Cosa sono i portinnesti clone

Cosa sono i portinnesti clone

Leggi la parte precedente. Come coltivare portainnesti di colture da frutto per un giardiniere dilettante

I portinnesti clonali sono chiamati forme allevate artificialmente e propagate vegetativamente che conferiscono determinate qualità alle varietà innestate.

Poiché la più nota di queste qualità è la crescita ridotta, i portinnesti clonali sono spesso chiamati portinnesti nani nella vita di tutti i giorni, sebbene esistano portinnesti clonali vigorosi.

Per i giardinieri dilettanti, i portinnesti nani e semi-nani sono di grande interesse, poiché consentono di piantare un numero maggiore di piante (e, di conseguenza, varietà) per unità di superficie. Sia la cura degli alberi con una crescita limitata, sia la raccolta da essi è molto più facile che in un giardino normale e vigoroso.


Riproduzione di portainnesti clonali per stratificazione:
1 - strati verticali:
1a - talee piantate prima della prima stagione di crescita (la linea indica il luogo della potatura prima dell'inizio della crescita)
1b - cespuglio madre di tre o cinque anni ricoperto di terra
1c - lo stesso cespuglio al momento della separazione degli strati
2 - stratificazione arcuata
3 - stratificazione orizzontale

Un altro vantaggio dei portinnesti clonali è la loro uniformità. Tutti gli alberi della stessa varietà innestati su un portainnesto clonale sono interessati da quel particolare portainnesto. Con la propagazione dei semi, tutti i portinnesti sono più o meno diversi tra loro. E anche la loro influenza sulla varietà innestata è corrispondentemente diversa.

Non esistono ancora portinnesti clonali di pera adatti alle nostre condizioni climatiche (regione di Leningrado). VI Susov consiglia di provare con questo scopo la mela cotogna resistente all'inverno di Mosca, e come inserti nani - la varietà Lyubava della selezione di TSKHA e ibrido n. 37-115 TSKHA. È interessante testare gli ibridi intergenerici di mele cotogne e meli, allevati da Igor Andreanovich Pozhidaev a Saratov. Questo è il preferito di Pozhidaeva, ibrido 18-2-5 e ibrido n. 25. Il preferito di Pozhidaev, secondo l'autore, è compatibile sia con il pero che con il melo, il che rende possibile utilizzarlo come inserto intermedio per la coltivazione di peri-meli esotici.

Attualmente sto testando VBA-1 come portainnesto nano per prugne e prugne ciliegie ibride (riduce la crescita degli alberi del 50-60%). Per le ciliegie e le ciliegie, ho acquistato un portainnesto nano VSL-2, che è ancora in fase di riproduzione.

Per quanto riguarda i portinnesti clone per meli, qui la nostra scelta (ed anche esperienza) è molto più ricca. I portinnesti clonali dei meli sono suddivisi in base alla forza di crescita delle varietà innestate su di essi nei seguenti gruppi:

1. Molto nano - le varietà innestate su di esse raggiungono 1/5 della crescita rispetto agli alberi vigorosi della varietà innestata (crescono fino a due metri).
2. Nano - 1 / 4-1 / 3 della crescita di un albero vigoroso (raggiungere 2-3 metri).
3. Semi-nano - 1/2 dell'altezza di un albero vigoroso (3-4 metri).
4. Di medie dimensioni - 2/3 della crescita di un albero vigoroso (4-5 metri).
5 e 6. Vigoroso e molto vigoroso - l'altezza degli alberi innestati su di essi è uguale all'altezza degli alberi sui ceppi di semi o la supera.

Gli ultimi tre gruppi di portinnesti clonali difficilmente interessano i giardinieri dilettanti, quindi non ci soffermeremo su di essi.

Il primo ceppo clone di un melo è caduto nelle mie mani quasi per caso a metà degli anni '60 (già del secolo scorso). In un negozio di fiori sulla Prospettiva Bolshoy dell'isola Vasilyevsky, ho comprato tre piantine di melo di tre diverse varietà. Tuttavia, la varietà si è rivelata una, un'ottima varietà invernale, di cui ancora non conosco il nome, con piccole mele conservate in una cella frigorifera fino a metà maggio.

