Bulbi in vaso

Bulbi in vaso

Introduzione

I bulbi possono essere coltivati non solamente in terra, è infatti piuttosto noto il fatto che le bulbose in generale possono essere comodamente coltivate anche in vaso. Non esistono, è bene specificarlo, specie che più o meno si adattano alla coltivazione in vaso, infatti tutte i bulbi possono essere coltivati in questo modo ma va prestata la giusta attenzione ad una cosa, il vaso che scegliamo deve essere infatti sufficientemente ampio per contenere la pianta scelta. I bulbi danno infatti vita a diverse specie e dunque non sempre un vaso piuttosto piccolo, o viceversa piuttosto grande, si adatta alla perfezione al bulbo scelto, bisogna valutare sempre come e quanto crescerà la pianta e scegliere il contenitore di conseguenza. Il terriccio da utilizzare può essere scelto direttamente nel vostro garden di fiducia, in genere il terriccio ideale è piuttosto soffice e non duro, uno strato troppo duro potrebbe infatti letteralmente schiacciare il bulbo non facendolo crescere bene. Al soffice terriccio adottato va però assolutamente aggiunta un po di sabbia ed uno strato di argilla espansa sul fondo (sempre a seconda del tipo di pianta), il vaso infatti conterrà la terra e dovrà nutrire il bulbo anche attraverso l'acqua, pertanto il terreno va reso drenante al punto giusto.


Vantaggi della coltivazione in vaso

La coltivazione in vaso ha diversi vantaggi, intanto il vaso può essere spostato a piacimento e pertanto le piante possono essere messe in posizioni più assolate o più fresche, possono essere tenute al caldo e viceversa e pertanto si potranno avere delle fioriture davvero molto belle che magari è più difficile ottenere in giardino; inoltre anche la cura sarà più semplice, l'irrigazione può essere più controllata e i bulbi possono essere messi a dimora e dissotterrati davvero con estrema facilità, il che è sicuramente un bel vantaggio. La possibilità di spostare le piantine e di tenerle in luoghi caldi o freddi a piacimento ci consente anche, sempre tramite la coltivazioni in vaso, di ottenere fioriture fuori stagione ed avere sempre la casa adornata da splendidi fiori, ed anche questo è un vantaggio sicuramente non di poco conto.


Consigli utili

Detto cosi tutto sembra molto facile, in realtà, senza arrivare a dire che coltivare piante in vaso è una cosa difficile che solo giardinieri provetti possono fare, c'è da sottolineare che alcune linee guida vanno necessariamente seguite per ottenere un risultato quantomeno accettabile. In primo luogo, ma questa è una regola che si applica anche nella coltivazione a terra, le bulbose traggono la loro forza ed il loro nutrimento dalle foglie. Per avere dunque ogni anno una fioritura eccellente è necessario avere cura della pianta anche quando rimangono solo le foglie sino a quando anche queste ultime non diventano gialle e secche e il bulbo va in riposo vegetativo. I bulbi inoltre tendono a propagarsi, come abbiamo spiegato nella apposita sezione, tramite moltiplicazione dei bulbilli, per evitare che questi ultimi di anno in anno soffochino il bulbo principale e gli tolgano energia è necessario, e sottolineiamo necessario, che vengano rimossi ogni anno al termine del periodo della fioritura. Il periodo vegetativo è uno dei periodi più importanti ed è necessario lasciare che la pianta entri in questa fase, se noi al termine della fioritura, quando anche lo foglie sono ormai completamente gialle e secche, continuiamo ad innaffiare e a concimare la pianta, non faremo altro che sprecare energie che il bulbo ha faticosamente immagazzinato per poi fiorire col ritorno della bella stagione, dunque è meglio evitare di tenere la pianta in vegetazione, lasciando, al contrario, che essa vada in riposo vegetativo assicurandoci una splendida fioritura in primavera.


Bulbi in vaso: Conclusioni

Come abbiamo visto dunque è decisamente possibile coltivare ogni tipo di bulbo in vaso ed oltretutto non si tratta neppure di operazioni molto complicate, anzi al contrario abbiamo sottolineato che molti vantaggi vi sono anche in fatto di comodità di concimazione ed irrigazione, nonché nella messa in dimora e nel controllo del terreno, che deve sempre essere in ottime condizioni per favorire una buona fioritura della pianta. Anche in questo caso dunque non è necessario avere il pollice verde per avere un buon risultato ma è semplicemente necessario seguire le indicazioni fornite ed i suggerimenti che vi abbiamo dato, per il resto tutto dipenderà dalla cura che darete alle vostre piante e fidatevi quando vi diciamo che maggiore è la cura dedicata, maggiore il risultato e la soddisfazione. Vi suggeriamo inoltre di consultare le pagine dedicate a ciascuna specie, infatti in tali pagine sarà possibile ottenere maggiori informazioni su quel che riguarda ogni particolare bulbo, come per esempio il terreno che predilige e quanta acqua gradisce, informazioni che ovviamente si rivelano utilissime per ottenere un risultato finale davvero soddisfacente.



