Propagazione rose

Propagazione rose

Da Rosa nasce Rosa

Le rose, fiori per eccellenza, regine indiscusse di parchi, prati, giardini, bella, profumate e non difficilissime da coltivare, con i loro fiori decorano e colorano i giardini delle nostre case donando loro una sorta di bellezza, delicatezza ed eleganza. Esistono più di centocinquanta specie di rose e circa trenta crescono in modo spontaneo nel nostro paese, poi ci sono i vari ibridi e le varietà di tutti i colori creati dall’uomo attraverso vari incroci.

La riproduzione delle rose può avvenire in modo naturale, cioè tramite la fecondazione del pistillo da parte del polline, è un tipo di moltiplicazione sessuale in quanto avviene attraverso il seme. Nel caso si volessero avere rose botaniche o per portainnesto bisognerebbe servirsi di semi raccolti verso la fine del periodo autunnale, pulirli e inserirli in un contenitore con del terriccio di tipo leggero, coprirli con sabbia e posizionarli in una zona fredda ma non ventosa. E’ possibile anche incrociare specie di rose uguali o diverse per ottenere degli ibridi.

Abbiamo poi altri metodi di propagazione che non avvengono per seme ma tramite l’impiego di parti della pianta, si tratta della riproduzione agamica che può avvenire per talea, per propaggine, per micropropagazione e per innesto.


Propagazione per talea

Questo sistema era già conosciuto fin dai tempi antichi ed anche attualmente è molto usato, esso permette di ottenere nuove piante uguali a quella madre; a seconda del periodo di prelievo delle talee si può parlare di talea di legno duro, talea di legno giovane oppure talea apicale.

La talea di legno duro viene prelevata alla fine del periodo autunnale e deve avere una lunghezza di venti-trenta centimetri, deve essere privata delle foglie ed interrata per i 2/3 della lunghezza. Se applichiamo questa tecnica dovremo fare attenzione che la talea prelevata abbia almeno due gemme, in quanto una dovrà stare sopra il terriccio e una appena a filo.

Per procedere con la seconda tecnica, la talea andrà prelevata durante il periodo estivo, liberata delle foglie poste più in basso e inserita in un terriccio umido e molto ben drenato. Si potrà inserire la talea in una polvere che ne favorisca lo sviluppo delle radici.

Per la talea apicale, come dice il nome stesso, vanno prelevati gli apici dei germogli pari ad una lunghezza di circa dieci centimetri ed eliminate le foglie poste nella parte più bassa; anche per questa moltiplicazione ci si potrà aiutare con un prodotto che affretti la comparsa di radici.


Propagazione per propaggine

Questa tecnica non è molto usata in quanto non può essere applicata su tutti i tipi di rosa; essa consiste nel scegliere un ramo, piegarlo fino a terra e successivamente coprirlo con della terra fresca e leggera. Quando il ramo avrà radicato, in genere vero la fine del periodo autunnale-invernale, lo si potrà staccare dalla pianta madre e trapiantalo. Di solito questo tipo di moltiplicazione si utilizza nel caso non se ne possano applicare altre.


Micropropagazione

Questa tecnica è molto usata ultimamente e permette di ottenere nuove piantine uguali alla pianta madre; essa consiste nel prelevare parti di tessuto dagli apici vegetativi che poi verranno fatti sviluppare in un ambiente non naturale, ad esempio in vetro. Queste parti prelevate dovranno essere pulite e prive di virus e per far sì che questo avvenga si sottoporranno ad un trattamento particolare che permetta alle piantine di crescere ed uccida eventuali virus o batteri. Le nuove piantine saranno pronte nel momento in cui avranno radicato e si saranno adattate al clima naturale.


Propagazione rose: Propagazione per innesto

Alcune specie di piante, soprattutto quelle legnose, non possono essere riprodotte per talea perché molto raramente emettono radici oppure perché sono molto lente nel loro sviluppo, in questi casi si dovrà ricorrere alla tecnica dell’innesto.

Innestare significa inserire in una pianta selvatica che produce fiori o frutti scarsi, una gemma o un ramo di uguale o diversa specie al fine di migliorarne la qualità e l’aspetto. Riguardo alla rosa il metodo d’innesto applicato è quello a gemma o a scudetto; viene utilizzato soprattutto sulle piante giovani che hanno una corteccia resistente ma sottile. Essa consiste nel praticare sulla rosa portinnesto un’incisione a forma di T lunga circa due-quattro centimetri in un punto dove la corteccia è sana e liscia, con la lama che abbiamo usato per incidere, stacchiamo i due lembi di corteccia e preleviamo la gemma della rosa che vogliamo riprodurre e la introduciamo nell’incisione fatta precedentemente; a questo punto leghiamo ben stretto il ramo in modo da avvolgere tutta la parte incisa. Se questa operazione sarà stata fatta in modo esatto, dopo circa dieci-dodici giorni la gemma sarà già ben attaccata a portainnesto.

A seconda del periodo in cui viene eseguito l’innesto, si può parlare di gemma vegetante o gemma dormiente: nel primo caso l’operazione sarà avvenuta nel periodo invernale, mentre nel secondo dalla fine di luglio alla metà di settembre.



