Picchettare un albero dopo aver piantato: dovresti picchettare un albero o no

Picchettare un albero dopo aver piantato: dovresti picchettare un albero o no

Di: Teo Spengler

Per molti anni a coloro che piantavano alberelli fu insegnato che picchettare un albero dopo la semina era essenziale. Questo consiglio era basato sull'idea che un albero giovane avesse bisogno di aiuto per resistere ai venti. Ma oggi gli esperti di alberi ci consigliano che il picchettamento dell'albero dopo la semina può e spesso fa più male a un albero. Devo picchettare un albero che sto piantando? La risposta di solito è no. Continua a leggere per saperne di più sulla questione "picchettare un albero o non picchettare un albero".

Devo picchettare un albero?

Se guardi un albero al vento, lo vedi ondeggiare. Oscillare nella brezza è la norma, non l'eccezione, per gli alberi che crescono allo stato selvatico. In passato, le persone regolarmente picchettavano gli alberi che piantavano per fornire supporto agli alberi appena piantati. Oggi sappiamo che la maggior parte degli alberi appena piantati non richiede picchettamento e può soffrirne.

Quando stai cercando di decidere se picchettare o meno un albero, tieni presente la panoramica. Gli studi hanno dimostrato che gli alberi lasciati a ballare nella brezza generalmente vivono vite più lunghe e più forti degli alberi picchettati da giovani. Sebbene in alcuni casi lo staking possa essere utile, di solito non lo è.

Questo perché gli alberi picchettati investono la loro energia nel crescere più alti piuttosto che più larghi. Ciò rende la base del tronco più debole e inibisce lo sviluppo delle radici profonde di cui un albero ha bisogno per mantenerlo in posizione verticale. Gli alberi picchettati producono tronchi sottili che possono essere facilmente spezzati da un forte vento.

Quando picchettare un nuovo albero

Picchettare un albero dopo aver piantato non è sempre dannoso per l'albero. In effetti, a volte è davvero una buona idea. Quando picchettare un nuovo albero? Una considerazione è se hai acquistato un albero a radice nuda o uno con una zolla. Entrambi gli alberi venduti come palla e tela e coltivati ​​in contenitori sono dotati di zolle.

Un albero con una zolla è sufficientemente pesante per stare in piedi senza un paletto. Un albero a radice nuda potrebbe non essere all'inizio, soprattutto se è alto, e potrebbe trarre vantaggio dal picchettamento. Picchettare un albero dopo la semina può essere utile anche in zone con vento forte o quando il terreno è poco profondo e povero. I pali posizionati correttamente possono anche proteggere dalle ferite incuranti del tosaerba.

Se decidi di picchettare sull'albero dopo la semina, fallo correttamente. Inserisci i paletti all'esterno, non attraverso l'area delle radici. Usa due o tre paletti e attaccali all'albero con camere d'aria di vecchi pneumatici o calze di nylon. Non cercare di impedire tutti i movimenti del tronco d'albero.

La cosa più importante, quando decidi di "picchettare un albero o no" a favore del picchettamento, controlla bene l'albero. Dai un'occhiata ogni tanto alle cravatte per assicurarti che non siano troppo strette. E rimuovi il paletto all'inizio della seconda stagione di crescita.

Questo articolo è stato aggiornato l'ultima volta il

Maggiori informazioni sulla cura generale degli alberi


Come picchettare correttamente un albero (e per quanto tempo tenerlo piantato)

Il nuovo albero che hai piantato conta su di te per avere abbastanza acqua, luce solare e sostanze nutritive - e ha bisogno anche di alcuni altri elementi per avere successo.

Un po 'di potatura all'inizio può aiutare il tuo albero a stabilire una buona forma. E il tuo nuovo albero potrebbe aver bisogno di un po 'di supporto letterale, come un paletto.

Tuttavia, non tutti i giovani alberi devono essere picchettati. Continua a leggere per vedere se dovresti picchettare un nuovo albero. In tal caso, impara alcuni metodi per picchettare gli alberi e per quanto tempo tenerlo impalettato.


Il picchettamento danneggia un albero?

Può. I pali degli alberi non sono destinati ad essere un'aggiunta permanente agli alberi trapiantati. Idealmente, la loro utilità viene regolarmente valutata da un arboricoltore, da un membro dell'equipaggio di lavori pubblici o da un giardiniere esperto e i pali vengono rimossi non appena il loro scopo è stato raggiunto.

La realtà è spesso diversa, tuttavia, con gli alberi che non vengono esaminati e le poste che rimangono sul posto molto tempo dopo che la loro utilità è finita. Questo è quando la posta in gioco può iniziare a danneggiare un albero in crescita.

Un modo in cui il picchettamento a lungo termine danneggia un albero è che impedisce il suo movimento naturale nel vento. Quando il vento soffia intorno alla chioma e al tronco di un giovane albero, l'albero risponde producendo ormoni della crescita naturale. Questi ormoni della crescita incoraggiano un aumento della circonferenza, o diametro, del tronco e dei rami. Il movimento incoraggia anche un tronco d'albero ad assottigliarsi, rendendolo più spesso alla base e più sottile verso la parte superiore del tronco.

Questa giovane conifera cresce bene senza alcun tipo di picchettamento.