Bulbi in vaso: come piantarli per avare un vaso sempre fiorito!

I bulbi in vaso possono dar vita a un vaso sempre fiorito se piantate con la tecnica a strati: con questi consigli di giardinaggio avrete un vaso in fiore per tutto l’anno.

Vi piacerebbe avere un vaso che continui a regalarvi fiori diversi per tutta la primavera, l’estate e l’autunno? Con le piante da bulbo questo è possibile: basta coltivarle a strati se ogni stagione il vaso si riempirà di fiori coloratissimi che rallegreranno il vostro balcone e il vostro giardino!

Per prima cosa procuratevi un vaso largo e profondo in cui ci sia lo spazio necessario alla coltivazione di tutti i bulbi. Ricoprite il fondo con argilla espansa per almeno 3 centimetri e versate quindi uno strato di terriccio e incominciate a posizionare i primi bulbi.

I primi bulbi da piantare sono quelli più grossi come quelli di narcisi e giacinti, ma anche tulipani , aglio decorativo ma anche viole o, per i più esperti, gli amarillis e dalie. Questi bulbi fioriranno tra la fine del periodo primaverile e durante il periodo estivo.

Coprite quindi i bulbi con un altro strato di terra e procedete quindi l’interramento di bulbi più piccoli. Tra i bulbi che fioriranno ai primi accenni di primavera ci sono i muscari e fritillaria.

Potete quindi creare il terzo strato utilizzando i bulbi più piccoli come quelli dei crochi e bucaneve. Per prolungare ulteriormente la durate del vostro vaso scegliete anche dei bulbi a fioritura autunnale come i bulbi di sternbergie e i colchi (molto simili per forma e colore ai crochi)

Fate attenzione a non sovrapporre i bulbi, ma lasciare a ciascuno lo spazio necessario per crescere e fiorire in libertà! Quando i primi bulbi vi avranno regalato i loro fiori, ricordatevi di togliere le parti secche per lasciare lo spazio necessario alle successive fioriture!


Coltivare i bulbi in vaso: come fare e come curarli dopo la fioritura!

I bulbi in vaso sono un piccolo concentrato di bellezza: stanno sotto terra per mesi e poi esplodono con le loro fioriture e i loro colori. Sono loro a dare con la loro fioritura inizio alla primavera.

Volete avere un vaso di fiori splendidi? Allora dovrete coltivare i bulbi in vaso: scoprite passo per passo come fare e come curarli!

Quando piantare i bulbi? La regola generale è quella di interrarli da settembre fino a dicembre in terra piena o in vaso.

Preparate la dimora per i bulbi scegliendo un vaso con un foro di scolo, se è troppo grande copritelo con un coccio. Aggiungete un materiale drenante come l’argilla espansa.
Scegliete poi un terriccio universale e mischiatelo con un po’ di ghiaia, sempre per favorire il drenaggio e tenere lontane le lumache.

Piantate quindi il bulbo di giacinto a una profondità di circa 10 centimetri.

Quando scegliete i bulbi fate attenzione che siano duri e in salute, altrimenti tutti i vostri sforzi non porteranno a buoni risultati.

Ogni bulbo va piantato con la punta rivolta verso l’alto e le radici in basso e a una distanza di 5 cm l’uno dall’altro.

Poi coprite i bulbi con altro terriccio. Bagnate subito abbondantemente e mettete un’etichetta per ricordarvi che bulbo avete piantato. Poi bagnate quando il terriccio inizia ad asciugarsi, stando attenti a eventuali ristagni.

Per proteggerli dal freddo usate della pacciamatura, oppure un telo di plastica ben legato al vaso.


La scelta del terreno

Anche la scelta del terreno è molto importante. Scegliete un terriccio universale e mixatelo con una parte di ghiaia o sabbia per agevolare il deflusso dell’acqua ed evitare ristagni. In questo modo scongiurerete anche l’insidia delle lumachine, dannose per l’apparato radicolare che il bulbo svilupperà. Nei negozi di giardinaggio troverete dei sacchetti già pronti all’uso.