Rose: come coltivarle, potarle e riprodurle per talea (da una patata)

Come coltivare le rose, quando e come potarle, come prendersene cura e le migliori tecniche di moltiplicazione per talea.

Le rose sono tra i fiori più amati del mondo per via del loro profumo delizioso e dei colori che le contraddistinguono. Da molti sono considerate le uniche regine del giardino. Alcune varietà di rosa, infatti, sono particolarmente pregiate, ma tutte le rose hanno una caratteristica fondamentale: attirano le api e gli insetti utili all’agricoltura.


Etapcharterlease.com

Rosai sono lunghe viventi, piante legnose che sono facilmente propagate per talea. Propagazione asessuata delle Rose è il modo migliore per propagare un rosaio preferito. A differenza di propagazione del seme che combinerà la genetica di due differenti Rosai, propagazione asessuata crea un clone identico di pianta matura. Radicare un taglio di una delle vostre rose preferite da condividere con un compagno appassionato di rosa, o chiedere il permesso di prendere un taglio da una rosa che ha attirato la tua attenzione nel cortile di un vicino.

Istruzioni

• Trovare una canna da 12 a 24 pollici che può essere tagliato dal cespuglio senza alterare la forma della pianta. Selezionare legno sano, verde. Prendere talee in maggio o in giugno quando il clima è caldo.

• Effettuare il taglio ad un angolo di 45 gradi appena di sotto di un nodo foglia sul rosaio. Un nodo foglia è il luogo dove una foglia emerge dal gambo rosa di canna.

• Misurare il taglio in pezzi da 6 pollici e rendere ogni taglio appena sotto un nodo foglia. Rendere il taglio orizzontale e fondo tagliato ad angolo di 45 gradi in modo che si può dire che l'estremità è quando andate a radicare le talee di rose.

• Rimuovere le foglie dalla parte inferiore di ogni taglio rosa, lasciando due o tre foglie in alto per aiutare ad assorbire l'umidità durante il processo di radicamento.

• Ferita del taglio di affettare solo attraverso la corteccia in una linea verticale partendo dalla base del taglio e salendo 1/4 di pollice di 1/2. Fare due tagli più simile equidistanti intorno alla base del taglio.

• Riempire una pentola di 6 - 8 pollici con sabbia pulita o una miscela di sabbia in parti uguali e perlite. Mettere a bagno la pentola fino a quando il mezzo di radicazione è uniformemente umido. Utilizzare sempre pentole che hanno fori nella parte inferiore, in modo che l'acqua in eccesso possa defluire attraverso lontano dal taglio.

• Immergere il fondo terzo del taglio rosa in ormone sradicante composto. Sia polvere e liquido forme sono disponibili a casa e giardino centri e vivai.

• Guidare l'estremità inferiore del taglio nel mezzo di radicazione al centro del piatto, in modo che il fondo è terzo sotto la linea del terreno. Premere il terreno intorno al taglio rosa per fissarlo in posizione.

• Collocare le talee in una zona che ottiene la tonalità brillante. Una zona che ottiene luce solare filtrata o pezzata è ideale per la radicazione talee di rose.

• Utilizzare un flacone spray di nebbia le foglie delle talee rose una volta o due volte al giorno. Il terreno nel piatto per tenerlo da asciugare della foschia. Mettere a mollo le pentole se il quarto superiore del terreno si sente asciutto sotto le dita.

• Testare il taglio dopo la seconda settimana dandogli un rimorchiatore molto delicato. Se il taglio rosa resiste, vuol dire radici si stanno formando e propagazione asessuata successo è stato raggiunto. Rose talee richiedere da due a otto settimane di root. È inoltre possibile controllare il fondo della pentola per vedere se nuove radici sono che spuntavano fuori dai fori di drenaggio sul fondo.

• Mantenere il taglio rosa in una serra o una veranda coperta dove non si congelerà per il primo inverno. Acqua piatto quando la parte superiore 1/2 pollice del suolo inizia a sentirsi asciutto.

• Trapianto il taglio rosa fuori in giardino nella primavera successiva radicazione. Scavare un buco nella posizione d'impianto che è leggermente più piatto in che il vostro Talea radicata è grande. Estrarre il taglio fuori della pentola senza interrompere la sfera di radice delicatamente e inserirlo nel foro. Riempire il suolo e l'acqua il taglio fino a quando è umido per la stessa profondità del foro di piantatura.


Bordura di rose. Consigli per il giardino

Scritto il 06 Giugno 2017 . Pubblicato in Progettazione Giardini

Con questa bordura vi propongo alcuni suggerimenti e nuovi modi per contestualizzare le Rose, accompagnandole con altre specie, che ne valorizzeranno la bellezza.

La storia di questo bellissimo fiore è talmente lunga e complessa, che esiste una branca della botanica, detta “Rodologia” che si occupa esclusivamente dello studio delle rose, per cui ritengo opportuno lasciare questo argomento agli esperti biologi (botanici) che la studiano da anni, limitandomi a brevi citazioni.

