essere trovate all'interno di ogni continente. Mentre si pensa spesso che la maggior parte delle piante grasse provenga da aree aride come steppe, semi-deserti e deserti, le aree più aride del mondo non sono ideali per gli habitat succulenti. L'Australia, il continente abitato più arido del mondo, ospita pochissime piante grasse autoctone a causa delle frequenti e prolungate siccità. Anche l'Africa, il continente con le piante grasse più autoctone, non ospita molte delle piante nelle sue regioni più aride. [17] Tuttavia, mentre le piante grasse non sono in grado di crescere in queste condizioni più difficili, sono in grado di crescere in condizioni che sono inabitabili da altre piante. In effetti, molte piante grasse sono in grado di prosperare in condizioni asciutte e alcune sono in grado di durare fino a due anni senza acqua a seconda dell'ambiente e degli adattamenti. [18] Occasionalmente, le piante grasse possono presentarsi come epifite, crescere su altre piante con un contatto limitato o nullo con il suolo, e dipendere dalla loro capacità di immagazzinare acqua e ottenere sostanze nutritive con altri mezzi in cui si vede questa nicchia Tillandsia. Le piante grasse si presentano anche come abitanti delle coste marine e dei laghi asciutti, che sono esposti ad alti livelli di minerali disciolti che sono mortali per molte altre specie vegetali. Le piante grasse in vaso sono in grado di crescere nella maggior parte degli ambienti interni con cure minime. [19]


Guarda il video: BayesianNetworks