Nel nostro giardino c'erano già due meli di questa varietà all'età di circa quindici anni. Erano alberi ad alto fusto con una corona che si allargava. Gli alberi che ho comprato, a quanto pare avevano tre anni, hanno dato il primo raccolto l'anno successivo dopo la semina.

E in cinque anni sono cresciuti fino a due metri. Fu allora che capii che si erano innestati in paradisi. In primavera ho scavato alcune radici da uno di questi alberi e le ho tagliate. Da allora sono diventato proprietario di un portainnesto nano a me sconosciuto, che si riproduce perfettamente per radice e talee lignificate.

La mia pianta madre si forma sotto forma di un albero (altezza circa due metri), che ogni anno dà mele, adatte per marmellate e composte. Al minimo danno alle radici (durante l'allentamento), la crescita delle radici si forma attorno al tronco.

Ora l'albero più vecchio di questo portainnesto è Baltika, che è stato innestato all'inizio degli anni '80 del secolo scorso. L'altezza dell'albero è di 2,5 metri. Un tempo ne raccolsi 30-35 chilogrammi di bellissime mele. Negli ultimi cinque anni praticamente non dà frutti, ma lo conservo ancora, poiché su di esso sono state innestate diverse varietà, da cui ho bisogno di talee. Va notato che se la varietà Baltika innestata inizialmente quasi non dà frutti, la varietà Urozhainoe Susova innestata nel ramo scheletrico il 18 aprile 2003 dà ancora buoni frutti.


Il prossimo stock di cloni che ho dovuto affrontare è stato magazzino 54-118 allevamento V.I.Budagovsky (semi-nano). Si riproduce bene per talea lignificata. Gli alberi innestati iniziano a dare frutti per 3-4 anni.

Non posso tacere sul fatto che questo portainnesto si è rivelato un buon agente formante lo stelo per le forme decorative (piangenti ea forma di ombrello) di meli. Innestato il 9 maggio 2005 ad un'altezza di 2,2 m, la forma umbellata a foglia rossa del melo ha attualmente un diametro della corona di 2,5 m, fiorisce abbondantemente e fruttifica. Il danno al tronco né dal gelo, né dalle scottature solari durante questo periodo non è stato nemmeno una volta.

Alla fine degli anni '90 e all'inizio degli anni 2000, ho acquistato PB-9 (paradiso di Budagovsky), paradiso di Serdyukov, Bystretsovskoe, MM-106, azione 62-396 e numero 195 (gli ultimi due sono la selezione di V. I. Budagovsky) ...

Paradiso di Budagovsky (sinonimi - paradiso dalle foglie rosse, PB, PB-9) - portainnesto nano, allevato a Michurinsk. Non differisce per l'elevata resistenza invernale, il legno è fragile, quindi, quando si pianta in giardino, è necessario mettere dei supporti. Gli strati attecchiscono debolmente. L'apparato radicale può sopportare un calo di temperatura (nel terreno) fino a -13 ° C. Paradizka si è mostrato bene come inserto nano, poiché è ben compatibile con tutte le varietà di mele testate. Con una lunghezza dell'inserto di circa 20 cm, riduce notevolmente la crescita e accelera l'entrata in fruttificazione. Secondo la testimonianza di V.I.Susov, l'inserto PB-9 nella corona (sul ramo scheletrico) ha resistito a una diminuzione della temperatura a -35 ... -40 ° C.

Bystretsovskoe - un ceppo molto resistente all'inverno, ma gli strati attecchiscono male. Questo è un ottimo inserto nano.

Paradise Serdyukov - allevato da A.N. Serdyukov presso la stazione sperimentale di frutta e verdura di Leningrado dall'incrocio di PB-9 con un cinese. Portainnesto nano pronunciato. La sua resistenza invernale è molto alta. Forma molte talee, con un ottimo apparato radicale. Questo paradiso è ben compatibile con le varietà innestate. Accelera notevolmente l'ingresso degli alberi nella fruttificazione.

Sfortunatamente, dopo la morte di A.N. Serdyukov e in connessione con la rapida ristrutturazione della società sovietica, questo portainnesto molto promettente per la nostra regione è andato praticamente perduto. Anche i vivai della nostra regione che producono piantine su portinnesti nani non lo utilizzano, ma il ceppo 62-396 allevato a Michurinsk. Ma non è vano che la saggezza popolare dice: "Dove è nato, lì è tornato utile".