Le rose, presenti sulla terra prima ancora dell’uomo, originarie del continente Orientale, si diffusero in occidente sia grazie agli scambi commerciali, che per propagazione naturale. In Europa, alcune specie, furono introdotte dai cavalieri templari e/o crociati, di ritorno dalla Terra Santa.

Nel tempo vennero creati vari ibridi di rosa, con lo scopo sia di prolungarne il periodo di fioritura, sia per renderle più resistenti. Anche le colorazioni, che originariamente si limitavano al rosso, rosa e bianco, in seguito, grazie ad esperimenti botanici si arricchirono di altre tonalità, quali il giallo, l’arancione eccetera.

La sua fioritura meravigliosa, i rami spinosi, il profumo inebriante e la forma arrotondata, che ricorda il cerchio, la legano ad un simbolismo complesso che va dall’amore passionale, a leggendari racconti della mitologia greca, fino all’associazione con icone religiose della cristianità e molto altro ancora.

La bordura che vi propongo ha un duplice obiettivo: sia far in modo che l’intera composizione non risulti spoglia durante i cicli stagionali in cui le rose non sono fiorite, sia mitigare i tronchi delle Rose, con altre specie.

I cespugli arrotondati di rose di diverse varietà, posizionati centralmente rispetto all’intera bordura, sono attorniati da piante svettanti ed aeree come l’Allium gladiator e la Molinia arundinacea che creano una presenza leggera e un alternanza di forme, tonde e verticali, che si inseriscono tra i cespugli steli leggiadri che si animano se mossi dal vento.

Sullo sfondo, rampicanti di rose lungo il muro e nel pergolato, accentuano le profumazioni di questo angolo di Giardino. La presenza di cespugli di Perovskia blue spire crea velate sfumature violacee che fanno da quinta scenica alle colorazioni dei boccioli di rosa, bianchi, rosa e viola. Lungo i bordi esterni specie aromatiche dalle colorazioni argentee (Santolina marchii e Helichrysum italicum), verdi (Myrtus communis, Mentha rotundifolia, Bletilla striata) viola (Lavandula angustifolia e Nepeta mussinii) e rosa (Tthymus serpyllum) incorniciano questa composizione armoniosa di forme tonde e verticali, in cui i colori ed i profumi sono come strumenti della una stessa orchestra… capaci di regalare un’esplosione di emozioni, infinite nel tempo.


Malattie e parassiti

Tra le malattie la rosa canina soffre:

Come tutte le rose tra i parassiti animali teme come tutte le rose l’attacco degli afidi.

Trattamenti

Usi e proprietà

Le bacche fresche possono essere impiegate nella preparazione di una marmellata dal gusto delicato le bacche essiccate, con opportuni metodi di conservazione, facilmente reperibili anche in erboristeria vengono impiegate per la preparazione di ottimi infusi e tisane.

La rosa Canina è velenosa?

La pianta presenta bacche commestibili e non tossiche.

Significato della Rosa canina

Nel linguaggio delle piante assume il significato di delicatezza, consolazione, ma anche sofferenza e dolore fisico.


Mappe delle zone di rusticità

Gli Stati Uniti sono suddivisi in diverse zone di giardinaggio regionali in base alla temperatura minima media annuale. Queste regioni (che possono variare leggermente) sono più comunemente chiamate nord-est, Pacifico nord-occidentale, Montagne Rocciose / Midwest, Sud, Deserto sud-occidentale, Sud-est, Centro-sud e Valle dell'Ohio centrale, sebbene ogni regione possa essere ulteriormente suddivisa in zone climatiche più specifiche .

L'utilizzo di queste informazioni sulla zona del giardino per informarti su quali piante sono più adatte alla tua particolare zona climatica ti farà risparmiare molta delusione. È qui che entrano in gioco le mappe USDA Hardiness Zone. Alcune piante non possono sopportare il freddo gelido di un inverno nord-orientale, mentre altre appassiranno e seccheranno nei climi meridionali. Sorprendentemente, altre piante richiedono un breve periodo freddo per stimolare il loro prossimo ciclo di crescita.

Allora in quale zona giardino vivo, potresti chiedere? Quando si individuano le zone di rusticità delle piante, fare riferimento alle mappe delle zone di rusticità USDA. Questo è il modo migliore per determinare la tua zona giardino. Vai semplicemente nella tua regione o stato e trova la tua posizione generale. Tieni presente che in alcuni stati le zone possono essere ulteriormente suddivise a seconda di specifiche aree climatiche.

Sapere quando è sicuro piantare tipi specifici di piante all'interno di appropriate zone di rusticità può fare la differenza se il tuo giardino ha successo o meno. Ad esempio, durante il mese di maggio, i giardinieri nelle zone calde possono iniziare a piantare fiori da taglio e tutti i tipi di ortaggi, mentre i loro omologhi nei climi più settentrionali sono impegnati a dissodare il terreno e preparare i letti.

Prendersi un po 'di tempo per istruirsi sulla propria zona climatica e quali piante prospereranno ripagherà in giardini più duraturi e meravigliosamente fiorenti.

Jan Richardson è uno scrittore freelance e appassionato giardiniere.


Video: Talea di rosa