Picchettare alberi

Pubblicato il 23 settembre 2013 da STEVE HOUSER

Di regola, il picchettamento di un nuovo albero non è raccomandato. Quando il tronco di un albero appena piantato può oscillare dolcemente al vento, la crescita delle radici è incoraggiata e l'albero sviluppa un tronco forte che ha la giusta conicità dal suolo verso l'alto. Quando gli alberi si flettono al vento, rafforzano la loro struttura (radici, tronco e arti). Inoltre, se i cavi dei tiranti rimangono troppo a lungo sul tronco, possono verificarsi gravi lesioni o la perdita dell'albero. Un albero cresciuto e piantato correttamente raramente ha bisogno di picchettamento. Tuttavia, ci sono momenti in cui è sia necessario che appropriato.

È pratica comune utilizzare brevi tratti di tubo da giardino per proteggere la corteccia dai tiranti. La mancata rimozione dei materiali di picchettamento una volta che l'albero è stato stabilito può provocare la cintura e, in alcuni casi, la morte dell'albero.

Potrebbe essere necessario picchettare gli alberi se:

  • Hanno una "testa grande" o una crescita eccessiva senza radici e terreno adeguati per fornire supporto. Avere abbastanza radici e massa di terreno (o zolla) per supportare la quantità di crescita fuori terra è fondamentale. Regola empirica: gli alberi hanno bisogno di 10 pollici di zolla (o radici containerizzate) per ogni pollice di diametro del tronco d'albero.
  • Sono piantati in terreni più fini e leggeri rispetto a terreni sabbiosi grossolani o terreni argillosi pesanti.
  • Sono piantati in siti che possono avere un potenziale per forti venti. Questi sono tipicamente spazi aperti e pianeggianti con poche strutture o alberi più grandi nelle vicinanze.
  • Sono piantine a radice nuda (alberi senza terreno sulle radici) alte più di 10-12 pollici.
  • Sono piantati intorno a scuole o altre aree pubbliche dove c'è un maggior rischio di danni. I funzionari delle scuole e dei parchi spesso affermano che gli alberi hanno maggiori probabilità di essere danneggiati o staccati se sono troppo piccoli (meno di 3 pollici di diametro) o non hanno picchettamento. Puntalo o lo rompono.
  • Sono in una zona di pianura alluvionale.
  • Possono essere raggiunti da animali di grandi dimensioni come capre, cavalli, mucche o tori. Hai mai visto un arboricoltore che cerca di prendere al lazo un toro arrabbiato che ha appena calpestato alcuni dei suoi alberi, usando la sua cima per arrampicarsi sugli alberi? Non era carino, ma il toro ha imparato a stare lontano dal pazzo arboricoltore che fa oscillare una corda.

I tee in metallo sono ancora lo standard per picchettare alberi di grandi dimensioni. Forniscono un supporto adeguato quando vengono piantati nel terreno al di fuori della buca di piantagione.

Esistono molti metodi e vari tipi di attrezzature che possono essere utilizzati per picchettare un albero. Alcuni asili nido offrono kit di picchettamento che includono i materiali. Possono anche offrire un sistema di ancoraggio a terra o a terra.

Proteggere la zolla è un metodo alternativo di picchettamento dell'albero. Una volta applicati alcuni pollici di pacciame, i materiali di picchettamento scompaiono, lasciando un nuovo albero ordinato e pulito nel paesaggio.

Punti su picchettare alberi:

  • I materiali di picchettamento devono fornire la stabilità e la forza necessarie per le dimensioni dell'albero da piantare. Per alberi più piccoli, con un diametro inferiore a 2 pollici, è normalmente sufficiente un palo di legno conficcato nel terreno di 12 pollici o più. Alberi più grandi possono richiedere pali a T in ferro o ancoraggi a terra piantati più in profondità nel terreno.
  • Alberi a radice nuda e piccoli alberelli possono richiedere da uno a tre pali di legno o bambù vicino al tronco per il supporto. Tuttavia, tutti gli altri picchettamenti dovrebbero essere ben al di fuori del buco di piantagione, ma non così lontano dal buco da causare un pericolo di inciampo.
  • I pali a T sono in genere inseriti direttamente nel terreno o ad angolo lontano dal tronco. I pali di legno sono generalmente fissati a un angolo di 45 gradi.
  • Gli ancoraggi a terra sono in metallo con fili all'estremità che vengono conficcati nel terreno ad angolo. Questi spesso sono dotati di un tenditore a vite per aiutare a regolare la tensione.
  • Tutti i picchetti e gli ancoraggi a terra presentano un pericolo di inciampo. Un'alternativa è usare assi o fili sulla parte superiore della zolla per tenere l'albero in posizione.
  • Alberi più grandi, con tronchi di 6 pollici di diametro, ad esempio, possono richiedere 2 x 4 legname vicino al tronco e conficcati nel terreno per un supporto adeguato.

Punti su fili e allegati:

  • È possibile utilizzare fili, funi, gomma e altri materiali, ma devono essere abbastanza resistenti da supportare la forza esercitata sull'albero durante un forte vento.
  • Il punto di attacco dipende dall'abitudine di ramificazione e dalle dimensioni della chioma, ma dovrebbe essere posizionato tra un terzo e due terzi dell'altezza complessiva.
  • Il punto di attacco non deve legare o danneggiare il tronco e dovrebbe adattarsi alla crescita futura. L'idea è di consentire un po 'di movimento e prevenire lo sradicamento e di imbottire il tronco per evitare danni.
  • La tensione sul materiale utilizzato deve essere mantenuta uguale su tutti i lati.

Il picchettamento dovrebbe essere controllato più volte all'anno, soprattutto dopo un forte vento. Il momento di rimuovere il picchettamento è quando puoi spingere contro il tronco più volte e le radici / il terreno non si muovono in modo eccessivo.


Guarda il video: Dendrocronologia, cosa può raccontare un albero?