62-396 - portainnesto nano a foglia rossa, elevata resistenza invernale, le radici possono resistere a -16 ° C. Le talee si radicano molto bene e la compatibilità con le talee è buona. Come la maggior parte dei portinnesti nani, il legno è fragile, quindi gli alberi innestati hanno bisogno di supporto.

№195 - portainnesto super nano. Buona resistenza invernale, le radici possono resistere a -14 ... 16 ° C. L'apparato radicale occupa un piccolo volume di terreno e si trova superficialmente, il legno è friabile, gli alberi innestati su questo portainnesto necessitano di sostegno.

Le varietà innestate hanno una crescita molto nana, raggiungendo l'altezza di 1 metro all'età di sei anni. Entrano in fruttificazione per 2-3 anni.

MM-106 - portinnesto semi nano Si propaga bene per strati verticali.

Questo portainnesto è ampiamente utilizzato nel VSTISiP (Istituto tutto russo di selezione e tecnologia per l'orticoltura e la frutticoltura), situato a Biryulevo, nella regione di Mosca.

Anche gli innesti 54-118 e 62-396 sono popolari lì. Nelle nostre condizioni, mi piace di più l'innesto 54-118, che ho già descritto sopra.

Leggi la parte successiva. Metodi di allevamento per portinnesti clonali →

Vasily Khrabrov, giardiniere
Vecchio Peterhof

Leggi anche:
• Come aumentare l'allegagione su un melo
• Vantaggi e svantaggi dei meli nani e semi-nani
• Melo: origine e gruppi di varietà
• Trattamento di vecchi meli

Quali sono i portinnesti e qual è la differenza tra loro?

È consuetudine suddividere i portinnesti in seme e clonale o vegetativo. Seme, come suggerisce il nome, si ottengono coltivando piantine dai semi. Clone - si tratta di piante ottenute per propagazione vegetativa: da talea, stratificazione, germogli di radici.


La scelta del portainnesto dipende dal risultato che si vuole ottenere.

Quale azione è migliore? Non c'è una risposta univoca a questa domanda, poiché in entrambi i casi ci sono sia vantaggi che alcuni svantaggi. La scelta dipende dal tipo di risultato di cui hai bisogno. Dovresti valutare i pro e i contro delle sementi e dei portinnesti clonali in relazione al tuo compito specifico.

Se parliamo di colture da frutto, il ceppo di semi viene scelto da coloro che necessitano di un albero alto con un apparato radicale potente, profondo e ben sviluppato, resistente al gelo, alla siccità e ad altri fattori pedoclimatici sfavorevoli. Portinnesto clonale - per alberi bassi (nani e semi-nani) o di medie dimensioni, in grado di crescere a causa di un apparato radicale superficiale e poco profondo dove l'acqua sotterranea si avvicina alla superficie del suolo.


Qualsiasi portainnesto ha i suoi vantaggi e svantaggi.

Gli alberi da frutto su portinnesti clonali iniziano a dare frutti più velocemente, ma quelli coltivati ​​su portinnesti da seme sono generalmente più durevoli. Il ceppo di semi permette di ottenere piante più senza pretese, tuttavia, le piantine crescono eterogenee nelle loro caratteristiche, mentre durante la propagazione vegetativa le piantine risultano essere allineate e sono in grado di mantenere determinate proprietà della pianta madre.

Infine, può essere più facile per un dilettante coltivare un portainnesto dai semi, ma può richiedere più tempo.I portinnesti clonali a volte sono pronti per essere innestati più velocemente, ma coltivarli richiede una certa abilità.

Quando si scelgono le piantine, un giardiniere esperto deve prestare attenzione alle informazioni sul portainnesto. Nel nostro catalogo troverai piantine di varie colture da frutto presentate da grandi negozi online di materiale di piantagione e semi. Scegli le piantine per il tuo giardino.


Corruzione

L'innesto formerà la parte superiore dell'albero (cespuglio), responsabile delle sue caratteristiche varietali. Significa che la qualità dei frutti e la loro quantità dipende dalla marza.

Pertanto, per l'innesto, è necessario tagliare talee o gemme (scudi) da quegli alberi che si sono già mostrati "in tutta la loro gloria" - sia nei frutti che nella resa.


La qualità dei frutti e la loro quantità dipendono dalla marza.