E’ molto importante sapere che i bulbi da fiore devono essere piantati con l’apice vegetativo rivolto verso l’alto. In pratica la parte appuntita del bulbo deve guardare in su. Il bulbo deve essere posizionato ad una profondità pari, doppia o tripla rispetto all’altezza del fiore che crescerà. Unica eccezione per i ciclamini: i loro tuberi sono circolari e piatti e devono essere piantati in superficie (2 cm).

Una volta interrati, bagnate subito il terreno e mettete un’etichetta per ricordare che tipo di pianta avete messo a dimora. Bagnate con regolarità lasciando asciugare bene il terreno tra un’innaffiatura e l’altra. Evitate i ristagni di acqua.

Se invece volete piantare i bulbi in piena terra, potrete farlo su quasi ogni tipo di terreno. I bulbi da fiore, infatti, si adattano bene anche ai terreni rocciosi purché abbiano sufficiente spazio a disposizione. Alcune tipologie, poi, sono perfette per colorare tappeti verdi o aiuole. Se questo è il vostro obiettivo optate per gruppi di 10-20 bulbi e piantateli a 5 cm di distanza l’uno dall’altro. In giardino, i bulbi tornano utili anche per creare delle bordature. In questo caso il consiglio è di piantarli vicino a erbacee perenni, ma lontani da piante tappezzanti che ostacolerebbero la crescita.


Coltivazione professionale dello zafferano

La coltivazione professionale dello zafferano invece avviene a partire da almeno 400 bulbi, in modo da ottenere una produzione più consistente. Con un buon numero di bulbi di zafferano è possibile creare un piccolo impianto. Le file devono essere distanti tra loro almeno 50 centimetri, la distanza dei bulbi di zafferano su ogni fila è di almeno 5 centimetri. La profondità per piantare i bulbi di zafferano è di 15-20 centimetri. Il terreno non deve essere argilloso.

Semina: i bulbi dello zafferano devono essere piantati tra la fine di agosto e l’inizio di settembre – questo è considerato il periodo ideale.

Raccolto: il raccolto dello zafferano avviene a dicembre.

Innaffiatura e cura: lo zafferano non teme il gelo, necessita di poca acqua (come, ad esempio, nel caso dei tulipani), non teme nemmeno la siccità, non richiede irrigazioni, ma nel caso abitiate in regioni piovose dovrete fare attenzione ai ristagni idrici, che possono fare marcire i bulbi.


Le bulbose o bulbi sono fiori bellissimi che hanno il grande pregio di essere molto facili da coltivare e curare. Come per molti altri fiori, esistono bulbi diversi per tutte le stagioni. Ad esempio i bulbi estivi danno fiori meravigliosi in piena estate, ma vanno piantati in primavera, quindi principalmente a marzo, o al massimo ad aprile o maggio.

I bulbi estivi non hanno bisogno di troppe cure: basta un posto soleggiato e un terreno permeabile.

Prima di tutto dissoda la terra, pareggiala e, se è argillosa, aggiungi un po’ di sabbia e compost.

Pianta le bulbose a una profondità pari al doppio della loro altezza, lasciando una distanza di almeno 10 cm tra una e l’altra. Quindi se le pianti in vaso ti serve un vaso molto grande.

Innaffiale abbondantemente nelle prime settimane, svilupperanno più in fretta le radici e, soprattutto se le coltivi in cassetta, non lasciare che il terreno asciughi.

Unica precauzione: non sono resistenti come i bulbi invernali. In autunno ricordati di dissotterrarle e lasciarle asciugare in un luogo fresco e buio. Potrai riutilizzarle la primavera successiva.

Potrebbe interessarti anche sapere quali sono sono i migliori fiori autunnali per avere un bel balcone fiorito anche dopo l'estate

VEDI ANCHE

I fiori da balcone più belli per l’estate


Bulbi in vaso pianta da giardino di Febbraio

MESSAGGERI DI PRIMAVERA IN CASA O IN GIARDINO!