La raccolta delle talee per la marza viene eseguita più volte durante l'anno:

  • Per inverno e primavera le talee da innesto devono essere raccolte in autunno, dopo la fine della caduta delle foglie, ma prima dell'inizio di forti gelate.
  • Se le talee per qualche motivo non sono state raccolte in autunno, puoi farlo alla fine dell'inverno o in primavera, fino a quando i reni si gonfiano.
  • Per estate le talee di innesto vengono tagliate dritte prima della procedura... La cosa principale qui è che la base del taglio è legnosa e ci sono 2 gemme formate.


Quando vengono vaccinati?

Il ciliegio, come ogni albero, con il passare degli anni invecchia, si secca e arriva il momento di sostituirlo. È un peccato per il giardiniere separarsi dalle sue bacche preferite, ma non c'è nulla con cui sostituirlo. Inoltre, possono sorgere altre situazioni che causano la morte dell'albero. Queste sono condizioni climatiche che non sono adatte per la ciliegia, o all'albero non piaceva qualcosa in giardino.

Alcuni giardinieri stanno semplicemente cercando un'altra varietà, ma ci sono anche quelli che non perdono la speranza di coltivare la loro preferita. In questo caso sarà necessaria un'inoculazione, che aiuterà ad eliminare due problemi contemporaneamente: la ricerca di una nuova piantina e la perdita della varietà.

Inoltre, grazie alla manipolazione eseguita con successo, il giardiniere riceverà bacche di gusto molto migliore, più grandi e che maturano molto più velocemente. Inoltre, il giardino deve essere periodicamente ringiovanito e gli alberi secolari rimossi.

Molte persone rimuovono l'albero alla vecchia maniera: abbattono il tronco, dissotterrano le radici e piantano una nuova piantina al loro posto. In questo caso, dovrai aspettare ancora molti anni prima che cresca e inizi a dare i suoi frutti. Questo richiederà molto tempo, da cinque a sei anni. Un giardiniere esperto lo farà in modo diverso. Sarà vaccinato e otterrà il primo raccolto in due o tre anni.


Portainnesti clonali per meli

I portinnesti clonali sono varietà di mele allevate artificialmente che vengono utilizzate per inoculare cultivar con frutti commestibili su di esse. Poiché la qualità più conosciuta di questi portinnesti è la loro ridotta crescita, i portinnesti clonali sono spesso chiamati portinnesti nani nella vita di tutti i giorni, sebbene esistano anche portinnesti clonali vigorosi.

Per preservare le qualità necessarie, i portinnesti clonali vengono propagati solo vegetativamente, per talea o stratificazione, cioè si ottengono cloni. Gli stessi portainnesti clonali possono essere coltivati ​​solo a scopo decorativo: i loro frutti non sono commestibili.

Oggi, la maggior parte delle piantine viene coltivata su portinnesti clonali, che sono diventati popolari sia nei giardini industriali che in quelli privati. Il melo è la coltura più diffusa al mondo, coltivato in diverse condizioni pedoclimatiche, il che significa che i portainnesti devono soddisfare esigenze diverse. Quando si sceglie un tale materiale di piantagione, tenere presente: diversi portainnesti clonali hanno caratteristiche diverse e gli alberi innestati su di essi differiranno per forza di crescita, resistenza invernale e requisiti di cura.

All'inizio del XX secolo in Inghilterra, presso la East Malling Experimental Station of Fruit Growing, è stata raccolta una vasta collezione di portainnesti clonali selezionati a quel tempo. Inizia il loro studio e la loro sistematizzazione. Di conseguenza, tutti i portainnesti sono stati divisi in 16 gruppi, diversi per grado di altezza e altre caratteristiche biologiche. La tassonomia sviluppata ha ricevuto riconoscimenti internazionali e oggi questi portinnesti sono noti come M1, M2 e così via fino a M16. Successivamente questa serie è stata completata. Successivamente, sulla base delle forme a bassa crescita esistenti, sono stati allevati i portinnesti MM 101, MM 102 e ulteriormente fino a MM 115, le due lettere M nel nome dei quali indicano il lavoro congiunto della Stazione Sperimentale di East Malling e della Istituto di frutticoltura a Merton.

IV Michurin ha lavorato anche su stock di cloni. I portinnesti che ha ricevuto erano deboli e resistenti all'inverno, ma non hanno ricevuto un'ampia distribuzione.

In URSS, i lavori per l'allevamento di portinnesti a bassa crescita iniziarono solo negli anni '40. Nel Caucaso settentrionale (presso l'Istituto di frutticoltura) e in Daghestan è stata effettuata la selezione dei portinnesti clonali per le regioni meridionali. E a Michurinsk, il professor V.I.Budagovsky ha lavorato su portinnesti resistenti all'inverno per le regioni con un clima temperato. Di conseguenza, sono comparsi portinnesti molto stabili, che hanno guadagnato fama non solo in Russia, ma anche all'estero.

I meli innestati su portinnesti clonali presentano numerosi vantaggi.

1. Sono caratterizzati da una crescita contenuta e hanno una chioma più compatta.

2. Arrivano presto a fruttificare, spesso danno i primi frutti l'anno successivo dopo la semina.

Z.Le loro mele diventano spesso più grandi, più allineate, con caratteristiche varietali distinte e buona appetibilità.

4. La frequenza di fruttificazione è meno comune.

5. L'apparato radicale superficiale consente di far crescere alberi in aree con acque sotterranee alte, fino a 1,5-1 m, o in prossimità di orizzonti del sottosuolo sfavorevoli.

6. Gli alberi più corti sono più facili da curare e più facili da raccogliere.

Attualmente esiste un'enorme varietà di portainnesti cloni. Ma tutti dovrebbero essere considerati in relazione alle caratteristiche climatiche di una particolare regione in crescita.

Per alberi su portainnesti clonali nani e supernani, è necessario installare i supporti. Questi alberi sono esigenti per l'alimentazione e in assenza di pioggia hanno anche bisogno di annaffiature. I tronchi vanno tenuti liberi da qualsiasi vegetazione, si consiglia la pacciamatura. Non scavare il terreno sotto i portinnesti clonali: c'è il rischio di danneggiare le radici. La chioma di meli innestati su portinnesti clonali è spesso soggetta ad ispessimento - durante la potatura, deve essere diradata.


Compatibilità con portainnesti e marze: su cosa innestare

I giardinieri dilettanti fanno spesso la domanda: su cosa puoi piantare una mela, una pera, una ciliegia, una prugna? La risposta è semplice: il simile è instillato nel simile. Tuttavia, i giardinieri curiosi continuano a chiedersi se sia possibile piantare una pera su cenere di montagna, irga e altre piante.

A tal proposito si è reso necessario chiarire alcuni punti e conseguenze dell'innesto su specie vegetali diverse dalla marza.


Differenze tra seme e portinnesti clonali

Considereremo la coltivazione dei portinnesti di melo in modo molto dettagliato di seguito, ma per ora discutiamo di nuovo qual è la differenza tra i portinnesti coltivati ​​in un modo o nell'altro. I portinnesti cresciuti dai semi sono altamente resistenti alle malattie e alle condizioni climatiche, tuttavia, gli alberi innestati su di essi arrivano a fruttificare tardi. Di solito sono 6-7 anni dopo la semina e raggiungono la piena produttività dopo 10-12 anni. Ma un tale giardino ti delizierà per 30-40 anni.

Un melo forestale è poco adatto come portainnesto, perché il suo apparato radicale è meno ramificato di quello delle varietà coltivate, e quindi tali alberi tollerano molto peggio il trapianto. Devi anche considerare i risultati, cioè la resa che dovrebbe portare il melo. Il ceppo di semi e, di conseguenza, gli alberi piantati su di essi, hanno una resa limitata, circa 15-20 tonnellate per ettaro. Ciò è dovuto al fatto che gli alberi crescono grandi e parte della chioma è improduttiva, sebbene anche i rami scheletrici e semi-scheletrici richiedano nutrimento.

I portinnesti di mele vegetativi, o clonali, sono una vera manna dal cielo per coloro che coltivano grandi frutteti dove la produttività è fondamentale. Gli alberi su di loro hanno una crescita moderata e sono anche in rapida crescita. Esistono molte varietà di portinnesti vegetativi, ognuna ha le sue caratteristiche, quindi parleremo ulteriormente di ciascuna di esse separatamente.


Guarda il video: INNESTO LIMONE A FISCHIETTO o Linguetta