I fiori da bulbo invernali esprimono una sensazione di primavera. Sono fiori che emergono dai loro bulbi traboccando di energia e di colore. Nel mese di Febbraio è ancora troppo presto per veder emergere dal terreno i fiori dei bulbi piantati in autunno. Ma c’è una soluzione pratica a questo: i bulbi piantati in vaso, ampiamente disponibili in Febbraio grazie all’abilità dei produttori. I bulbi in vaso portano un anticipo di primavera nel giardino e in casa. Quando arrivano le prime giornate di sole invernale potrete vedere i fiori erompere dal vaso quali deliziosi, fragranti araldi della primavera.
I bulbi da vaso possono essere piantati in terra o in contenitori per il balcone o il patio. Sono anche tutti disponibili come fiori recisi.
All’interno dei fiori da bulbo in vaso abbiamo numerose cultivar di ogni specie in molti colori e dimensioni. I fiori da bulbo in vaso –
" >Hyacinthus (Giacinto),
" >Narcissus (Narciso),
" >Muscari – sono le vere star di questo periodo. Più il bulbo è grande e maggiore sarà la grandezza e il numero dei fiori prodotti.


BULBI IN VASO: HYACINTHUS, NARCISSUS, MUSCARI, UN ANTICIPO DI PRIMAVERA IN GIARDINO!

Qualche curiosità su Narcissus, Hyacinthus e Muscari. Essi hanno bisogno di un periodo di freddo per fiorire. Così, per averli fioriti in anticipo rispetto al loro normale periodo di fioritura (da Marzo a Maggio), il produttore deve adottare due strategie. Dapprima i bulbi (a secco) devono stare alcune settimane a basse temperature fra i 5° e i 10°C. Poi vengono piantati nei vasi e sono quindi “forzati” a fiorire in serre con temperatura assai più alta, come se fosse arrivata la primavera. Così le piante fioriscono a Febbraio, “ingannate” a fiorire come se fosse già primavera.

ll Giacinto in vaso è una pianta splendidamente profumata in colore Rosa


" >rosa, bianco, blu, viola, salmone o giallo pallido. Anche il Narciso in vaso è disponibile in un ampio numero di varietà, che vanno da narcisi spray splendidamente profumati ai fiori da molto piccoli a quelli con gigantesche trombe, così come varietà a fiori doppi. I colori più importanti sono il giallo e il bianco. Vi sono però anche un sacco di varietà bicolore, nelle quali il fiore contiene il colore rosa-salmone e arancio.

Il Muscari è un piccolo fiore a spiga usualmente di colore blu. Tuttavia sono anche varietà bianche e viola. Vi sono anche tipi a grappoli “crestati”. Il Muscari è uno dei più attraenti fiori da bulbo in vaso ed ha un delicato profumo di muschio, come lascia intuire il suo nome.


CURE PER I BULBI DA VASO:
HYACINTHUS, NARCISSUS, MUSCARI

I tre diversi bulbi da vaso – Hyacinthus, Narcissus e Muscari – hanno tutti bisogno delle stesse cure per assicurarvi di poterli godere a lungo fioriti. In giardino richiedono poche attenzioni e possono essere collocati sia in ombra sia al sole. I bulbi in vaso stanno bene perfino se le temperature sono vicine a 0°C. Dentro casa necessitano di una zona il più possibile fresca per mantenere la fioritura più a lungo. Accertatevi che la terra non rimanga mai asciutta. Dovete quindi bagnare regolarmente la pianta, ma senza eccedere perché troppa acqua farebbe marcire il bulbo. Non vi è necessità di aggiungere all’acqua elementi nutrienti poiché già il bulbo contiene i nutrienti necessari alla pianta. E naturalmente le piante sono solo decorative e non alimentari!

SUGGERIMENTI PER LA CONSERVAZIONE DEI BULBI IN VASO: HYACINTHUS, NARCISSUS, MUSCARI

Quando i bulbi hanno terminato la fioritura, potete stoccarli per piantarli di nuovo in giardino per la prossima stagione. Ciò è facile per Narcissus e Muscari, mentre il bulbo del Hyacinthus è più probabile che contragga delle malattie. Per il Narcissus e il Muscari occorre aspettare che le foglie muoiano quando sono ancora in vaso. Poi rimuovete i bulbi dal vaso e stoccateli fino a Ottobre ben puliti dalla terra in un luogo asciutto e buio. Poiché questi sono bulbi a fioritura primaverile, vanno interrati in autunno. In tal modo avranno un periodo di freddo invernale sotto terra e fioriranno di nuovo a primavera a partire da Marzo.

PIANTA DA GIARDINO DEL MESE


Video: Come PIANTARE BULBI AUTUNNALI a fioritura primaverile in VASO + tanti consigli utili